Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Podesteria

Livello: fondo

Estremi cronologici: sec. XIII - 1782 mar. 6

Consistenza: 645 unità

Le Podesterie costituiscono il primo tentativo di realizzare una rete di raccordo tra i governi locali (spesso riuniti in Leghe di Popoli o Pivieri) e quello centrale. L'organismo acquisì forma compiuta nel corso del XIV secolo, i Podestà locali erano dunque rappresentanti del governo fiorentino e amministratori della giustizia civile (quella criminale era competenza del Vicario). La definizione delle competenze di un podestà poteva variare molto a seconda delle disposizioni specifiche dei diversi territori e le consuetudini locali. Soltanto le riforme giudiziarie del 1772 uniformarono definitivamente le competenze dei podestà e abolirono tutte le particolarità e le eccezioni ancora vive su tutto il territorio dello stato.
Presso l'Archivio di Stato di Pisa nel Fondo Montanelli Della Volta (1312- 1813) si trovano sessantasette unità documentarie relative ad Atti civili dei podestà di Fucecchio. Si tratta di frammenti, ma anche di intere filze, di atti civili, criminali, sindacati, appelli, citazioni e condanne dal 1316 al 1534.




icona top