Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Sindaco

Sede: Viareggio (Lucca)

Date di esistenza: 1865 - 1868

Intestazioni: Sindaco, Viareggio (Lucca), 1865 - 1868

Storia amministrativa:

La legge del 23 ottobre 1859, che riformava gli istituti amministrativi provinciali e comunali, promulgata dopo l'unione della Lombardia al Regno Sardo, fu poi estesa, nel movimento delle annessioni, alle altre regioni d'Italia ad eccezione della Toscana, che venne governata con regolamento speciale, coerente alle tradizioni e alle istituzioni del paese.
Questa difformità nell'ordinamento amministrativo delle diverse provincie italiane creava confusione ed era contraria anche al principio di eguaglianza consacrato dallo Statuto. Perciò, si rese necessaria l'unificazione della legislazione amministrativa per dotare l'Italia di una legge comunale e provinciale che fosse uguale per tutto il Regno.
Così, il 20 marzo 1865, venne promulgata la nuova legge comunale e provinciale, estesa a tutto il territorio nazionale, e l'8 giugno 1865 fu emanato il R. Decreto n. 2321, col quale veniva approvato il regolamento per l'esecuzione della suddetta legge.
Da quella data, cessò anche a Viareggio la funzione di Gonfaloniere e subentrò quella di Sindaco. Secondo la nuova legge comunale e provinciale, il Sindaco era di nomina regia, però la sua scelta doveva avvenire tra i consiglieri eletti a suffragio diretto.
Successivamente fu introdotto il sistema elettivo anche per il Sindaco. Prima, nel 1889, limitatamente ai Comuni capoluoghi di provincia o di circondario, o aventi una popolazione superiore ai 10 mila abitanti; nel 1896, per tutti i Comuni.




icona top