Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Accolli di strade e lavori pubblici

Livello: serie

Estremi cronologici: 1815 - 1844

Consistenza: 2 unità

Nel 1814 fu ribadita la legge che affidava ai provveditori di strade il controllo sul patrimonio viario ed edilizio del comune e ai proprietari "frontisti" l'"accollo" del mantenimento e della riparazione dei tratti stradali di loro pertinenza, previo successivo risarcimento 1 . A partire dal 1825 ai provveditori subentrò, in qualità di consulente e perito, l'ingegnere di circondario. Al gonfaloniere spettava invece l'iniziativa legislativa e la responsabilità dei lavori 2 . A lui vennero indirizzate le portate dei beni distrutti nella frana che coinvolse Lizzano. Atti relativi a perizie di lavori sono contenuti anche in una filza del carteggio del gonfaloniere relativa agli anni 1844-1859: cfr. n. 594.


605
Portate dei luoghi franati di Lizzano
Le portate sono generalmente indirizzate al gonfaloniere della comunità.
Fasc. di carte sciolte
1815
606(D2)
[In costola:]Accolli e perizie di lavori dal 1816 al 1844
Contiene accolli di strade e accolli in compartecipazione fra comunità e privati relativi a lavori alla scuola e alla loggia di San Marcello. Agli accolli sono accluse le mappe delle strade e i disegni dell'edificio scolastico e della loggia.
Filza leg. cartone cc. 1-446
1816 - 1844
icona top