Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Governatore (secondo periodo)

Sede: Viareggio (Lucca)

Date di esistenza: 1833 - 1845

Intestazioni: Governatore (secondo periodo), Viareggio (Lucca), 1833 - 1845

Storia amministrativa:

Il duca Carlo Lodovico, con suo decreto del 23 maggio 1833, ripristina la carica di Governatore di Viareggio, nominando a ricoprire tale ruolo il marchese Alfonso Cittadella, che già ricopre quella di Gonfaloniere:

"Noi Carlo Lodovico di Borbone, Infante di Spagna, ecc. ecc., Duca di Lucca;

"Volendo dare al Sig. Alfonso Cittadella una luminosa testimonianza della Nostra piena soddisfazione per lo zelo e per la intelligenza con cui ha adempiuto e adempie alle incombenze di Gonfaloniere e Comunità di Viareggio, ed a quelle di Commissario della Reale Marina, e per i notabili miglioramenti da esso introdotti nella detta Città e suo Circondario;

"Considerando che collocato Egli in una carica più eminente potrà maggiormente contribuire alla prosperità della Città di Viareggio e suo Circondario e della Reale Marina;

"Di nostro Motu-proprio abbiamo decretato e decretiamo:

"Art. 1 - Il Sig. Alfonso Cittadella è promosso alla carica di Governatore della nostra Città e Comunità di Viareggio; come tale goderà degli onori inerenti alla stessa carica ed avrà tutte quelle attribuzioni che con altro Decreto saranno da noi determinate.

"Art. 2 - Il Nostro Ministro Segretario di Stato per gli Affari Esteri ed Interni è incaricato della esecuzione del presente Nostro Motu-proprio che sarà impresso e promulgato.

Dato in Vienna questo dì 23 maggio 1833.

CARLO LODOVICO Ascanio Mansi

Con altro decreto, emanato nello stesso giorno, vengono indicate le attribuzioni del Governatore di Viareggio:

"Noi Carlo Lodovico di Borbone, Infante di Spagna, ecc. ecc., Duca di Lucca; "Veduto il Nostro decreto di questo giorno col quale abbiamo nominato Governatore della Città e territorio di Viareggio il Sig. Alfonso Cittadella;"Abbiamo decretato e decretiamo:

"Art. 1 - Il Governatore di Viareggio continuerà ad avere le attribuzioni di Gonfaloniere comunitativo, quelle di Commissario della Marina, della Sanità Marittima e della Direzione delle Macchie e Pinete, e le altre concernenti la direzione, esecuzione dei lavori intorno alla Fossa Burlamacca,.ai termini del Nostro decreto del 27 Giugno 1827, ferma stante la dipendenza del Nostro Ministro dell'Interno, giusta il prescritto dai vigenti Regolamenti.

"Art. 2 - D'ora in avanti il Regio Commissariato delle Acque e Strade prima di proporre e fare eseguire dei lavori nella Città, Porto e Comunità di Viareggio, darà comunicazione degli analoghi progetti al Governatore per sentire le di Lui osservazioni.

"Art. 3 - La Presidenza del Buon Governo incaricata della Direzione Generale della Forza Armata darà partecipazione al Governatore delle disposizioni che si dovessero eseguire nel territorio della suddetta Comunità concernenti il servizio della Forza Armata.

"Art. 4 - Il Governatore avrà il titolo di Eccellenza, e la precedenza su tutte le altre Autorità Civili e Militari residenti nel Circondario della Città e Comune di Viareggio, non ostante il disposto del Decreto de' 14 Novembre 1826, sulle precedenze.

"Art. 5 - L'emolumento del Governatore è stabilito nella somma di scudi trentacinque mensuali a contare da questo giorno.

"Art. 6 - I Nostri Ministro Segretario di Stato per gli Affari Esteri e Interni, e Consiglieri di Stato Presidente di Grazia e Giustizia, e Direttore Generale delle Finanze, sono incaricati ciascuno in ciò che lo concerne, della esecuzione del presente Decreto che sarà inserito nel Bollettino delle Leggi.

Dato in Vienna li 23 Maggio 1833.

CARLO LODOVICO Ascanio Mansi





icona top