Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Arte dei Fabbri

Livello: serie

Estremi cronologici: 1358 lug. - 1775

Consistenza: 4 unità


28(597)
Breve dell'Arte dei fabbri
Correctum et de novo factum fuit sub annis Domini MIII*LVIII, ind. XI, de mense iulii, dai rettori e riformatori eletti nel 1330 dal vicario regio di Prato e per balìa loro concessa nel 1339 dall'Arte.
Segue la matricola, la quale comprende i lanciai, i lucernai, i ramai ed altri artigiani affini. Vi appartennero anche i manescalchi. Il cod. ha le conferme e riforme fino al 1766.
Protettore dell'Arte era S. Lo, di cui, negli ultimi anni, si faceva la festa e adunanza il 25 giugno nelle Compagnie di S. Noferi e di S. Bartolomeo.
Membr., cent. 21½x32½, leg. mod. in pelle, c. 80 scritte ed altre bianche.
1316 feb. 16 - 1757 dic. 21
29-31(593-595)
Pagamenti annuali, 1707-74; Tratte, 1722-75; Rendiconti e saldi, 1706-75

Numero N. antico Anni
dal al
29 593 Pagamenti di matricole e altro 1707 1775
30 594 Tratte 1722 1775
31 595 Saldi e rendiconti 1706 1775




1707 - 1775
icona top