Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Depositeria fiscale del marchesato Riario

Sede: Castiglione d'Orcia (Siena)

Date di esistenza: 1605 - 1676

Intestazioni: Depositeria fiscale del marchesato Riario, Castiglione d'Orcia (Siena), 1605 - 1676

Storia amministrativa:
Con la carta di infeudazione di Castiglione d'Orcia dell'11 settembre 1605 1 il granduca Cosimo II concesse, tra l'altro, al marchese Giulio Riario la tassa di 419 lire che la comunità di Castiglione pagava annualmente alla Biccherna di Siena, l'esazione delle gabelle dei contratti e del bestiame grosso - detta del "piè tondo" 2 - , oltre alla cosiddetta "tassa dei bullettini", con il cui ricavato veniva pagato il salario del giusdicente. Per riscuotere e contabilizzare le somme versate dai castiglionesi venne pertanto istituita un'apposita amministrazione, detta depositeria fiscale.




icona top