Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guardia nazionale

Sede: Lucignano (Arezzo)

Date di esistenza: 1849 - 1867

Intestazioni: Guardia nazionale, Lucignano (Arezzo), 1849 - 1867

Storia amministrativa:
Nel 1849 la Guardia civica fu trasformata in Guardia nazionale 1 e quindi abolita nel 1851 2 , risultando ormai in smobilitazione pressochè ovunque. Intanto era stata provvisoriamente istituita una Guardia municipale 3 , dipendente direttamente dal Ministero dell'Interno, con compiti di polizia amministrativa, municipale e giudiziaria.
Presso i battaglioni funzionava anche un Consiglio di disciplina, addetto al controllo dei servizi.
Con il decreto del 14 luglio 1859 e con il successivo regolamento del 16 luglio 4 , il secondo Governo provvisorio toscano istituì una Guardia nazionale con compiti di sicurezza pubblica. Ne furono chiamati a far parte tutti i cittadini con esclusione dei militari, degli ecclesiastici, dei medici, dei maestri e degli altri funzionari pubblici. Apposite Deputazioni comunali si occuparono del reclutamento e della formazione dei ruoli dei militi 5 .
Nell'agosto 1860 6 venne esteso, anche alla Toscana, l'ordinamento della milizia municipale vigente nel Regno di Sardegna (4 marzo 1848). Presso ogni Comune venne dunque istituito un Consiglio di ricognizione, incaricato della formazione delle liste di iscrizione per i reperti stanziali e quelli della riserva. Infine con la legge relativa al riordinamento ed armamento del 4 agosto 1861 7 , la Guardia nazionale venne istituita in tutto il Regno per essere soppressa, poi, con uno specifico regio decreto del 29 settembre 1867.





icona top