Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Inventari - Provincia di appartenenza » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Archivio preunitario del Comune di Lucignano

Tipologia: inventario analitico

a cura di Cinzia Cardinali

patrocinio: Provincia di Arezzo

Pubblicazione: Arezzo, Le Balze, 2003

Descrizione fisica: pp. 287

Collezione: Progetto Archivi - Collana della Provincia di Arezzo

Numeri: ISBN - 88-87187-77-0

Contenuti:

ed è per questo che la storia dà i brividi
perché nessuno la può inventare

Francesco De Gregori, La storia (1984)

Dopo la pubblicazione dei volumi dedicati a Bucine e a Monte San Savino1, che hanno segnato la ripresa del "Progetto archivi" promosso dall'Amministrazione provinciale di Arezzo, è la volta dell'inventario preunitario dell'Archivio di Lucignano. Come ho avuto modo di ricordare nella Presentazione dei due volumi citati, questo Progetto è l'espressione di un lavoro che si manifesta in un clima di fattiva collaborazione tra istituzioni diverse capaci di unire in un felice amalgama professionalità e progettualità: mi riferisco, in particolare, alla collaborazione di Gian Bruno Ravenni in rappresentanza della Regione Toscana e alla disponibilità di amici di vecchia data come Paola Benigni della Sovrintendenza Archivistica per la Toscana e Augusto Antoniella dell'Archivio di Stato di Arezzo. Inoltre negli ultimi anni nel territorio aretino si è andata consolidando la presenza della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Siena, che ha visto l'attivazione del Corso di Laurea in Conservazione dei Beni Culturali il quale si accinge ad ampliare le proprie competenze e offerte didattiche proprio in seguito ai cambiamenti della riforma universitaria con la costituzione di corsi triennali e di corsi specialistici biennali. A partire dall'a.a. 2003-2004, ad Arezzo si avrà, grazie all'impegno della prof.a Caterina Tristano, oltre al Corso triennale in Scienze per i Beni culturali, un Corso biennale specialistico in Archivistica e Biblioteconomia dal titolo "Libro, testo e comunicazione". La presenza e i legami che l'Università ha realizzato nel territorio hanno visto la confluenza di alcuni docenti nel "Progetto Archivi" il cui contributo scientifico può contare sull'apporto e sulla collaborazione di docenti di storia, Massimo Baioni e Patrizia Gabrielli, di docenti di paleografia, Caterina Tristano, e di archi visti che svolgono anche attività di docenza presso la Facoltà aretina, Augusto Antoniella e Linda Giuva.
Credo, però, che il "Progetto Archivi" si inserisca assai bene, oggi, in un contesto storico che ha segnato il passaggio al nuovo millennio e nel quale con sempre maggiore attenzione si avverte l'esigenza di una memoria del proprio passato e nello stesso tempo la necessità di una più forte identità anche a livello locale. L'attenzione posta negli ultimi tempi sulla "memoria", alimento essenziale per lo sviluppo dei processi identitari, ha condotto gli studiosi e i ricercatori ad ampliare il quadro delle fonti documentarie cui fare ricorso per far luce sul passato e su i suoi molteplici aspetti. Da qui l'attenzione ad un'ampia gamma di tipologie documentarie, da quelle prodotte dalle istituzioni centrali e periferiche, dalle amministrazioni comunali ad enti di diversa natura quali quelli preposti alla formazione dei cittadini o alla loro cura: penso, per restare in ambito aretino, allo studio di Antonella Moriani sull'archivio dell'Ospedale di S. Maria Sopra i Ponti2
Lo sviluppo della storia sociale e la più decisa attenzione alla sfera privata ed alla soggettività ha indotto a considerare anche fonti meno conosciute, se non inusuali per la ricerca storica. La storia della famiglia, dei ceti sociali, delle donne tanto per citare solo alcuni filoni - hanno portato alla ribalta archivi familiari e di persone, di soggetti noti e meno noti, che custodiscono materiali documentari tra i più diversi, che aprono orizzonti di ricerca sia nel campo della storia economica (si pensi al consolidamento dei beni patrimoniali), sia nella sfera privata.
Proprio nel saggio dall'emblematico titolo Andare per archivi, Patrizia Gabrielli ha sottolineato come i cambiamenti politici abbiano influenzato anche la costituzione degli archivi, o il loro cambiamento, da quelli di famiglia agli archivi personali, specialmente in quest'ultimo caso vale la pena di considerare le "valutazioni di natura soggettiva, quali la nostalgia per il tempo trascorso, il desiderio di resistere alla morte che si traduce in un istituto di conservazione delle proprie tracce, in una sorta di volontà di preservazione dalla distruzione e dall'oblio. Trasmissione e capitalizzazione della memoria corrispondono ad alcune delle funzioni precipue di un archivio familiare o personale e da esse non si può prescindere nel lavoro di ricerca e di analisi della documentazione rinvenuta, nella formulazione di possibili ipotesi interpretative"3
