Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Inventari - Ordine alfabetico » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Inventario dell'archivio storico comunale di Montale

Tipologia: inventario analitico

a cura di Alessandro Marucelli

patrocinio: Provincia di Pistoia, in collaborazione con Regione Toscana

Pubblicazione: Firenze, All'Insegna del Giglio s.a.s., 1990

Descrizione fisica: 187, ill. 2 a colori, mm. 240 x 170

Collezione: Beni Culturali / Provincia di Pistoia, 3

Numeri: ISBN - 88-7814-074-0

Contenuti:

Il presente inventario è la prima tappa di un programma che come Amministrazione Provinciale abbiamo intrapreso ed intendiamo portare avanti per la salvaguardia delle fonti documentarie presenti sul territorio.
Il volume ha un antecedente "Gli archivi comunali della Provincia di Pistoia", uscito nel 1987 e che ha inteso essere uno strumento di lavoro per impostare il complessivo progetto di riordino ed inventariazione delle carte.
Raccogliamo oggi il primo frutto di una collaborazione avviata con i Comuni, la Regione Toscana e la stessa Sovrintendenza Archivistica che ci ha seguito con attenzione e disponibilità.
La collana proseguirà con la pubblicazione di altri inventari già pronti; oggi restituiamo alla Comunità di Montale la propria storia e ringraziamo il Sindaco e l'Amministrazione Comunale che hanno con il loro impegno permesso l'edizione del volume.

