Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Giudicatura di Pace di Castelfiorentino

Sede: Castelfiorentino (Firenze)

Date di esistenza: 1808 - 1814

Intestazioni: Giudicatura di Pace di Castelfiorentino, Castelfiorentino (Firenze), 1808 - 1814

Storia amministrativa:

In applicazione del nuovo ordinamento giudiziario, seguito all'annessione della Toscana all'Impero napoleonico, Castelfiorentino divenne capoluogo di cantone e, come detto, sede di Giudicatura di pace, compresa nel dipartimento del Mediterraneo, nel circondario della sottoprefettura di Livorno. La giudicatura comprese i popoli ed i territori appartenuti alla soppressa podesteria di Castelfiorentino, limitatamente al territorio che allora costituiva la mairie di Castelfiorentino, comprensiva dei popoli delle comunità leopoldine di Castelfiorentino, Montespertoli e Certaldo. Quest'ultimo infatti era stato declassato e non fu più sede di tribunale.
La giudicatura di Castelfiorentino fu così articolata nei due ambiti di Castelfiorentino e Certaldo; il primo comprendeva i comunelli di San Bartolomeo a Corbinaia, San Bartolomeo a Martignana (in parte compreso nel comune di Montespertoli), San Bartolomeo a Sala, San Giusto a Campornese, Santa Maria a Celaura (in parte compreso nel comune di Montespertoli), Santa Lucia e Sant'Ippolito alla Pieve Vecchia, San Donato ad Aiano, Pieve di Castello o Sant'Ippolito di Castelfiorentino, Santa Maria a Petrazzi, San Martino alle Fonti, San Matteo a Granaiolo, San Prospero a Cambiano, Sant'Andrea a Monteravoli, San Michele a Vallecchio, San Iacopo a Gricciano, San Piero a Pisangoli, San Niccolò a Collepatti, Santa Margherita a Lungotono; il secondo comprese invece i comunelli di Sant'Angelo a Nebbiano, Santa Cristina a Metato, San Donato a Lucardo, San Gaudenzio, San Giorsolé, Sant'Ippolito a Megognano, Santa Lucia a Casalecci, San Lazzero, San Martino a Majano, Santa Maria a Casale, Santa Maria Novella, San Martino a Niasoli, Santa Maria e Lancialberti, San Miniato a Maggiano, Santa Margherita a Sciano, San Michele a Semifonti, san Michele a Monte, Santa Maria a Lucardo, San Piero al Tugiano, Santo Stefano a Bagnano, San Tommaso a Certaldo1.
La giudicatura era retta da un giudice con limitate competenze in materia civile e di polizia correzionale.


Per saperne di più:
Giudicatura di pace di Castelfiorentino - SIUSA




icona top