Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Pegni pretori

Livello: sottoserie

Estremi cronologici: 1539 dic. 2 - 1774 mar. 21

Consistenza: 18 unità

I depositari o camarlinghi dei pegni, eletti dai comuni e generalmente in carica per un anno, registravano sul "libro", che veniva consegnato loro dal cancelliere, insieme con delle istruzioni, i beni gravati, sequestrati dagli esecutori e da tenere a disposizione dei giusdicenti che avevano ordinato il pagamento, e annotavano se e quando il bene fosse stato poi reso.
Il comune di Monsummano dispose nel 1507 che i gravamenti non fossero fatti a Montecatini 1 , perchè da ciò derivavano molti "inconvenienti", ma a Monsummano, e nel 1586 decise di affidare la carica di depositario e camarlingo dei pegni allo stesso camarlingo generale del comune 2 .
La documentazione comprende, oltre ai libri dei pegni, anche alcuni saldi dei depositari effettuati dagli ufficiali del comune, che, per la loro discontinuità ed esiguità, si sono ordinati insieme con i primi, di cui aiutano a colmare qualche lacuna.


icona top