Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Vicariato di Bagnone

Sede: Bagnone (Massa Carrara)

Date di esistenza: 1814 - 1838

Intestazioni: Vicariato di Bagnone, Bagnone (Massa Carrara), 1814 - 1838

Storia amministrativa:
In seguito all'emanazione della legge di riforma dei tribunali e magistrati civili del Granducato del 13 ottobre 1814 venne ridefinito l'assetto giudiziario toscano. Il territorio granducale venne articolato in cinque Governi (Firenze, Livorno, Pisa, Siena e Isola d'Elba) e sette Commissariati Regi (Pstoia, Arezzo, Grosseto, Montepulciano, Rocca San Casciano, Volterra, Pontremoli) 1 . Bagnone fu nuovamente sede di un vicariato regio con competenza civile e criminale, incluso nel circondario del tribunale del commissario regio di Pontremoli. Vennero ridotte le competenze dei vicari in materia criminale: ad essi rimase l'incarico dell'istruzione dei processi che non prevedessero una pena superiore al confino 2 , mentre le sentenze spettavano alla Ruota Criminale di Firenze. La riforma giudiziaria del 1838 3 determinò la soppressione del Vicariato di Bagnone. Le competenze in materia civile e criminale del Vicario regio vennero assegnate al commissario regio di Pontremoli 4 .


Soggetti produttori collegati:
Giudicatura di pace di Bagnone, Bagnone (Massa Carrara), 1808 - 1814 (predecessore)


Complessi archivistici prodotti:
Vicariato di Bagnone, 1814 - 1838 (fondo, conservato in Comune di Bagnone. Archivio storico)



icona top