Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Comune di Gambassi

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1524 - 1774; - 1789

Consistenza: 18 unità

La redazione e la conservazione degli atti fu inizialmente di competenza del notaio del podestà ma il fatto che il podestà alternasse la sua residenza tra Gambassi e Montaione dovette creare qualche problema tanto che nel 1548 il consiglio della lega e comune deliberò che nei sei mesi in cui il notaio era a Montaione con il podestà venisse in Gambassi nominato un notaio locale per sbrigare le faccende e le scritture urgenti. La redazione e la conservazione degli atti fu inizialmente di competenza del notaio del podestà ma il fatto che il podestà alternasse la sua residenza tra Gambassi e Montaione dovette creare qualche problema tanto che nel 1548 il consiglio della lega e comune deliberò che nei sei mesi in cui il notaio era a Montaione con il podestà venisse in Gambassi nominato un notaio locale per sbrigare le faccende e le scritture urgenti 1 . Dalla seconda metà del Cinquecento con l'affermarsi delle cancellerie comunitative il compito di redigere e conservare gli atti del comune fu affidato al cancelliere di Certaldo la cui sede fu successivamente spostata a Castelfiorentino.




icona top