Proprio dai mutamenti così come dall'affermarsi di nuove sensibilità acquistano spessore ed interesse carteggi, diari, autobiografie: si pensi, sempre per rimanere nel territorio aretino, alla felice esperienza dell'Archivio Diaristico Nazionale di Pieve S. Stefano, dove per dirla con il suo "inventore-fondatore", Saverio Tutino, si è creato "un archivio della memoria personale come gesto quasi riparatore, per offrire pari opportunità a tutti quelli che vogliono raccontare anche solo un pezzo della propria vita, giorno per giorno, oppure nella ricostruzione di un'epoca intiera"4
Proprio queste "scritture dell'io" aprono molteplici possibilità di studio sia sulla dimensione pubblica, sia su quella quotidiana che investe la vita dei soggetti, donne e uomini, protagonisti di un passato più o meno remoto. A questi sviluppi della storiografia è corrisposto un preciso impegno da parte delle istituzioni preposte alla salvaguardia del patrimonio archivistico, come dimostra, ad esempio, i censimenti di archivi familiari e di persone realizzati in più di una regione e provincia d'Italia. Né vanno trascurati quei documenti che investono la dimensione simbolica della politica e le forme di trasmissione della memoria. Proprio in questa direzione la Provincia di Arezzo, in occasione delle celebrazioni del 25 aprile 2000, ha realizzato una mostra e un catalogo, Memorie scolpite5, che ha inteso porre la propria attenzione su un momento specifico della tragica storia del territorio aretino, offrendo, da una parte, un contributo alla storia della memoria della Resistenza nella provincia di Arezzo, e dall'altra, presentare nuove indagini, proprio a partire da un minuto e paziente lavoro di ricerca nel territorio, attraverso l'uso e la lettura di nuove fonti come i monumenti, che si rivelano una fonte storica ricca di interesse, in quanto "luoghi" e "forme" della memoria collettiva, documenti "parlanti di un passato comune".
Nel contesto di una sempre maggiore attenzione per la nostra memoria, a maggior ragione gli archivi rappresentano ancora il luogo primario per la ricerca del nostro passato. "L'archivio è tutto: - osservava Paolo Rossi - la parola scompare e i libri si possono cambiare, ma l'archivio resiste alla manipolazione della storia, è come la storia, è come la pietra, supplisce alla coscienza, un giorno all'altro ti richiama"6.
Credo, quindi, che vada sottolineato lo sforzo compiuto da molti Comuni per la custodia dei propri archivi, premessa indispensabile alla valorizzazione del proprio patrimonio documentario, alla sua fruizione; un impegno necessario per avviare una più ampia ed articolata conoscenza storica del nostro territorio.
Dopo Bucine e Monte San Savino, dunque, ecco l'inventario di Lucignano di un centro della provincia aretina anch'esso con una forte attenzione al patrimonio storico, artistico, architettonico, religioso e ambientale della propria comunità. Anche da questo lavoro, come da altri già pubblicati, emerge l'importanza, - "veri e propri giacimenti di notizie e di informazioni sugli aspetti molteplici della vita pubblica e privata" - degli archivi delle istituzioni pubbliche. Archivi che pur caratterizzandosi spesso per il conservare atti burocratici, cioè carte che si contraddistinguono "per la loro freddezza e distanza", al contempo fanno emergere "talvolta nomi, dati, notizie, informazioni" che consentono di meglio interpretare e conoscere le norme, le prescrizioni di una comunità, del suo corpo sociale, dei suoi protagonisti (uomini e donne)7. Al contempo proprio questi archivi sollecitano gli studiosi a non fermarsi alla considerazione delle fonti prodotte dalle istituzioni, a quelle custodite negli archivi comunali, ma a spingersi ad ampliare il ventaglio delle fonti disponibili, a rivolgersi a documentazione che offra la possibilità di superare l'impianto tipico della storia politico-amministrativa e a privilegiare anche l'analisi del sociale e delle sue dinamiche. In tal modo potremo cogliere sempre meglio la vita vissuta dalle nostre popolazioni, i rapporti personali, l'organizzazione familiare, le malattie, i sentimenti, l'atteggiamento di fronte alla morte, le risorse e l'organizzazione economica, i rapporti di genere, lo sviluppo dell'alfabetizzazione e dell'istruzione, l'associazionismo religioso, l'associazionismo per il tempo libero, le strutture legate agli aspetti sanitari e così via.
Può sembrare un progetto troppo ambizioso, ma proprio la ricchezza della storia del nostro territorio e dei grandi personaggi che ancora oggi lo rendono famoso nel mondo, ci spinge a guardare avanti con ottimismo.

