Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Consiglio distrettuale di Montevarchi

Sede: Montevarchi (Arezzo)

Date di esistenza: 1860 - 1864

Intestazioni: Consiglio distrettuale di Montevarchi, Montevarchi (Arezzo), 1860 - 1864

Storia amministrativa:
Con provvedimento del 14 febbraio 1860 il R. governo provvisorio toscano emanò, allo scopo di avviare anche in Toscana la vita delle province, un regolamento per la costituzione e il funzionamento dei Consigli distrettuali e compartimentali che rimase in vigore fino al 1865 e fu abrogato dalla legge comunale e provinciale pubblicata in quell'anno nel contesto delle norme sull'unificazione amministrativa del regno d'Italia.
La Toscana fu divisa in otto dipartimenti, ognuno dei quali comprese un certo numero di distretti che furono in tutto 45 e compresero, a loro volta, diverse comunità.
Un rappresentante per ogni comunità andava a costituire il Consiglio distrettuale che si riuniva, in via ordinaria, una volta l'anno presso l'ufficio comunale del capoluogo e poteva discutere di problemi comuni alle comunità del distretto e fare proposte da sottoporre al Consiglio compartimentale. Fungeva da segretario il cancelliere comunitàtivo.
Montevarchi fu capoluogo, nell'ambito del compartimento di Arezzo, di un distretto comprendente le comunità di Montevarchi, Pian di Scò, Castelfranco Superiore, Loro, Terranuova, S. Giovanni, Cavriglia, Laterina, Castiglion Fibocchi, Castiglion Ubertini, Bucine e Pergine.




icona top