Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Bilanci icona , Saldi icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1817 - 1866

Consistenza: 4 unità

In base alla legge del 16 settembre 1816, che si era occupata di regolare anche la materia finanziaria delle amministrazioni comunitative adottando il nuovo sistema di rendicontazione introdotto dai Francesi, ciascuna Comunità approntava ogni anno un bilancio, o stato di previsione, delle entrate e delle uscite che trasmetteva in tre copie (due delle quali corredate di allegati, ovvero di ristretti, stati e note di dettaglio) al Provveditore della Camera di soprintendenza comunitativa per la relativa approvazione.
A partire dal 1818, inoltre, i vecchi libri dei saldi dei Camarlinghi furono sostituiti da registri di saldi, o conti consuntivi, redatti annualmente secondo la ripartizione delle entrate del bilancio di previsione e sottoposti all'approvazione del Magistrato comunitativo, prima di essere inviati a Firenze per la ratifica 1 .
Ad Empoli i bilanci ed i saldi sono conservati insieme e riguardano gli anni 1817-1866.


334(1; 322)
Filza di saldi e bilanci della Comunità d'Empoli
filza cartacea legata in mezza pergamena, cc. non numerate
1817 - 1835
335
Carteggio ed atti relativi a debiti e crediti del Comune di Empoli
carte sciolte cc. non numerate
1832 - 1866
336(317; 5)
Saldi
filza cartacea legata in mezza pergamena, cc. non numerate
1845 - 1865
337(293)
Bilanci di previsione
gonfaloniere
Niccolò Vannucci
Giovanni Ciampolini
Angiolo Capoquadri

busta cartacea legata in mezza pergamena, cc. non numerate
1859 - 1865
icona top