Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Arte della Pietra

Livello: serie

Estremi cronologici: 1316 feb. 16 - 1775

Consistenza: 7 unità


1(568)
Incipit breve magistrorum lapidum terre Prati... finisce: Approbatum et correctum fuit hoc breve... sub anno Domini ab incarnatione eiusdem MCCC sextodecimo, indict. XV, die sextodecimo mens. februari.
È una riforma o conferma di altro anteriore, del tempo regis Karuli. Ebbe un'aggiunta nel 1333. Seguono le conferme, la prima delle quali è del 1338, l'ultima del 21 dicembre 1757. Notevole la riforma del 1428, che può considerarsi quasi una nuova compilazione. La precede la matricola dei maestri dell'Arte della pietra e del legname e fornaci di Prato e del distretto, dal 1428 al 1472. Un'altra matricola è del 1616.
Dalla riforma del 1428 si sa che i protettori dell'Arte erano i Santi Quattro Coronati, dei quali si faceva la festa l'8 novembre. Ebbe sede nell'Oratorio di S. Stefano dei Guiglianti.
Membr., cent. 18½x26, di c. 175 in parte num. a pagine ma disposte disordinatamente; leg. in pelle col monogramma di Cristo impresso sui due piatti.
1316 feb. 16 - 1757 dic. 21
2-7(569-574)
Entrata e uscita, 1706-75; Debitori e creditori, 1707-75; Rapporti delle ragioni, 1707-75; Deliberazioni e tratte, 1655-1774

Numero N. antico Anni
dal al
2 569 Entrata e uscita 1707 1775
3 570 Debitori e creditori 1707 1775
4 571 Rapporti di ragioni 1707 1775
5 572 Tratte 1665 1739
6 573 " 1755 1770
7 574 Deliberazioni 1755 1774




1665 - 1775
icona top