Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Carteggio dei gonfalonieri

Livello: serie

Estremi cronologici: 1814 - 1865

Consistenza: 32 unità

I gonfalonieri iniziarono una propria produzione documentaria a seguito delle nuove funzioni amministrative di cui furono investiti nelle comunità restaurate. Tale documentazione è condizionata in filze, in genere distinte per ciascun gonfaloniere, contenenti circolari e ordini, copie di leggi e bandi, lettere provenienti dalla Depositeria generale, dalla Deputazione sopra il Catasto, dalla Prefettura di Arezzo, dall'Amministrazione dei beni della Corona, dall'Arruolamento, dal Ministero dell'Interno; lettere scambiate con gli organi centrali e periferici di polizia (Presidenza del Buongoverno, vicari, podestà, poi delegati di Governo), con gli organi preposti al controllo dell'amministrazione locale (Camera delle Comunità di Firenze e poi di Arezzo), con privati e ufficiali di altre comunità. A partire dal 1958 sono organizzate in fascicoli secondo un titolario costante.


184(Numerazione antica: 15)
Carteggio di Giovanni Pietro Capei (1814), Felice Bernardini (1815), Angelo di Arcangelo Renzuoli (1816)
Filza legata in pergamena cc. 970
1814 - 1816
196
Carteggio di Angelo Angeli
Filza legata in pergamena cc. 140
1847
icona top