Camillo Brezzi
Assessore ai Beni e alle Attività Culturali della Provincia di Arezzo



L'inventario dell'Archivio preunitario del Comune di Lucignano è il primo frutto di un progetto iniziato alcuni anni fa dall'Amministrazione Provinciale di Arezzo e il cui cammino nel tempo, pur avendo visto interruzioni e rallentamenti che non ne hanno minimamente inficiato il senso, ha fatto maturare la consapevolezza di come questo lavoro rappresenta un contributo fondamentale nella ri-costruzione della memoria collettiva attraverso la storia della comunità locale richiamando un impegno a cui l'Amministrazione Comunale non ha voluto sottrarsi. La memoria collettiva è indispensabile motore progettuale anche per le nuove generazioni.
La seconda parte dell'inventario fu compilata e presentata al Consiglio Comunale dal dr. Gialluca, in seguito il lavoro è stato continuato con la stessa passione e competenza dalle dr.sse Silvia Floria e Cinzia Cardinali, che lo ha ultimato, con la supervisione del dott. Antoniella.
Dicevo in apertura che è il primo frutto, infatti nel corso dell'inventari azione dell'archivio preunitario sono venuti fuori altri ed importanti materiali che, per la quantità, l'importanza, la dimensione temporale, andranno a costituire una sezione separata: sono gli archivi aggregati relativi alle Opere Pie (Conservatorio di Santa Margherita, Fraternita di S. Maria della Misericordia ed Eredità Spagna Stefani, confluiti poi nella Congregazione di Carità).
Dunque un percorso avviato, ma non concluso, di cui tuttavia questa pubblicazione, resa possibile dall'intervento della Provincia di Arezzo, rappresenta una tappa importante, uno strumento indispensabile per quanti (studiosi, studenti, cittadini) vogliano approfondire la storia locale a partire dal suo vissuto istituzionale, sociale, economico.
Un percorso affascinante, un progetto ambizioso sul quale l'Amministrazione Comunale rinnova l'impegno con la passione e l'amore che merita Lucignano, un piccolo paese così ricco di storia, ancora molta da scoprire.