Simonetta Pecini
Assessore alla Cultura della Provincia di Pistoia



Il lavoro di ordinamento di un archivio storico comunale è finalizzato non solo alla sistemazione metodica, secondo determinati criteri dettati dalla dottrina archivistica1, delle unità documentarie che lo compongono, ma anche alla ricerca paziente, fin dove è possibile, di tutte quelle informazioni che occorrono per ricostruire la storia dell'archivio, per rintracciare le vicende attraverso le quali esso è passato. In questa ricerca, limitatamente ai complessi documentari preunitari, un punto fermo è costituito dall'"istruzione" diramata nel 1746 da Pompeo Neri, auditore della Consulta, ai cancellieri comunitativi del Granducato, allo scopo di raccogliere tutti i dati conoscitivi possibili sulla consistenza e tipologia degli archivi non più correnti delle comunità, dei luoghi pii, dei tribunali, da essi custoditi2. Gli elenchi descrittivi, corredati sovente di notizie storico-istituzionali sul territorio e sulle comunità della circoscrizione, che nell'occasione i cancellieri redassero, costituiscono una preziosa fonte di informazioni per la raccolta di quegli elementi conoscitivi a cui prima si accennava, allo scopo anche di accertare le assai frequenti dispersioni di materiale archivistico che nel corso del tempo sono avvenute3. Nel caso di Montale purtroppo non ci è stata tramandata, o forse non fu mai scritta, la risposta al Neri del cancelliere delle Podesterie di Pistoia, così chiamato in quanto, pur risiedendo a Pistoia, svolgeva la funzione di ufficiale di governo e di responsabile degli archivi per il territorio extra cittadino compreso nelle tre Podesterie (intese come circoscrizioni sia amministrative che giurisdizionali sottoposte al controllo del Podestà) di Montale, Serravalle e Tizzana (Quarrata). Pari sfortuna si è avuta per quanto riguarda il reperimento dell'inventario che avrebbe dovuto essere compreso fra quelli ricompilati nel periodo 1840-1853 dai cancellieri granducali e fra i quali invece non figura4.
Nell'archivio della Cancelleria delle Podesterie sono stati rinvenuti comunque alcuni elenchi manoscritti, riferentisi al periodo 1798-1833, che contengono la descrizione sommaria delle carte d'archivio e delle nuove accessioni annuali, redatti da delegati delle comunità nell'occasione di inventariazioni generali dei documenti e delle suppellettili conservati in cancelleria o al momento del passaggio delle consegne da un cancelliere all'altro5. Tali elenchi furono compilati con un criterio assai approssimativo di distinzione e di descrizione degli atti e quindi essi si limitano a rappresentare la loro semplice disposizione materiale nei diversi locali della cancelleria e forniscono, si potrebbe dire, una sorta di "immagine fotografica" della loro consistenza e della loro tipologia. Dal più antico di questi elenchi l'archivio comunale di Montale risulta composto nel 1798-99 da poco meno di 220 unità documentarie, che diventano circa 380 nel 1822: le unità attualmente conservate nell'archivio preunitario anteriori al 1822 sono circa 220, il che significa che da quella data ad oggi ne sono andate disperse, per il periodo che va dalla seconda metà del secolo XVI al 1822, circa 160. Anche le dispersioni avvenute successivamente, fino all'unità d'Italia, sono state cospicue, dato che i "pezzi" del preunitario posteriori al 1822 sono solo circa una settantina.
Non ci sono pervenute le filze che raccoglievano gli atti preparatori, "portate" e "reparti", per il pagamento della tassa di macine da parte dei contribuenti, filze la cui presenza nell'archivio di Montale , ancora negli anni '30 dell'Ottocento, è testimoniata dagli elenchi sopra menzionati. Altra lacuna è costituita da circa 50 registri di estimi, di campioni e di volture di proprietà (1664-1797), la cui conservazione era di solito diligentemente curata dai cancellieri: 28 di essi sono a tutt'oggi reperibili nell'Archivio di Stato di Firenze6, ma non è stato possibile accertare se si tratta delle copie che a quel tempo si trovavano nella cancelleria o degli originali che di solito gli uffici finanziari fiorentini custodivano.
Si sono invece salvati pressoché tutti i registri delle deliberazioni della Podesteria, della comunità leopoldina e della comunità post-1814: sono andati perduti infatti solo i volumi dal 1584 al 1604 e dal 1759 al 1783 (quelli dei periodi 1584-1604 e 1759-1774 erano mancanti già alla fine del secolo XVIII). Non vi è al contrario più traccia, continuando il confronto con i vecchi elenchi , di alcuni volumi di statuti, cioè quello di Agliana del 1452, di Treppio del 1636, di Montale del 16337, mentre un volume di capitoli di Montale che va dal 1487 al 1622 e uno del comunello di Treppio del 1572 si trovano attualmente nell'archivio del cancelliere che è frammisto a quello del comune di Serravalle8. In questo fondo documentario si trovano anche una filza di atti e lettere (1775-1780), un registro di osservazioni ai saldi (1780-1810), un ruolo della tassa di famiglia (1828) e infine 14 registri della riscossione del grano e segale dei comunelli della Podesteria dal 1621 al 1679 e degli anni 1754-559.
Infine fra le perdite che possiamo documentare risultano esservi quelle di un volume intitolato "Ragguaglio di pesi e misure" non datato, un volume di "Collette annuali" (1720-1727)10, un "Campione di strade" (1777), un inventario della Podesteria (1774-1785). Per quanto riguarda la reperibilità di materiale documentario attinente a Montale in altri archivi, occorre innanzitutto rammentare le filze degli atti civili del tribunale del Podestà custodite dall'Archivio di Stato di Pistoia, al quale sono pervenute insieme al deposito dell'archivio comunale di Pistoia11. Presso l'Archivio di Stato di Pistoia sono inoltre riuniti i registri dello stato civile per gli anni 1866-190312. L'Archivio di Stato di Firenze conserva 4 volumi di statuti e di capitoli di Agliana e Montale, afferenti al periodo 1407-161313, 5 volumi di statuti di vari altri comunelli della Podesteria (1407-1656)14 ed infine un volume analogo che contiene capitoli dei comunelli di Treppio, Fossato e Tobbiana e uno statuto completo della Podesteria del 163315: da quest'ultimo si è attinto in maniera particolare per prendere in esame l'organizzazione istituzionale ed amministrativa del territorio che in età moderna è venuto a formare l'attuale comune di Montale16. Occorre poi ricordare che presso la Biblioteca Forteguerriana di Pistoia fra i fondi manoscritti si trova una copia degli statuti di Agliana risalenti al 1415 con aggiunte e approvazioni fino al 165717.

(Ringrazio le colleghe Sandra Pieri e Raffaella Zaccaria per i preziosi consigli che mi hanno dato nel corso del lavoro.)

