Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Atti del Cancelliere comunitativo di Montevarchi: II

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1814 - 1865

Consistenza: 92 unità

Nel 1814 fu ricostituito anche l'ufficio del cancelliere comunitativo con le consuete attribuzioni che andarono poi ulteriormente dilatandosi finché nel 1848, a seguito della riforma compartimentale di quell'anno 1 . venne introdotta la figura del ministro del censo che ereditò le funzioni dei vecchi cancellieri ed ebbe competenze in materia censuaria e di conservazione catastale 2 .
La cancelleria (poi Ufficio del censo) di Montevarchi riebbe la sua anticacircoscrizione, comprensiva delle sei comunità di Montevarchi, Bucine, Laterina, Cinque comuni distrettuali di Valdambra, Due comuni distrettuali di Laterina e Castiglione Ubertini e, inoltre, delle tre comunità chiantigiane di Radda, Gaiòle e Castellina.
Fu classificata fra quelle di seconda classe ed ebbe, oltre al cancelliere, due aiuti, uno dei quali era delegato a reggere l'ufficio staccato di coadiutoria esistente a Radda 3 . Quest'ultimo rimase fino al 1849 4 allorché fu soppresso e sostituito con una cancelleria autonoma, retta da un cancelliere di terza classe.
La nuova cancelleria di Radda, con le sue tre comunità del Chianti, restò compresa nel compartimento della prefettura di Siena, mentre quella di Montevarchi fece parte del compartimento di Arezzo.




icona top