Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Cancelleria di Buggiano

Sede: Buggiano (Pistoia)

Date di esistenza: sec. XVI - 1865

Intestazioni: Cancelleria di Buggiano, Buggiano (Pistoia), sec. XVI - 1865

Storia amministrativa:
Nella seconda metà del Cinquecento, in accordo con la politica di riforma e di accentramento dello Stato perseguita da Cosimo I, gli uffici dei Cinque conservatori e degli Otto di pratica furono aboliti e sostituiti da un solo organo, i Nove conservatori del dominio e della giurisdizione con ampie competenze di controllo in materia fiscale e giurisdizionale sui comuni e, dal 1561, anche sui luoghi pii laicali del dominio. Tale ampiezza di competenze e poteri, impossibile a gestirsi direttamente da Firenze, venne allora esercitata assegnando a ciascun comune o a gruppi di comuni un funzionario, con il titolo di cancelliere, che ereditava così le funzioni del primitivo notaio attuario dei comuni e quelle del cancelliere rappresentante dei Cinque conservatori, alle quali si aggiunsero le funzioni previste dall'istituzione del Magistrato dei Nove. Le competenze e le funzioni dei cancellieri vennero regolamentate in via definitiva una prima volta nel 1575, una seconda volta, con maggiore ampiezza, nel 1635. Anzitutto il cancelliere garantiva con la sua presenza e il suo controllo la regolarità e la rispondenza alle norme di legge di tutti gli atti e le scritture prodotti dagli organi e dagli uffici dei comuni; inoltre doveva tutelare gli interessi e le entrate degli enti stessi per evitare frodi e concussioni. Infine era responsabile della sorveglianza dei confini territoriali fra i comuni e riceveva per via gerarchica le liti e le controversie fra gli enti sottoposti alla sua tutela e altri enti o privati, trasmettendone gli atti ai Nove. Col 1784 la cancelleria indipendente di Massa e Cozzile, che risaliva al 1577, venne soppressa e gli affari relativi passarono alla competenza di quella di Buggiano 1 . Nel 1769, abolito il Magistrato dei Nove, i cancellieri passarono alle dipendenze della Camera delle Comunità, Luoghi Pii, strade e fiumi, mantenendo le medesime competenze.





icona top