Alessandro Marucelli



Riguardo alla descrizione delle singole unità archivistiche, in particolare dell'archivio preunitario, sono stati adottati i seguenti criteri:
- la data dei documenti è riportata allo stile moderno;
- quando si è ritenuto significativo ripetere l'intitolazione originale, questa è indicata con il carattere corsivo;
- le ricostruzioni di nomi e di date sono indicate con la parentesi quadra, mentre le lacune nel testo e nella successione cronologica sono segnalate con una linea punteggiata;
- per ogni unità archivistica è stato indicato il tipo di condizionamento esterno e, quando possibile, il numero delle carte o pagine. La locuzione "carte scritte" vuole evidenziare la presenza di carte bianche;
- con uno, due e tre asterischi si è voluto avvertire delle più o meno gravi condizioni di deterioramento delle unità documentarie.

Sono state usate le seguenti abbreviazioni:
ca. = circa
c. - cc. = carta, carte
cart. = cartone
c.s. = come sopra
n.n. = non numerate
p. - pp. = pagina, pagine
perg. = pergamena
reg. = registro
s.d. = senza data
sost. = sostituto

Sigle archivistiche:
ASF = Archivio di Stato di Firenze
ASP = Archivio di Stato di Pistoia
ASCM = Archivio Storico del Comune di Montale

Si dà infine l'esatta indicazione bibliografica della legislazione a stampa citata, a fianco della forma abbreviata con la quale compare nel testo:
Bandi e Ordini = Bandi e Ordini da osservarsi nel Granducato di Toscana, voll. 1-66, Firenze 1747-1859
Bollettino delle Leggi = Bollettino delle Leggi, Decreti imperiali e Deliberazioni della Giunta di Toscana, pubblicate nel Dipartimento dell'Arno, dell'Ombrane e del Mediterraneo, voll. I-XVIII, Firenze 1808-1811



PARTE PRIMA: ARCHIVIO PREUNITARIO (1560-1865)

I. Archivio della Podesteria di Montale e Lega di Agliana poi Comunità di Montale

Deliberazioni e partiti

Comunità leopoldina

Imborsazioni e tratte

Luoghi pii

Carteggio e atti

Estimo

Dazio dei possidenti

Dazzaioli

Tassa del macinato

Reparti

Dazzaioli

Saldi

Imposizioni straordinarie

Saldi

Saldi dei comunelli

Badia al Montale

Catugnano

Colle e Fognano

Fossato

Iandaia

Luicciana

Migliana

Pieve al Montale

Tobbiana

Torri

Treppio

Usella

Moso

S. Michele Agliana

S. Niccolao Agliana

S. Piero Agliana

Settola

Saldi della podesteria del Montale

Saldi della Lega di Agliana

Saldi della comunità leopoldina

II. Atti dell'ufficio del depositario dei pegni

Quaderni dei pegni

Rimesse dei pegni

Saldi dei pegni

III. Atti del cancelliere

IV. Archivio della Mairie di Montale

Carteggio e atti

Amministrazione finanziaria

Stato civile

V. Archivio della Comunità di Montale

Deliberazioni magistrali e consiliari

Imborsazioni

Carteggio e atti

Corrispondenza ministeriale

Atti magistrali

Mantenimento di strade

Campioni di strade

Registri di accolli

Contratti di accollo

Arruolamento militare

Deliberazioni della deputazione

Atti della deputazione

Registri delle riscossioni

Reparti dei contributi

Registri dei coscritti

Guardia civica

Elezioni

Proventi comunitativi

Tassa prediale e dazio comunitativo

Dazzaioli

Tassa di famiglia

Stati d'anime

Dazzaioli

Repertori delle assegnazioni

Bilanci di previsione e conti consuntivi

Documenti di corredo ai saldi

VI. Atti vari

VII. Archivio dell'aiuto ingegnere poi ingegnere di circondario

Stradari

Missive

Carteggio e atti

Perizie di fabbricati

(V.N. = Vecchio Numero)

