Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Consiglio di podesteria

Sede: Castelfranco di Sotto (Pisa)

Date di esistenza: 1635 - 1781 1

Intestazioni: Consiglio di podesteria, Castelfranco di Sotto (Pisa), 1635 - 1781

Storia amministrativa:

La podesteria come organo di governo locale, per le questioni che riguardavano le diverse comunità comprese nel suo ambito territoriale, fu dotata di un organo deliberativo proprio, con l'avvento del principato mediceo.
A Castelfranco fino alle riforme leopoldine funzionò un Consiglio di podesteria formato da tre membri, cioè il gonfaloniere o un rappresentante per ciascuna del le tre comunità.
Dal 1776 i membri furono quattro, perchè vi fu aggiunto anche il rappresentante di Montecalvoli.
Il Consiglio che si riuniva nel palazzo della cancelleria di Castelfranco, deliberava in materia di distribuzione delle spese e delle tasse tra le comunità della podesteria (dazio del vicariato, tassa dei cavalli, salario del podestà, del cancelliere, dei re bargelli, spese per il mantenimento dei malfattori). Al Consiglio spettava anche la nomina del camarlingo della podesteria, scelto alternativamente tra quelli delle tre comunità.
Le deliberazioni dei rappresentanti erano verbalizzate in appositi registri dal cancelliere comunitativo.
Con l'abolizione di questo sistema di suddivisione delle spese fra le comunità (lettera della Camera delle Comunità del 9 giugno 1781) terminò anche la funzione del Consiglio della Podesteria.



Complessi archivistici prodotti:
Deliberazioni, 1635 - 1781 (serie, conservato in Comune di Castelfranco di Sotto. Archivio storico)



icona top