Carlo Neri
Assessore alla Cultura del Comune di Lucignano



1. L'archivio della cancelleria negli inventari dei cancellieri Antonio Gamucci e Francesco Guidi (1635 - 1649)

I diversi fondi documentari conservati nell'Archivio comunale di Lucignano comprendono materiale per lo più posteriore al 1554, anno del definitivo assoggettamento di Lucignano a Firenze. La quasi totale mancanza di documentazione più antica era comunemente attribuita già nel XVIII secolo alle devastazioni provocate dall'incendio appiccato alla cancelleria, nel 1547, da bande di reduci dal sacco di Roma8.
Le principali notizie relative alla documentazione prodotta dagli uffici e delle magistrature lucignanesi, anticamente conservata nella Cancelleria di Lucignano e confluita poi parzialmente nell'Archivio comunale, si ritrovano in quattro registri9 di inventari successivi di scritture e di arredi, che, documentando il progressivo e naturale incremento dei materiali documentari prodotti dalla quotidiana attività amministrativa e giurisdizionale delle magistrature e degli uffici locali nonché le inevitabili dispersioni, risultano di fondamentale importanza per la ricostruzione del processo di formazione dell'archivio, fino alle dimensioni e consistenza attuali.
In generale, la tenuta degli archivi comunitativi fu oggetto di attente cure da parte delle autorità fiorentine. Già con il bando dell'otto luglio 154510 venivano impartite precise disposizioni per la conservazione e tenuta degli archivi dei giusdicenti, prevedendo la loro consegna da un giusdicente al successore e la tenuta di un inventario aggiornato. Queste disposizioni furono ribadite con la legge del 4 novembre 155011, che affidava la redazione di tali inventari al cancelliere del luogo o, in sua assenza, al notaio del giusdicente. Successivamente, le istruzioni ai cancellieri comunitativi del contado del 157512, poi riprese ed estese a tutti cancellieri del dominio fiorentino nelle Istruzioni a stampa del 163513 imposero a questi ultimi l'obbligo di redigere l'inventario degli arredi dei palazzi pretori e delle scritture conservate in cancelleria14. La redazione del primo inventario di scritture e di arredi pervenutoci15, fu portata a termine nel 1635 da Antonio di Domizio Gamucci da S. Gimignano, all'epoca cancelliere della comunità di Lucignano, proprio in ottemperanza alle disposizioni contenute nelle Istruzioni a stampa16.
L'inventario redatto dal Gamucci17, dal quale è evidente che fin dal 1635 sussistevano solo pochi lacerti di materiali anteriori al 1554, era strutturato in due parti. La prima comprendeva gli atti dei giusdicenti ed era distinta nelle tre sezioni dei "civili", "criminali dei descritti", "criminali de' non descritti"18. Le filze relative erano identificate con il nome del giusdicente che le aveva prodotte ed erano elencate senza alcun riguardo per l'ordine cronologico. Nella seconda parte, intitolata "Inventario de' libbri di cancelleria della comunità"19, era elencato, sempre senza riguardo per la cronologia ma soprattutto senza