Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Dazzaioli della tassa di macine

Livello: sottoserie

Estremi cronologici: 1692 - 1779

Consistenza: 1 unità

I dazzaioli erano i registri che contenevano le uscite legate al pagamento della tassa di macine i cui introiti venivano suddivisi tra la Cassa delle Farine, la cancelleria per le spese di funzionamento e soprattutto i deputati della stessa tassa e il camarlingo per il pagamento del loro onorario. I dazzaioli erano conservati dal cancelliere e da questi consegnati al camarlingo che li gestiva per un anno ad iniziare dalla prima riscossione.


68(262)
Filza di dazzaioli di tasse di macine
Dazzaioli
Cancelllieri
Cipriano Vecchi 1692 - 1693
Giovan Battista Fabbrini 1706 - 1707

Camarlinghi
Silvestro Montici 1692 - 1693
Iacopo Bertini 1701 - 1702
Anton Francesco Bonelli 1706 - 1707
Bernardo Bucalossi 1759 lug. - 1760 mag.
Giuseppe Giannini 1778
Giovanni Francesco Giannini 1779

Contiene numero sette dazzaioli: 1) 1706-1707 cc. 1-80; 2) 1701-1702 cc. 1-91; 3) 1692-1693 cc. 1-75; 4) 1759 lug.-1760 mag. cc. 1-86; 5) 1760-1778 cc. 1-71; 6) 1778 gen.-dic. cc. 1-111 con repertorio; 7) "dazzaiolo per la riscossione della tassa di macine" 1779 cc. 1-118.
Filza leg. 1/4 perg. cc. numerate per settori

1692 - 1779
icona top