Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Famiglia Zarini di Prato

Sede: Prato (Prato)

Date di esistenza: sec. XVII - sec. XIX

Intestazioni: Famiglia Zarini, Prato (Prato), sec. XVII - sec. XIX

Storia amministrativa:
La famiglia Zarini o Zarrini è registrata per la prima volta nella decima del secolo XVII ed i suoi membri vennero ammessi alla cittadinanza di Prato nel 1670 con Santi di Giovan Cosimo. Il 29 ottobre 1830, grazie a Luigi Niccolò di Giovanni, che si era impegnato a costituire una commenda nell'Ordine di Santo Stefano, furono ammessi alla nobiltà di Prato. L'ammissione era stata ottenuta grazie all'ingente patrimonio familiare, stimato all'epoca oltre 40.000 scudi e accumulato con l'industria ed il commercio dal 1776, anno in cui Giovanni di Giovan Battista aveva acquistato una casa nel popolo della Cattedrale. Nel 1849 l'ultimo discendente maschio della famiglia, Adriano di Niccolò, volle essere cancellato dall'albo della nobiltà e, non avendo figli, lasciò le sue carte al Comune di Prato. Le sepolture di famiglia si trovano nel chiostro della chiesa di San Domenico.


Complessi archivistici prodotti:
Miscellanee, 1336 - sec. XIX (fondo, conservato in Archivio di Stato di Prato)



icona top