Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Imposizione del decimino e testanti

Livello: serie

Estremi cronologici: 1706-1771

Consistenza: 16 unità

L'imposizione sui lavoratori dei poderi del contado era applicata sulla base dei dati catastali che servivano per l'applicazione della «Decima» ai proprietari degli stessi poderi e colpiva, in misura proporzionale all'aliquota di decima pagata dal proprietario, il reddito derivante al mezzadro o affittuario dalla conduzione delle terre. Si chiamò «Decimino» in considerazione di tale connessione con la decima sugli immobili. L'applicazione dell'imposta era curata direttamente dalle comunità che registravano le posizioni fiscali dei lavoratori nei «campioni del decimino».
Su chi non lavorava la terra - artigiani e simili - gravava un'imposizione detta dei «testanti» che si applicava dalle comunità in relazione all'«estimo delle teste» cioè al censi mento e alla valutazione delle capacità contributive di ogni residente nel comune compreso fra i 18 e i 65 anni d'età 1 .
I soggetti delle due imposizioni erano iscritti nel «dazzaiolo», in partite distinte, per l'ammontare delle quote dovute da ciascuno, la somma delle quali costituiva la «massa» d'imposta comunitativa. Il dazzaiolo, impostato annualmente dal cancelliere comunitativo, era consegnato al camarlingo che provvedeva, alle scadenze previste, alle riscossioni, riportandole nel registro a fronte delle poste corrispondenti. Nel caso particolare i dazzaioli sono compilati unitariamente, e impostati internamente per settori corrispondenti, per il comune maggiore di Montevarchi e per i popoli di Pietraversa, S. Tomè e Caposelvi, tutti serviti dal camarlingo di Montevarchi. Solo il popolo di Ricasoli aveva dazzaioli distinti e un proprio camarlingo; quanto a Castiglione Ubertini, Levane e Moncioni, facendo parte del distretto fiorentino, non applicavano il decimino.
Relativamente a ciascuna entità territoriale le poste degli artigiani seguono nel medesimo registro quelle dei lavoratori. Fa eccezione il comune di Montevarchi i cui testanti e lavoratori, a causa del numero rilevante, sono talvolta impostati in registri separati.
Successivamente alla loro produzione più dazzaioli di uno stesso camarlingo furono cuciti insieme in unità archivistiche composite all'interno delle quali si sono individuati e descritti i registri originari, indicando il numero progressivo corrispondente al loro ordine di successione all'interno dell'unità attuale.


