Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Plebiscito

Livello: serie

Estremi cronologici: 1860

Consistenza: 5 unità

Il 12 marzo 1861 si svolse in Toscana il plebiscito a suffragio universale con cui i toscani furono chiamati a scegliere fra l'"annessione alla monarchia costituzionale del Re Vittorio Emanuele II" e la vaga formula del "Regno separato".
Il risultato oltrepassò le speranze dei liberali, che, preoccupati dell'atteggiamento tenuto dai contadini nei confronti del movimento risorgimentale, ne temevano l'astensionismo. Invece su 534.000 aventi diritto al voto, i votanti furono 386.445, pari al 73,3%. I voti per l'annessione furono 366.571. La Toscana fu quindi dichiarata parte integrante del Regno d'Italia e, posta provvisoriamente sotto la luogotenenza del principe Eugenio di Carignano, ebbe un'amministrazione separata fino all'unificazione amministrativa del 1865.


1321
Suffragio universale. [Disposizioni dirette al gonfaloniere di Monsummano]
Fasc. cc. 8
1860 mar. 2 - 11
1322
Nota degl'individui che, oltrepassanti l'anno ventunesimo di loro età, dimorano nella comunità di Monsummano
Reg. cc. 26
[1860]
1323
Nota di tutti gli individui componenti la Parrocchia di S. Leopoldo al Cintolese che hanno compiuto il ventunesimo anno di loro età
Reg. cc. 7
1860
1324
[Monsummano, Montevettolini, Cintolese.] Lista [degli aventi diritto al voto]
Reg. cc. 45 (2 copie)
1860
1325
Montevettolini. Elenco degli aventi diritto
Reg. cc. 7
1860
icona top