Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Statuti e riforme

Livello: serie

Estremi cronologici: 1513 - 1744

Consistenza: 2 unità

La serie è formata da due unità che contengono gli statuti del comune di Certaldo redatti e approvati nel 1513. Entrambi i pezzi contengono anche riforme agli statuti, il secondo solo quelle dei primi decenni dopo l'approvazione, il primo invece giunge fino alle soglie dell'epoca leopoldina e della riforma istituzionale. Questo però, pur estendendosi a lungo nel tempo, conserva solo la trascrizione di alcune rubriche. Come spesso accadeva per i registri degli statuti, contenendo questi le regole di vita della comunità, i documenti venivano conservati a lungo fino ad una riscrittura vera e propria.
Come per tutte le altre comunità del territorio fiorentino, la produzione statutaria di queste istituzioni periferiche era sottoposta ad un rigido controllo da parte del governo centrale che riceveva copia della prima redazione e, tramite alcuni deputati, si riservava di verificare e ratificare il contenuto degli statuti prodotti dalle comunità periferiche, del contado e del distretto, in tutte le loro versioni successive, con la potestà anche di apportare correzioni e modificazioni.
Presso l'archivio storico del Comune di Certaldo non si conservano copie di antichi statuti, mentre altre copie sono conservate presso l'Archivio di Stato di Firenze nel fondo delle antiche comunità.



85
Statuti della [...] Certaldo
Statuti

Contiene "statuti et capitoli" del Comune di Certaldo, ad opera di "Andrea di Giuliano di Betto da Certaldo contado di Firenze, statutario et riformatore <...> eletto et deputato con piena auctorità et balia <...>". Si tratta in realtà di alcune brevi parti, forse trascritte dagli statuti del comune di Certaldo, e della trascrizione delle riforme, solo per alcune rubriche:
Rubrica I - Della sicurtà de' priori et consigliori del comune di Certaldo
Rubrica II - Che i cavalieri del vicario sieno tenuti far le scripture col <...> della chanceleria di decto comune
Rubrica III - Del chamarlingo del comune di Certaldo
Rubrica IV - Che la riforma del comune si faccia ogni <...> di gennaio
Rubrica V - Che non si possi abeverare nei pozzi murari
Rubrica VI - Che del mese di settembre si tenghi el cane legato e <...>
Rubrica VII - Dei danni dati
Rubrica VIII - Che nelle vie maestre di Certaldo non stieno persone di cattiva fama.
Seguono riforme ai vari capitoli per mano di diversi notai.
Reg. leg. perg. cc. s.n.

1514 gen. 26 - 1566 mar. 17
86
Statuti della Comunità di Certaldo
Statuti

Contiene riforme sei-settecentesche agli statuti di cui conserva una trascrizione tarda; sul piatto inferiore interno, nota del 1566.
Reg. leg. perg. cc. 1-21 + bianche s.n.

1682 - 1744
icona top