Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Mairie di Montale

Sede: Montale (Pistoia)

Date di esistenza: 1808 - 1814

Intestazioni: Mairie di Montale, Montale (Pistoia), 1808 - 1814

Storia amministrativa:
Il decreto della Giunta di Toscana del 22 agosto 1808 1 stabilì la nuova organizzazione amministrativa del territorio, all'interno della quale le mairies vennero a costituire le circoscrizioni comunali. Montale divenne sede di mairie, compresa nel Dipartimento della Prefettura dell'Arno e nel Circondario della Sottoprefettura di Pistoia. Un'altra deliberazione della suddetta Giunta, di poco successiva 2 , regolò le funzioni della nuova struttura municipale. Tale regolamento prevedeva l'elezione del maire da parte dell'imperatore nei municipi con più di cinquemila abitanti. Egli svolgeva la funzione di capo e rappresentante del comune, coadiuvato da uno o più "aggiunti", ed oltre ad avere vari incarichi amministrativi e di polizia presiedeva il Consiglio comunale; quest'ultimo era autorizzato a riunirsi una sola volta nel corso dell'anno, in occasione della discussione del rendiconto e delle decisioni in materia di imposizioni fiscali necessarie a far fronte alle spese locali 3 . Ogni amministrazione municipale era sotto il controllo diretto del Prefetto del Dipartimento in cui era compresa e i suoi membri potevano essere rimossi dall'imperatore in qualunque momento.
Una innovazione molto importante introdotta dai Francesi fu quella di vincolare lo stato delle entrate e delle uscite delle mairies a veri e propri bilanci, sottoposti all'approvazione delle autorità superiori 4 .


Soggetti produttori collegati:
Comunità di Montale, Montale (Pistoia), 1814 - 1865 (successore)


Complessi archivistici prodotti:
Archivio della Mairie di Montale, 1808 - 1814 (fondo, conservato in Comune di Montale)



icona top