Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Podesteria di Montaione

Sede: Montaione (Firenze)

Date di esistenza: 1772 - 1808

Intestazioni: Podesteria di Montaione, Montaione (Firenze), 1772 - 1808

Storia amministrativa:

La podesteria minore di Montaione fu istituita nel 1772 a seguito delle riforme leopoldine; prima di quella data il suo territorio - composto anche dai popoli di Castelnuovo, Coiano, Santo Stefano, Collegalli, San Quintino e Canneto provenienti dall'Ufficialato di Cigoli - aveva fatto parte della podesteria di Barbialla, Gambassi e Montaione. La nuova circoscrizione risultò quindi più piccola e decurtata di tutti quei territori annessi alla podesteria di Barbialla e Gambassi, che sarebbero tornati a farne parte più tardi.
Con il 1772 i podestà perdettero le attribuzioni amministrative precedentemente connesse alla loro carica e la loro attività fu limitata al solo esercizio della giustizia civile.
Dal 1784, in seguito alla soppressione del vicariato di Certaldo, la podesteria di Castelfiorentino fu sottoposta interamente al vicario di San Miniato e assunse le competenze civili anche sul territorio di Certaldo; per ciò che concerneva il criminale fu sottoposta invece al vicariato di San Miniato.
Con la stessa riforma fu soppressa anche la podesteria autonoma di Barbialla e Gambassi e i suoi territori furono sottoposti a quella di Montaione, con l'obbligo per il podestà di recarsi a Gambassi ogni quindici giorni.
La podesteria fu soppressa nel 1808 quando, a seguito dell'annessione della Toscana all'Impero francese, vennero introdotti anche gli ordinamenti giudiziari vigenti in Francia. Anche la podesteria di Montaione fu soppressa nel 1808 quando, a seguito dell'annessione della Toscana all'Impero francese, vennero introdotti anche gli ordinamenti giudiziari vigenti in Francia.





icona top