Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Mairie di Carmignano

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1807 set. - 1814

Consistenza: 58 unità

A seguito del decreto del 22 agosto 1808 1 con cui il governo provvisorio istituiva nel territorio toscano le nuove unità amministrative delle «mairies», Carmignano divenne sede di «mairie», inserita nel dipartimento della Prefettura dell'Arno e nel circondario della Sottoprefettura di Pistoia.
Nello stesso anno venne emanato il regolamento delle funzioni amministrative delle nuove strutture municipali 2 . La massima autorità era rappresentata dal «maire» cui spettava l'amministrazione delle entrate e delle uscite della comunità, nonché degli stabilimenti pubblici e la direzione dei lavori pubblici a carico delle comunità. A ciò si aggiungevano funzioni di polizia ed altre funzioni che potevano di volta in volta essergli delegate dal Prefetto o dal Viceprefetto 3 . A lui spettava inoltre la presidenza del consiglio municipale, elettivo, cui era affidato il compito di discutere il rendiconto presentato dal «maire», regolare gli usi civici, ripartire i lavori necessari al mantenimento e restauro degli edifici, deliberare sulle necessità locali e sui prestiti, imposizioni o contribuzioni addizionali necessarie al sopperimento delle spese locali 4 .




icona top