Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Ingegnere del circondario di Monsummano

Sede: Monsummano Terme (Pistoia)

Date di esistenza: 1825 - 1850

Intestazioni: Ingegnere del circondario di Monsummano, Monsummano Terme (Pistoia), 1825 - 1850

Storia amministrativa:
Con motuproprio del 1 novembre 1825 1 , per la sorveglianza e la realizzazione dei lavori occorrenti alle acque ed alle strade, il territorio del granducato fu ripartito in cinque compartimenti. Il circondario di Monsummano, compreso nel compartimento di Firenze, comprendeva il territorio della comunità di Monsummano, che ne era il capoluogo, e quelli delle comunità di Montecatini, di Marliana, di Serravalle e di Lamporecchio. L'ingegnere di circondario aveva il compito di proporre al magistrato comunitativo "i lavori occorrenti per ridurre in buon grado e mantenere le strade e fabbriche comunitative". Le relative deliberazioni, prese con il voto consultivo dell'ingegnere, erano poi inviate all'esame della Camera di soprintendenza comunitativa. L'ingegnere del circondario doveva anche esercitare la vigilanza sui lavori delle strade provinciali, la cui direzione era affidata all'ispettore di compartimento, che, oltre ad avere competenza anche sulle strade regie, aveva il compito di vigilare sulla condotta dell'ingegnere di circondario. Il regolamento comunale del 1849 trasferì poi ad ingegneri comunali le competenze relative ai lavori per le comunità, mentre il 27 dicembre dello stesso anno si stabilì che i circondari sarebbero stati sostituiti da distretti retti da ingegneri distrettuali.




icona top