Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Archivio Bonci Casuccini

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1770 - 1970

Consistenza: 283 unità

1770 - 1970 Con testamento pubblico del 24 giugno 1970, ai rogiti del Notaio Dott. Cinelli di Chiusi, da questi pubblicato con verbale 2 luglio 1970 e registrato a Sarteano l'11 detto al n. 640 vol. 102, la Sig.ra Caterina Giunti ved. Bonci Casuccini, deceduta a Chiusi il 26 giugno 1970, lasciava alla Società di Esecutori di Pie Disposizioni di Siena - Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza di antichissima origine - tutto il patrimonio immobiliare rustico ed urbano, ad eccezione di alcuni legati, con obbligo di destinare il patrimonio stesso ad opere di bene in memoria sua e del suo defunto marito l'Ing. Guido Bonci Casuccini.
L'Ing. Bonci Casuccini era stato Socio e Consigliere della Società di Esecutori di Pie Disposizioni dal 1936 al 1960, anno della morte. L'eredità di Caterina Giunti si componeva di terreni situati in Chiusi, loc. Il Colle, Poggio Gallina, Bagnolo e di unità immobiliari in Chiusi Città, Via Mecenate, Via Baldetti, Via Bonci e via Porsenna (Palazzo Bonci Casuccini).
Nel 1992 la Società di Esecutori di Pie Disposizioni incluse i beni immobili suddetti in un programma di alienazioni destinate al finanziamento della realizzazione di una Residenza Sanitaria Assistenziale per anziani non autosufficienti e di una Residenza Assistita per anziani autosufficienti in Siena, Via Piccolomini, programma approvato l'anno successivo dalla Giunta Regionale Toscana, previa acquisizione del parere favorevole dei comuni di competenza.
Le residenze per anziani - la RSA Villa San Bernardino e la RA Villa I Lecci - sono state inaugurate nel 2008 e sono tuttora gestite dalla Società di Esecutori di Pie Disposizioni, nel frattempo trasformatasi in associazione Onlus, iscritta al registro regionale delle persone giuridiche private.
Al momento della vendita della unità immobiliare in Via Bonci già adibita a scrittoio aziendale, l'archivio ivi contenuto, costituito da libri contabili e varia documentazione amministrativa relativa alla gestione dei possedimenti rustici della famiglia Bonci Casuccini dal 1758 al 1970, fu inventariato dalla Società e consegnato in deposito al Comune della Città di Chiusi, che aveva manifestato interesse per tale fondo documentario, da collocare in alcuni locali del Palazzo Bonci Casuccini acquistati dalla stessa Civica Amministrazione per scopi culturali. In base alla convenzione stipulata il 21 ottobre 1999 e tuttora vigente, detti documenti, con gli arredi originali che li contenevano, furono dunque trasferiti al Comune della Città di Chiusi dalla Società di Esecutori di Pie Disposizioni, che ne mantiene la proprietà, allo scopo di valorizzare e rendere accessibile agli studiosi una organica e rara raccolta attinente la gestione di una tenuta dell'agro chiusino dal XVIII al XX secolo. Presso la sede della Società di Esecutori di Pie Disposizioni Onlus in Siena, rimane conservata la documentazione relativa alla successione Caterina Bonci ved. Giunti Casuccini, alla sua accettazione, alla gestione del patrimonio immobiliare fino alle alienazioni attuate negli anni novanta del Novecento.




icona top