Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Comunità del Galluzzo

Sede: Galluzzo (Firenze)

Date di esistenza: 1814 - 1865

Intestazioni: Comunità del Galluzzo, Galluzzo (Firenze), 1814 - 1865

Storia amministrativa:

All'indomani della ricostruzione delle comunità pre-napoleoniche, anche al Galluzzo ci si dovette adattare a recepire parte delle riforme francesi. Territorialmente l'antica comunità del Galluzzo aveva perso la sua unità; i francesi avevano costituito due distinte entità amministrative locali: la "comune" del Galluzzo e la "comune" di Legnaia. Pur con gradualità, dovuta alle carenze strutturali di Legnaia1, si dette vita a due comunità distinte: la comunità di Legnaia con 21 popoli e la comunità del Galluzzo con i rimanenti 20.

Gli organismi rappresentativi delle due comunità nacquero ufficialmente il 7 settembre 1814, allorchè nel palazzo comunale del Galluzzo si riunirono congiuntamente i Gonfalonieri di Galluzzo e di Legnaia, i priori e consiglieri componenti il Magistrato provvisorio delle comunità suddette2.

Il 4 novembre seguente il nuovo Consiglio generale della comunità del Galluzzo, in conformità alla lettera del 15 ottobre 1814 della Camera della Comunità, delibera che per il futuro il Magistrato dei priori sia formato da cinque membri, compreso il Gonfaloniere, e il Consiglio generale da 20 membri, uno per ciascun popolo della comunità3.

Così come le magistrature locali non subirono cambiamenti fino all'entrata in vigore della legge comunale e provinciale del nuovo Stato italiano4, così il territorio comunale rimase inalterato fino al 1865, allorchè il R.D. del 26 luglio autorizzò il comune di Firenze ad estendere i confini fuori dalla propria cerchia muraria5. In quell'occasione andarono a far parte del comune di Firenze il popolo di S. Leonardo in Arcetri, la maggior parte di quelli di S. Margherita a Montici, S. Michele a Monteripaldi e S. Maria agli Scalzi (Badiuzza), e parzialmente quello di S. Felice a Ema6.


L'arruolamento militare era di pertinenza di una deputazione istituita con la notificazione dell'I. e R. Consulta dell'8 agosto 1826. La Deputazione del Galluzzo era composta dal Podestà, dal Gonfaloniere, dal primo Priore e dal Cancelliere7.

Dal 1853 (Sovrano Decreto del 18 febbraio) essa fu sostituita dal Consiglio di Reclutamento del Circondiario della Delegazione del quartiere di S. Spirito di Firenze, composto dai Gonfalonieri del Galluzzo, Legnaia, Casellina e Torri, Lastra a Signa e presieduto da un Delegato, con l'assistenza e funzione di segretario del Cancelliere del Galluzzo8.


Complessi archivistici prodotti:
Comunità del Galluzzo, 1814 - 1865 (fondo, conservato in Comune di Impruneta. Archivio storico)



icona top