Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Ente comunale di assistenza

Sede: Pontedera (Pisa)

Date di esistenza: 1937 - 1978

Intestazioni: Ente comunale di assistenza, Pontedera (Pisa), 1937 - 1978

Storia amministrativa:
L'Ente Comunale di Assistenza (E.C.A.) fu istituito sulla base della legge n°847 del 3 giugno 1937, legge che sopprimeva le preesistenti Congregazioni di carità. Sulla base del proprio statuto, l'Ente si prefiggeva il compito di assistere coloro che si trovavano in condizioni di particolare necessità, promovendo contemporaneamente il coordinamento delle varie attività assistenziali esistenti nel Comune. In particolare, doveva curare gli interessi dei poveri assumendone la rappresentanza legale davanti alle autorità amministrative e giudiziarie; promuovere i provvedimenti amministrativi e giudiziari di assistenza e di tutela degli orfani e dei minorenni abbandonati, dei ciechi e dei sordomuti indigenti; amministrare le istituzioni di assistenza e di beneficenza ad esso affidate, così come i lasciti e le donazioni. L'E.C.A. provvedeva al conseguimento dei fini statutari con le rendite dei beni che possedeva, con le somme assegnate da vari enti pubblici e con le rendite dei beni donati o lasciati agli indigenti, infine con gli stanziamenti annualmente previsti nel bilancio dello Stato a norma della sopra citata legge n°847 del 3 giugno 1937. La soppressione di questo Ente si ebbe nel 1978, in base a quanto previsto dalla legge regionale n°35 del 30 maggio 1978, che trasferiva direttamente ai comuni i beni, il personale e le funzioni dell'E.C.A. a partire dal gennaio dell'anno successivo.




icona top