alcuna preliminare suddivisione delle carte in relazione ai soggetti produttori, il materiale documentario prodotto dalla comunità e dalle altre magistrature ed uffici locali. Pertanto, in inventario, si trovavano confuse insieme, senza alcun ordine, le scritture della comunità, del vicariato, del cancelliere, dei luoghi pii. Poiché alla descrizione delle singole unità non era associata alcuna numerazione, all'inventario stesso non corrispondeva alcuna numerazione di corda nelle filze e nei registri. L'inventario Gamucci restò in uso fino al 1649, con le integrazioni via via introdotte dai cancellieri successori, che comunque ne mantennero invariata l'impostazione20.
I gravi limiti del lavoro del Gamucci imposero la compilazione di un nuovo e più accurato inventario, alla cui redazione attese, nel 1649 il cancelliere Francesco Guidi21. Il nuovo strumento era caratterizzato dall'adozione di criteri ordinativi assai più razionali di quelli usati in precedenza. Anche il cancelliere Guidi distingueva due soli fondi, quello della giusdicenza22 e quello delle scritture prodotte da tutti gli altri uffici e magistrature locali (comunità, cancelleria, vicariato, luoghi pii). Il fondo della giusdicenza adottava, quale criterio ordinativo, la riunione, sotto il nome di ciascun giusdicente, delle filze prodotte nel corso dell'espletamento dell'incarico23 e la loro collocazione in inventario secondo la successione cronologica dei giusdicenti. Alle filze così ordinate veniva infine attribuita una numerazione progressiva. Le scritture della comunità e degli altri uffici e magistrature locali seguivano alle filze dei giusdicenti, continuandone la numerazione24.
La struttura dell'inventario mostra con tutta evidenza che il Guidi non dominava pienamente la grande varietà delle scritture non giudiziarie, che erano infatti descritte in maniera abbastanza casuale, senza una preliminare ripartizione in fondi documentari distinti, anche se alcune serie e spezzoni di serie erano identificati con sicurezza e al loro interno le singole unità erano collocate in ordine cronologico. Nonostante questi limiti l'inventario Guidi costituì il prototipo al quale si ispirarono tutti gli inventari successivi, che ne adottarono i criteri ordinativi, in primo luogo quello introdotto per il fondo della giusdicenza, affinandoli25. Meno soddisfacente risultò il tipo di numerazione adottato dal Guidi, che prevedendo l'utilizzazione di una sola serie chiusa per i due fondi costitutivi dell'archivio della cancelleria (il fondo dei giusdicenti era numerato da 1 a 265, quello della comunità e degli altri uffici e magistrature locali da 266 a 390) non era il più idoneo per un archivio aperto e in continua crescita, che comportava la necessità della registrazione periodica delle nuove accessioni. Infatti gli aggiornamenti successivi dovettero collocare in inventario i nuovi materiali documentari a piccoli blocchi alternati, ognuno pertinente a uno solo dei due fondi, con la perdita inevitabile della continuità della numerazione.

