Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Arruolamento militare

Livello: serie

Estremi cronologici: 1827 - 1868

Consistenza: 19 unità

Con la Restaurazione fu abolita la coscrizione obbligatoria introdotta dall'amministrazione napoleonica e fu reintrodotto il sistema dell'arruolamento volontario da integrare col reclutamento coatto mediante estrazione a sorte nei casi in cui i volontari risultassero di numero insufficiente per la formazione dei quadri prestabiliti.
Nel 1826 il sistema di reclutamento fu riformato e venne reintrodotta la coscrizione obbligatoria e presso ciascuna comunità furono istituite delle deputazioni permanenti incaricate dell'arruolamento militare composte dal giusdicente locale, dal gonfaloniere, dal primo priore e dal cancelliere, che svolgeva il ruolo di segretario, e da un "probo soggetto", nominato annualmente dal provveditore della Camera di soprintendenza comunitativa1.



icona top