Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Collette universali ed altre imposizioni straordinarie

Livello: serie

Estremi cronologici: 1699 - 1746

Consistenza: 1 unità

La colletta universale fu introdotte nel giugno del 1692 come imposta straordinaria ma ben presto divenne una forma di esazione ordinaria. I deputati delle comunità dovevano redigere appositi registri detti "collette" in cui descrivevano, popolo per popolo, i capifamiglia che lavoravano terre altrui e le entrate annue dei loro poderi, sulla base di questi registri il cancelliere compilava i dazzaioli. Gli altri produttori di reddito avevano invece l'obbligo di compilare annualmente le "portate" che dopo essere state esaminate dai deputati erano trascritte su appositi registri. Sulla base delle collette e delle portate il governo centrale decideva la quota di tassa da applicare. Nel corso degli anni la colletta fu aggravata da altre "imposizioni universali", calcolate con gli stessi parametri, ma con tassi impositivi più ti date le crescenti necessità dello Stato. Dopo vari rinnovi e correzioni fu abolita nel 1726 1 .
Presso il comune di Montaione si conservano i registri delle deliberazioni e saldi delle collette ed altre imposizioni straordinarie intestati alle singole entità amministrative di Montaione, Castelnuovo, Gambassi e lega dei sette popoli di Catignano e Pulicciano, che abbiamo descritto nelle rispettive sezioni dell'inventario, i dazzaioli invece sebbene compilati separatamente sono stati cuciti tutti insieme in un'unica filza descritta al numero 138 di questo Inventario.


48(13)
Deliberazioni e saldi delle collette
Deliberazioni del reparto della colletta universale di Montaione: 1700 set. 1 - 1706 ago. 31, con intercalati gli obblighi del camarlingo,
Palmazio Mannaioni
(cc. 2r-44r)
Colletta per le spese di sanità con relativo obbligo del camarlingo, In ordine alla circolare del 12 Settembre 1703 per l'anno 1703 - 1704 (cc. 29-30);
Obblighi del camarlingo e approvazione dei mallevadori: 1705 gen. 6 - 1717 giu. 5 (cc. 44v-49v);
Saldi: 1714 set. 1 - 1717 ago. 31, con intercalati gli obblighi del camarlingo
Palmazio Mannaioni
(cc. 50r-55r);
Obblighi del camarlingo e approvazione dei mallevadori: 1717 ott. 27 - 1728 set. 5 (cc. 55r-61v);
Saldi: 1737 set. 1 - 1746 ago. 31, con intercalati obblighi del camarlingo,
Giuseppe Baldanzi
(cc. 62r-75r);
Saldi: 1699 set. 1 - 1714 ago. 31, con obblighi del camarlingo,
Palmazio Mannoni
(cc. 155-171); l'anno 1703 - 1704 è stato indicato erroneamente come 1704 - 1705. A c. 160v saldo dell'imposizione per la sanità per l'anno 1703 - 1704;
Saldi: 1717 set. 1 - 1718 ago. 31,
Orazio Maria Neri
(cc. 171-172r); 1718 set. 1 - 1727 feb. 28,
Girolamo Baldanzi
(cc. 172v - 183v).
Registro legato in pergamena cc. 1-192
1699 set. 1 - 1746 ago. 31
icona top