Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Opera della Madonna del Renaio

Sede: Colle di Val d'Elsa (Siena)

Date di esistenza: 1560 - 1774

Intestazioni: Opera della Madonna del Renaio, Colle di Val d'Elsa (Siena), 1560 - 1774

Storia amministrativa:
Il forte impatto devozionale che circondò tradizionalmente il culto della Madonna del Renaio favorì senza dubbio nel 1560 la sua istituzionalizzazione all'interno dell'organigramma comunitativo 1 , ratificata da una pratica eletta ad hoc in Consiglio generale che stabilì l'elezione semestrale di sei operai incaricati dell'amministrazione dell'oratorio. Questi avevano facoltà di stanziare i denari ricavati dalle elemosine, nonché di quelli deputati dal Consiglio per la manutenzione dell'oratorio e per opere caritatevoli col consueto obbligo di tenerne diligente conto nei libretti dell'entrata e uscita, da far sottoporre a sindacato alla fine del loro mandato 2 . La successiva Riforma del 1561 ne previde l'imborsazione e l'estrazione sempre con cadenza semestrale e ne ratificò definitivamente il carattere squisitamente comunitativo attribuendo loro la funzione di "paciales et litium decisores", nonché di assistenza materiale ai carcerati 3 . L'ufficio degli operai venne definitivamente soppresso nel 1776 a seguito dell'entrata in vigore del nuovo Regolamento per la comunità di Colle 4 .




icona top