Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Associazione nazionale combattenti e reduci di Bibbona

Sede: Bibbona (Livorno)

Date di esistenza: 1949 - 1966

Intestazioni: Associazione nazionale combattenti e reduci, Bibbona (Livorno), 1949 - 1966

Storia amministrativa:
Con la fine della I Guerra mondiale fu fondata a Roma l'Associazione nazionale combattenti, con lo scopo di tutelare gli interessi dei reduci in virtù anche della Legge n° 850 del 19 aprile 1923. Con il Regio decreto n° 1371 del 24 giugno 1923, essa divenne ente morale.
La nuova denominazione risale al 1947, quando avvenne la fusione fra l'Associazione nazionale combattenti e quella dei Reduci dalla prigionia, dando vita all'Associazione nazionale combattenti e reduci.
Nei primi anni 2000 L'Associazione nazionale combattenti e reduci di Bibbona donò al Comune il carteggio, alcune riviste dell'Associazione e altri cimeli: una scatola contenente quattro elmetti, una bandiera con al centro ricamato un elmetto circondato da un ramo d'olivo e uno di quercia, la base e la punta dell'asta della bandiera, tre timbri, schede di adesione all'Associazione e volantini sui quali è stampato "il nobile testamento spirituale del Duca combattente condottiero dell'invitta III Armata", redatto da Emanuele Filiberto di Savoia. L'Associazione ha donato anche un diploma con cornice, conferito nel 1927 dalla sezione provinciale di Livorno alla sezione combattenti di Bibbona, un elenco dei soci di Bibbona anch'esso con cornice e un quadro raffigurante simbolicamente la Pace.




icona top