25
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Angelo Domenico Corsi
a) Decimino per Montevarchi (regg. nn. 1 e 4)
b) Decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomè e Caposelvi (regg. nn. 2 e 5).
c) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 3 e 6)
N. 6 regg. cuciti e legg. perg. di cc. 131, 104, 45, 125, 101, e 44
1708 mar. - 1711 feb.
26((già 160))
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Antonio Giovanni Battista Magiotti
a) Decimino per Montevarchi (regg. nn. 1, 4 e 7)
b) Decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomè e Caposelvi
(regg. nn. 3, 6 e 8).
c) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 2, 5 e 9).
N. 9 regg. cuciti e legg. perg. di cc. 129, 41, 93, 111, 48, 80, 96, 70 e 48.
1711 mar. - 1714 feb.
27(già 161)
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Antonio Giovanni Battista Magiotti
a) Decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomè e Caposelvi per l'anno da mar. 1714 a feb. 1715 (reg. n. 1)
b) Decimino per Montevarchi e decimino e testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomè e Caposelvi per gli anni da mar. 1717 a feb. 1721 (regg. n. 5, 6, 7 e 9).
c) Testanti e proventi diversi per Montevarchi per gli anni da mar. 1714 a feb. 1717 e da mar. 1719 a feb. 1720 (regg. nn. 2, 3, 4 e 8).
N. 9 regg. cuciti e legg. cart.
1714 mar. - 1721 feb.
28(già 162)
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Antonio Giovanni Battista Magiotti
a) Decimino per Montevarchi e decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomé e Caposelvi (regg. nn. 1, 3, 5 e 7). b) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 2, 4, 6 e 8).
n. 8 regg. cuciti e legg. perg. *
1721 mar. - 1727 feb.
29
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Angiolo Maria Magiotti
a) Decimino per Montevarchi e decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomé e Caposelvi (regg. nn. 1, 3, 5, 7, 9 e 11).
b) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 2, 4, 6, 8, 10 e 12).
n. 12 regg. cuciti e legg. cart. ***
1727 mar. - 1733 feb.
30(già 164)
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Angiolo Maria Magiotti
a) Decimino per Montevarchi e decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomé e Caposelvi (regg. nn. 2, 4, 7, 9 e 10).
b) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 1, 3, 5, 6 e 8).
n. 10 regg. c.s. cuciti e legg. cart. ***
1733 mar. - 1738 feb.
31(già 165)
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Angiolo Maria Magiotti
a) Decimino per Montevarchi e decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomé e Caposelvi (regg. nn. 3, 5, 6 e 9).
b) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 2, 4, 7 e 8).
Contiene anche il quaderno della riscossione dell'imposizione universale del 1737 (reg. n. 1).
n. 9 regg. ***
1738 mar. - 1742 feb.
32(già 166)
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Angiolo Maria Magiotti
a) Decimino per Montevarchi e decimino, testanti e traversa, S. Tomé e Caposelvi (regg. n. 1, 3, 5 e 7).
b) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 2, 4, 6 e 8)
n. 8 regg. **
1742 mar. - 1746 feb.
33(già 167)
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Angiolo Maria Magioni
a) Decimino per Montevarchi e decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomé e Caposelvi (regg. 1, 3, 5 e 7).
b) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 2, 4 6 e 8).
n. 8 regg. cuciti e legg. cart di cc. 97, 57, 96, 63, 91, 73, 94 e 81. **
1746 mar. - 1750 feb.
34(già 168)
Dazzaioli del decimino e dei testanti
camarlingo
Angiolo Maria Magioni
a) Decimino per Montevarchi e decimino, testanti e proventi diversi per Pietraversa, S. Tomé e Caposelvi (regg. nn. 1, 3, 5 e 7).
b) Testanti e proventi diversi per Montevarchi (regg. nn. 2, 4, 6 e 8).
n. 8 regg. cuciti e legg. cart di cc. 95, 74, 97, 70, 99, 72, 100 e 53. *
1750 mar. - 1754 feb.
35(già 170)
Dazzaioli del decimino per Montevarchi e del decimino, dei testanti e dei proventi diversi per Pietraversa, S. Tomé e Caposelvi
camarlingo
Marco Felice Mari

n. 7 regg. cuciti e legg. cart
1754 mar. - 1761 feb.
36(già 171)
Dazzaioli del decimino per Montevarchi e del decimino, dei testanti e dei proventi diversi di Pietraversa, S. Tomé e Caposelvi
camarlingo
Giovan Michele del Nobolo
Il registro dell'anno mar. 1769-feb. 1770 contiene anche i proventi del comune di Moncioni.
n. 9 regg. cuciti e legg. cart di cc. 93, 97, 95, 94, 93, 93, 93, 94 e 120
1761 mar. - 1770 feb.
37(già 169)
Dazzaioli dei testanti e dei proventi diversi di Montevarchi
camarlingo
Marco Felice Mari

n. 5 regg. cuciti e legg. cart di cc. 63, 59, 58, 70 e 64.
1754 mar.- 1759 feb.
38(già 172)
Dazzaioli dei testanti e dei proventi diversi di Montevarchi
camarlingo
Marco Felice Mari
G. Michele del Nobolo 1761-1770

n. 11 regg. cuciti e legg. cart di cc. 61, 67, 58, 54, 55, 55, 53, 51, 52, 56 e 76.
1759 mar. - 1770 feb.
39(..., già 1038)
Dazzaioli del decimino, dei testanti e dei proventi diversi di Montevarchi, Pietraversa, S. Tomé, Caposelvi, Levane e Moncioni
camarlingo
G. Michele del Nobolo
Per il comune di Levane sono registrate solo partite di testanti e per quello di Moncioni solo partite di proventi diversi. con rep.
reg. leg. perg. di cc. 241
1770 mar. - 1771 feb.
icona top