Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Stato civile

Livello: serie

Estremi cronologici: 1808 - 1814

Consistenza: 18 unità

Ai «maires» era attribuita anche la funzione di ricevere e conservare i registri di verifica delle nascite, matrimoni e morti che venivano a sostituire gli analoghi registri fino ad allora tenuti dai ministri del culto 1 .
Tali registri, che erano a spese della comunità, erano fatti pervenire in doppia copia ai «maires» dai prefetti e sottoprefetti nel mese di dicembre di ciascun anno: uno dei due esemplari doveva essere conservato presso l'archivio del municipio, mentre l'altro era inviato al cancelliere del tribnunale. Ad ogni registro veniva allegata, al momento della sua chiusura, una tavola annuale e allo scadere di ogni decennio il cancelliere del tribunale provvedeva a redigere, sulla base delle tavole annuali, una tavola decennale. Una copia di questa era conservata presso l'archivio della comunità.
Accanto ai registri dello stato civile erano istituiti i registri civici, utilizzati per la registrazione del domicilio politico, che erano compilati dai «maires» sulla base di note degli individui iscritti, approvate dai sottoprefetti 2 .


icona top