2. Gli inventari dei cancellieri Domenico Pasquini e Cosimo Maria Pescetti (1691 - 1723)

Nel 1691 si rese necessaria la redazione di un nuovo inventario che sostituisse quello del Guidi, ormai invecchiato, e alla cui redazione si accinse il cancelliere Domenico Pasquini26. Il Pasquini si limitava a inventariare analiticamente e per esteso il solo fondo della comunità e degli altri uffici amministrativi, trascurando il fondo della giusdicenza per il quale osservava: " ... Sopra i scaffali sono alcuni fasci di scritture in confuso: nei primi scaffali, su alto, vi sono civili e criminali che principiano dall'anno 1553 - come in questo 4527 - e sono quasi tutti per ordine e ne mancano pochi come si vede ne' contrassegni fatti nel detto inventario dal signor cancelliere Domenico Guidi a dette carte 45. Ben è vero che dal tempo del signor Bernardo Rabatti, vicario l'anno 1605, cioè dal n. 273 al n. 483, al tempo del signor Girolamo Strozzi, vicario a tutto aprile 1689, tutti i civili e criminali sono in ordine28.
Il fondo della giusdicenza, dalla descrizione del Pasquini, appariva sostanzialmente in ordine e contrassegnato da due diverse serie numeriche. Dal 1553 al 1605 la numerazione procedeva dal n. 1 (filza degli atti criminali del podestà Girolamo Gori) al n. 153 (filza degli atti criminali per i descritti del vicario Bernardo Rabatti), ripetendo la numerazione attribuita dal Guidi. Dal 1605 la numerazione ripartiva con il n. 273, attribuito alla filza degli atti criminali per i non descritti del vicario Bernardo Rabatti che, nell'inventario Guidi, aveva il n. 15429. La discontinuità introdotta nella numerazione del fondo della giusdicenza segnalava l'esistenza di una discontinuità archivistica, significando che, ai tempi del Pasquini, il fondo della giusdicenza era ormai suddiviso, ai fini archivistici e pratici in due sezioni distinte. Una, comprendente fra l'altro le filze civili e criminali prodotte da magistrature ormai soppresse - quali il commissariato e la podesteria - aveva quali estremi cronologici gli anni dal 1553 al 1605 e il suo interesse, ai fini amministrativi e burocratici, era considerato ormai esaurito. Ad essa rimase la numerazione che già aveva nell'inventario Guidi, che cadde però in disuso, di pari passo con la sezione. L'altra sezione era costituita dal materiale prodotto a partire dal 1605 ed essendo oggetto di interesse archivistico corrente, si vide attribuita una nuova numerazione di corda, che partiva però dal n. 273. Perché la nuova numerazione abbia avuto inizio dal n. 273 non è chiaro e costituì un mistero anche per un lontano successore del cancelliere Pasquini, il cancelliere Spiridione Santi, il quale così annotava: "Le quali suddette filze di civili, criminali et altro, nell'inventario fatto l'anno 1722 dal cancelliere Cosimo Pescetti non furono numerati, ma fu impostato nell'inventario di cancelleria di Lucignano per gli libri dell'archivio, alli civili e criminali il numero, come si vedrà in seguito, di 273. Sicché di dette filze non numerate deve essere il numero 272 e riscontrato adesso nell'anno 1742, non si trovano ascendere a più che al numero di 169, salvo facendo che varii la numerazione sua [di] numero 103 e nel restante dal n. 273 al presente, camina detta numerazione fino al n. 594, come si vedrà30".
Questa nuova numerazione restò comunque in uso per circa un secolo, essendo stata adottata da tutti gli inventari successivi, fino al 178231.
L'inventariazione analitica alla quale il cancelliere Pasquini sottopose il solo fondo delle scritture prodotte dalla comunità e dalle altre magistrature ed uffici locali, designato con l'espressione "Libri attenenti alla cancelleria", produsse un ordinamento delle carte abbastanza soddisfacente, assai più perfezionato di quello realizzato suo tempo dal cancelliere Guidi. Le serie risultavano, infatti, assai meglio delineate e, almeno tendenzialmente, raggruppate per soggetto produttore32.
Successivamente, la sede dell'archivio della cancelleria, a fronte dell'accrescersi del materiale documentario finì per dimostrarsi inadeguata, tanto che fu necessario provvederne una nuova, che fu trovata in un edificio di proprietà della Fraternita, sede anche dell'abitazione del cancelliere33. Il trasferimento dell'archivio venne iniziato nel giugno 1721 e il 2 luglio era ormai completato. Il materiale documentario venne preliminarmente sottoposto a un procedimento di selezione e di scarto che interessò la parte più antica del fondo dei giusdicenti, gli atti civili e criminali di commissari, podestà, vicari fino al 1605, che furono lasciati nella vecchia sede della cancelleria.
Contestualmente allo spostamento dell'archivio, i Nove conservatori avevano raccomandato di fare "un poco d'inventario distinto"34 al cancelliere Pescetti, che ne portò a termine la redazione il 18 giugno 172235. L'inventario Pescetti era anch'esso suddiviso, secondo l'uso, in due grandi fondi, "Civili e criminali" e "Libri di deliberazioni et altri attenenti alla pubblica cancelleria di Lucignano". Il fondo della giusdicenza andava dal n. 273 (atti criminali per i non descritti del vicario Bernardo Rabatti, dell'anno 1605) al n. 538 (lettere del vicario Giovan Domenico Brandi, del 1623). Si trattava dunque dell'ordinamento e della numerazione già introdotti dal Pasquini, aggiornato fino ai tempi del Pescetti con la registrazione delle accessioni nel frattempo intervenute. Anche il secondo fondo, che, sostanzialmente, non differiva, quanto all'impostazione, dall'inventario Pasquini presenta tuttavia qualche motivo d'interesse per la maggiore finezza e per il fatto che la descrizione di diverse unità era integrata da indicazioni sul condizionamento e da altre informazioni36.

