Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Tribunale del danno dato

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1330 - 1765 lug. 25

Consistenza: 17 unità

Il Tribunale del danno dato era retto da un notaio locale e regolamentava le diatribe per danneggiamenti di beni agricoli sia della comunità che di privati. A seguito di denuncie per taglio abusivo di alberi o fieno, raccolta non autorizzata di frutta o ortaggi, danni di vario tipo provocati da greggi o armenti al pascolo su terreni altrui, il giusdicente incaricato dalla magistratura comunitativa emetteva poi sentenze e condanne, in genere pecuniarie, ma che potevano arrivare anche alla imposizione di tratti di fune o staffilate. La legge del 20 giugno 1570 1 impose alle diverse comunità sedi di Tribunale di danno dato di dotarsi di appositi Statuti. L'ufficiale giusdicente era affiancato da un Campaio, una Guardia e un Messo comunitativo. Con la Riforma giudiziaria del 1772 il Tribunale del danno dato venne soppresso e le sue competenze furono trasferite al Tribunale vicariale. A Fucecchio la documentazione rimasta è molto frammentaria e relativa prevalentemente al secolo XIV. L'unità documentaria n. 1537 è stata ricostruita accorpando fascicoli ritrovati separatamente. A fianco a questo tribunale ve n'era uno specifico per la zona delle Cerbaie, in alcuni anni, come testimoniato dalla filza n. 1542 lo stesso ufficiale si occupava di entrambi.




icona top