Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Comune di Monsummano

Sede: Monsummano Terme (Pistoia)

Date di esistenza: [sec. XIII] - 1774

Intestazioni: Comune di Monsummano, Monsummano Terme (Pistoia), sec. XIII - 1774

Storia amministrativa:
Monsummano risulta istituito in comune fino dal XIII sec. Anticamente l'amministrazione del Comune era affidato ad un rettore che convocava i consigli, da un consiglio minore i cui membri erano nominati dal rettore, da un consiglio maggiore i cui membri erano nominati dal consiglio precedentemente in carica, e da due consoli o vicari che deliberavano i partiti riguardanti la comunità e nominavano gli ufficiali minori. Il consiglio maggiore aveva l'autorità di stabilire gli stanziamenti e di imporre il dazio. Già nel 1372 il consiglio minore non è più presente ed il consiglio maggiore è stato sostituito da un consiglio generale che, con l'ausilio di sei buoni uomini, approva i partiti. Con lo statuto del 1574 a reggere il comune troviamo, oltre al consiglio generale, tre ufficiali maggiori, in seguito aumentati a quattro, ed i sei delle spese, che deliberavano insieme con gli ufficiali maggiori. Nel corso del '600 le provvisioni sono prese sempre più spesso dagli ufficiali maggiori e dai sei delle spese, mentre scompare il consiglio generale. A seguito delle riforme leopoldine il comune viene soppresso ed al suo posto creata la Comunità delle Due Terre, comprendente anche il territorio del pure soppresso comune di Montevettolini.


Soggetti produttori collegati:
Comunità delle Due Terre, Monsummano Terme (Pistoia), 1775 - 1808 (successore)




icona top