V.N.
1 1
2 2
3 3
4 4
5 5
6 32
7 6
8 7
9 8
10 185
11 9
12 10
13 11
14 12
15 13
16 14
17 15
18 16
18 bis 33
19 34
20 35
21 36
22 37
23 24
24 38
25 39
25 bis 29
26 40
27 41
28 42
29 28
30 43
31 44
32 45
33 46
34 190
35 191
36 47
37 48
38 49
39 50
40 17
41 51
42 52
43 94
44 53
45 54
46 30
47 95
48 55
48 bis 56
49 18
50 57
51 58
52 96
53 97
54 59
55 60
56 98
57 25
58 99
59 61
60 62
61 63
62 64
63 19
64 100
65 65
66 66
66 bis 101
67 67
68 68
69 102
70 69
71 70
72 103
73 20
74 71
75 72
76 115
77 116
78 104
79 26
80 27
81 73
82 74
83 105
84 106
85 107
86 108
87 75
88 76
89 117
90 21
91 109
92 110
93 77
94 78
95 79
96 80
97 91
98 81
99 82
100 22
101 31
102 83
103 84
104 93
105 85
106 86
107 87
108 88
109 23
110 89
111 118
112 90
112 bis 200
113 278
114 209
115 198
116 252
117 248
118 249
119 250
120 253
121 193
122 227
123 210
124 251
125 211
125 bis 281
126 228
127 194
128 255
129 284
130 232
131 212
132 282
133 285
134 288
135 292
136 289
137 192
138 287
139 221
140 290
141 213
142 243
143 244
144 291
145 195
146 222
147 233
148 219
149 223
150 215
151 224
152 220
153 186
154 163
155 187
156 159
157 188
158 149
159 168
160 136
161 155
162 175
163 169
164 146
165 140
166 124
167 132
168 121
169 165
170 130
171 176
172 170
173 127
174 153
175 143
176 161
177 137
178 112
179 150
180 119
181 177
182 171
183 147
184 133
185 156
186 172
187 141
188 125
189 128
190 178
191 189
192 122
193 138
194 151
195 173
196 158
197 166
198 144
199 134
200 164
201 131
202 154
203 162
204 120
205 148
206 157
207 142
208 126
209 129
210 139
211 152
212 174
213 179
214 123
215 160
216 145
217 167
218 135
219 181
220 180
221 182
222 183
223 184
224 286
225 111
226 114
227 201
228 257
229 258
230 197
231 259
232 260
233 261
234 262
235 263
236 264
237 256
238 265
239 266
240 267
241 268
242 269
243 270
244 271
245 272
246 273
247 274
248 275
249 276
250 216
251 217
252 214
253 242
254 207
255 208
256 202
257 205
258 203
259 204
260 206
261 225
262 226
263 92
264 280
265 *
266 241
267 238
268 239
269 240
270 234
271 235
272 236
273 237
274 230
275 231
276 245
277 199
278 218
279 254
280 279
281 246
282 247
283 283



PARTE SECONDA: ARCHIVIO POSTUNITARIO (1865-1950)

Archivio postunitario del Comune di Montale

I. Protocolli delle deliberazioni del Consiglio

II. Protocolli delle deliberazioni della Giunta

III. Estratti delle deliberazioni del Consiglio e della Giunta

IV. Protocolli della corrispondenza

Protocolli della corrispondenza dell'Ufficio Annonario

Protocolli della corrispondenza comunale

V. Carteggio e atti degli affari comunali

VI. Affari elettorali

VII. Tributi comunali

VIII. Assistenza militare

IX. Bilanci di previsione

X. Conti consuntivi e verbali di chiusura dell'esercizio finanziario

XI. Libri mastri

XII. Giornali di entrata e di uscita

XIII. Mandati di entrata e di uscita

XIV. Liste di leva

XV. Ruoli matricolari e liste dei riformati

Registri di liste di riformati chiamati a nuova visita

Registri dei ruoli matricolari

XVI. Registri degli atti di cittadinanza

XVII. Registri degli atti di nascita

XVIII. Registri degli atti di matrimonio

XIX. Registri degli atti di morte

XX. Indici dei registri di stato civile

Indici decennali degli atti di nascita

XXI. Censimenti della popolazione

XXII. Registro della popolazione

XXIII. Atti del movimento della popolazione

XXIV. Registri del movimento della popolazione

XXV. Registri vari



Note: Nelle "Avvertenze per la consultazione" si legge che "con uno, due e tre asterischi si è voluto avvertire delle più o meno gravi condizioni di deterioramento delle unità documentarie." Per tradurre la volontà del curatore e inserire questa informazione nel tag "statoConservazione" si è attribuito ad un asterisco il valore "lievemente danneggiato", a due il valore "danneggiato" e a tre il valore "gravemente danneggiato".

Codifica:
Stefania Salsi, dicembre 2013 - gennaio 2014
Paolo Santoboni, revisione, febbraio 2014

icona top