Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Stato civile

Livello: serie

Estremi cronologici: 1808 - 1814

Consistenza: 63 unità

Il governo francese affidò anche in Toscana le funzioni di stato civile - fino ad allora di esclusiva competenza dei parroci - alle mairies.1 I maireserano infatti incaricati di ricevere le denunce relative alle nascite, alle morti ed ai matrimoni e di annotarle sui registri di stato civile consegnati loro annualmente dalle prefetture in duplice esemplare. Alla chiusura del registro veniva redatta ed allegata la tavola riepilogativa annuale e uno dei due esemplari veniva consegnato alla cancelleria del tribunale, mentre l'altro rimaneva nell'archivio municipale.

Nell'Archivio storico comunale di Scandicci i registri di stato civile del periodo francese sono stati riuniti tenendo conto del fatto che nel 1809 la mairie venne divisa nelle due municipalità autonome di Casellina e di Torri per poi tornare a riunificarsi nel 1812.



icona top