Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Podesteria di Castelfiorentino

Sede: Castelfiorentino (Firenze)

Date di esistenza: 1814 - 1865

Intestazioni: Podesteria di Castelfiorentino, Castelfiorentino (Firenze), 1814 - 1865

Storia amministrativa:

La Giudicatura di pace di Castelfiorentino venne soppressa, al pari delle altre istituzioni francesi, nel 1814 e vennero ripristinati il vicariato di San Miniato cui furono di nuovo sottoposte le podesterie di Castelfiorentino e Montaione (più Montespertoli)1. Il vicariato ebbe come riferimento il Governo civile di Livorno2. Nel 1838 con una nuova riforma la podesteria fu confermata di II classe, e ancora nel 1841 la podesteria di Castelfiorentino venne elevata a podesteria di 2o grado e ebbe un cancellerie comunitativo di 4a classe, comprendendo anche i territori di Certaldo e Montaione3. Per regolamento centrale, quindici giorni prima della scadenza del suo mandato, l'operato del podestà e del suo notaio veniva sottoposto a sindacato da parte di due sindaci nominati localmente. A questi due sindaci il podestà doveva consegnare "il libro degli atti civili et criminali" che doveva tenere rigorosamente durante il suo mandato e per il costo del quale, contestualmente alla consegna, veniva anche rimborsato con la cifra di sei lire.
Compito dei sindaci era inoltre quello di prendere dal podestà uscente l'inventario di quanto si trovava nella sua casa e di consegnarlo al nuovo podestà.

Nel 1865 la legge sull'unificazione amministrativa segnò la costituzione, nell'ambito dello Stato unitario, del moderno comune di Castelfiorentino.


Soggetti produttori collegati:
Podesteria di Castelfiorentino, Castelfiorentino (Firenze), 1772 - 1808 (predecessore)




icona top