Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Maire

Sede: Viareggio (Lucca)

Date di esistenza: 1808 - 1815

Intestazioni: Maire, Viareggio (Lucca), 1808 - 1815

Storia amministrativa:

Il 4 giugno 1805, gli Anziani della repubblica di Lucca determinarono di pregare Napoleone Bonaparte a volersi degnare di affidare il governo lucchese ad un principe della sua famiglia. Il 24 delle stesso mese, Napoleone, da Bologna, firmò lo Statuto costituzionale dello Stato di Lucca, che venne affidato a Felice Baciocchi, principe di Piombino, ed in caso di morte, alla principessa Elisa Bonaparte, sua consorte, e quindi ai loro diretti discendenti.

Il principe Baciocchi assunse il titolo di Principe di Lucca e di Piombino e venne qualificato come "Altezza Serenissima". Di fatto, però, chi governò il Principato fu Elisa, che seppe essere del tutto ossequiente ai voleri dell"illustre fratello.

Durante il periodo del Principato, Viareggio e lo Stato lucchese subirono diversi cambiamenti di ordinamento amministrativo: i consigli municipali ebbero varie denominazioni, molte magistrature vennero create ed altre abolite, fino a che si giunse alla nomina dei Maires.

La Comunità di Viareggio, durante il periodo precedente al Principato, sotto i governi provvisori francesi ed austriaci, era amministrata da due governatori, con funzioni di presidente e di vice-presidente. Al momento della costituzione del Principato di Lucca si trovavano in carica:

Primo governatore, presidente: Paolo Landucci.

Secondo governatore, vice-presidente: Pier Antonio Baroni.

Membri del Parlamento Comunitativo: Francesco Ricci, Domenico Maffei, Pasquale Pomposi, Lorenzo Fambrini.

Amministratori: Pietro Fabbri, Donato Giannini, Luigi Simoncini, Iacopo Puosi, Silvestro Partiti, Giovanni Domenico Lippi, Giuseppe Da Valle, Stefano Landi, Francesco Del Re, Iacopo Michetti, Antonio Passaglia, Giovanni Carlo Belli, Bernardo Ghilarducci, Francesco Canova, Giuseppe Malfatti, Carlo Dinelli.

Il 27 gennaio 1806, lo Stato lucchese venne suddiviso in 15 Cantoni, tra cui quello di Viareggio, che comprendeva, oltre Viareggio capoluogo, le seguenti Comunità: Bargecchia, Bozzano, Corsanico, Gualdo, Massarosa, Mommio, Montigiano, Pieve a Elici, Quiesa, Stiava, Torre del Lago. Quale Commissario del Cantone di Viareggio venne nominato Carlo Raimondo Trenta.

I Commissari di Cantone restavano in carica per quattro anni. Ad essi vennero assegnate le giudicature di competenza dei Giudici di Pace, carica quest'ultima che venne abolita.

II 13 maggio dello stesso anno, il territorio lucchese venne nuovamente suddiviso in tre Prefetture: Lucca, Massa e Castelnuovo, a loro volta suddivise in Cantoni.

Il 29 ottobre 1808, si ha un'ulteriore suddivisione dello Stato: i Commissari di Cantone vengono aboliti e, per ogni Comune, viene nominato un Maire.

Sotto la giurisdizione del Comune di Viareggio vengono assegnate le parrocchie di Torre del Lago, Massarosa, Gualdo, Pieve a Elici, Montigiano, Corsanico, Bargecchia, Stiava, Mommio, Bozzano e Quiesa. Il 27 novembre 1808, viene nominato Maire di Viareggio il sacerdote don Tommaso Belluomini.

Ecco la composizione della Municipalità di Viareggio, alla fine del 1808:

Maire

Belluomini Tommaso

Aggiunti del Maire

Baroni Giuseppe e Landi Stefano

Consiglieri Municipali

Per Viareggio: Da Valle Giuseppe, Lippi Domenico, Arrighini Luigi, Ghiselli Agostino, Simoncini Luigi, Partiti Matteo, Ghilarducci Giuliano, Del Magro Giovacchino, Landucci Paolo, Maffei Nicolao.

Per Torre del Lago: Simonetti Domenico, Lombardi Bartolomeo.

Per Massarosa: Baroni Santi, Martelli Andrea.

Per Pieve a Elici: Aliani Giovanni Battista.

Per Montigiano: Polloni Bartolomeo.

Per Corsanico: Piccioli Luigi, Simonini Michele.

Per Bargecchia: Morgantini Bartolomeo, Lunardi Lazzaro.

Per Stiava: Bigongiari Luigi, Lazzarini Pellegrino.

Per Mommio: Maffei Biagio.

Per Bozzano: Rontani Matteo, Mariani Andrea, Checchi Gregorio.

Per Quiesa: Frati Giovanni Jacopo, Franceschi Niccodemo, Ragghianti Giuseppe.

Per Gualdo: Chelucci Francesco.

Per Quiesa: Frati Giovanni Jacopo, Franceschi Niccodemo, Ragghianti Giuseppe.

Per Gualdo: Chelucci Francesco.

L'elenco nominativo dei Maires di Viareggio è già stato riportato a pagina 18.




icona top