Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Accolli di strade icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1799-1816

Consistenza: 2 unità

Il motuproprio del 22 febbraio 1798 aveva introdotto il sistema degli "accolli", attraverso il quale le comunità erano autorizzate a stipulare dei contratti di cottimo "per il mantenimento delle strade come pure i rifacimenti necessari alla loro remissione in quel buon grado in cui dovevano essere mantenute il perpetuo" 1. Il magistrato comunitativo poteva dunque procedere a stipulare dei contratti di accollo, della durata massima di nove anni, con i proprietari frontisti o contigui.

Un perito comunitativo, nominato appositamente, era incaricato di effettuare, sulla scorta del campione di strade, una visita alle strade comunitative e di redigere una relazione al fine di stabilire i lavori necessari al buon mantenimento delle strade e fissare i termini del contratto. Lo stesso perito, accompagnato dal locale provveditore di strade, doveva effettuare controlli annuali per verificare lo stato della manutenzione stradale e l'esecuzione dei lavori svolti.



18
"Comunità della Casellina e Torri. Accollo di strade dal 1799 al 1811"
Contiene il carteggio relativo ai lavori stradali.
Filza legata in pergamena cc. nn.
1799 gen. 5 - 1811 nov. 4
19
"Comunità della Casellina e Torri. Accolli di strade dal 1804 al 1816"
Contiene il carteggio relativo ai lavori stradali.
Filza legata in pergamena cc. nn.
1804 mag. 19 - 1816 giu. 22
icona top