Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Mairie di Pontassieve

Sede: Pontassieve (Firenze)

Date di esistenza: 1809 - 1814

Intestazioni: Mairie di Pontassieve, Pontassieve (Firenze), 1809 - 1814

Storia amministrativa:
Con l'annessione della Toscana all'Impero francese vi furono nuove riforme e cambiamenti dell'amministrazione periferica: le Comunità divennero Mairies alla cui guida era posto il Maire, un funzionario nominato dal governo centrale e non più ad elezione locale e che accentrava su di sé tutta la gestione del comune da quella economica al mantenimento dell'ordine pubblico (l'istituzione delle Giudicature di Pace e dei Tribunali di prima istanza nei Dipartimenti, sospese l'attività dei Vicariati istituiti nel 1772 come Pontassieve), dal controllo fiscale alla tenuta dello stato civile. 1 L'accentramento di tante competenze in un unico ufficiale pubblico, che aveva alcuni collaboratori ed era coadiuvato da un consiglio comunale con sole funzioni consultive, impose la presenza di molte mairies sul territorio; per quanto riguarda l'estensione giurisdizionale di competenza di Pontassieve questo comportò la creazione della mairie di Pelago, determinando la definitiva separazione in tre entità governative indipendenti di quello che era il nucleo medievale originario delle tre leghe di Monteloro, Diacceto e Rignano. Nell'archivio comunale restano atti delle mairies di Pontassieve, Rignano e Pelago, per queste ultime limitate al carteggio ed atti e per Pontassieve comprendenti anche lo Stato civile.



Complessi archivistici prodotti:
Mairie di Pontassieve, 1809 - 1814 (fondo, conservato in Comune di Pontassieve. Archivio storico)



icona top