3. L'archivio della cancelleria nell'inchiesta del 1746

Notizie più organiche sugli archivi degli uffici e magistrature locali, conservate nella cancelleria di Lucignano, successivamente confluiti nell'archivio preunitario del comune, sono contenute in una memoria del 1746, trasmessa ai provveditori del magistrato dei Nove da Domenico Marchi, cancelliere comunitativo37.
Le due relazioni costituivano la risposta, per quanto di competenza, ai quesiti formulati nell'Istruzione emanata il 14 marzo 174638 da Pompeo Neri e trasmessa alle cancellerie comunitative e più in generale a tutti gli enti e uffici detentori di archivi, al fine di raccogliere informazioni su quest'ultimi.
Premessa dell'Istruzione fu il progetto del primo granduca lorenese, Francesco Stefano, di realizzare un (codice delle leggi toscane sul modello di quello promulgato da re Vittorio Emanuele I, tra il 1723 e il 1729, nel regno di Savoia. Preliminarmente alla codificazione avrebbe dovuto essere effettuata una ricognizione sistematica delle leggi, bandi, ordini e di ogni altro materiale legislativo che regolasse l'ordinamento interno, il funzionamento, le competenze e l'ambito giurisdizionale delle magistrature e degli uffici centrali e periferici del Granducato, nonché di comunità, luoghi pii, istituzioni di assistenza e beneficenza, feudi. L'effettuazione dell'inchiesta fu affidata a Pompeo Neri, allora auditore e segretario del Consiglio di Stato, il quale, in esecuzione del mandato avuto, il 16 marzo 1746 diramò le istruzioni necessarie per la effettuazione del censimento, con lettera circolare a uffici, comunità, rettori di giustizia.
La Istruzione era articolata in sedici punti, ciascuno contenente uno o più quesiti ai quali doveva essere data risposta da parte dei funzionari interessati39. Le notizie archivistiche fornite dal cancelliere Domenico Marchi non contenevano, quanto alla descrizione, novità sostanziali rispetto alle notizie contenute nell'inventario Pescetti, che, come abbiamo visto, era assai accurato.
Dopo le prime notizie generali sulle condizioni dell'archivio e la natura degli atti custoditi40, il Marchi descriveva più in dettaglio i nuclei archivistici conservati in cancelleria, dando ragione, sia pure con qualche approssimazione e incompletezza, delle magistrature che li avevano prodotti41 e della loro organizzazione in serie, accertando infine la consistenza numerica dell'archivio42.

4. La cancelleria dalla soppressione alla annessione a Monte S. Savino. L'inventario Lupi (1784 - 1839)

Nel 1784 la cancelleria di Lucignano fu soppressa43 e aggregata a quella di Foiano. Un impiegato, con residenza a Lucignano, avrebbe sbrigato gli affari correnti per conto del nuovo cancelliere, rendendo superfluo il trasferimento dell'archivio della soppressa cancelleria, di cui l'ultimo responsabile, Francesco Lupi, aveva provveduto a redigere un nuovo e aggiornato inventario delle scritture e degli arredi44 nell'imminenza del passaggio delle consegne. L'inventario, costantemente aggiornato con la registrazione delle nuove accessioni, restò in uso assai a lungo e documenta la consistenza dell'archivio della soppressa cancelleria fino al 1839, anno nel quale alcuni importanti nuclei archivistici furono trasportati nella cancelleria di Monte S. Savino.
L'inventario Lupi, secondo la prassi consueta, distingueva due nuclei documentari, quello della giusdicenza - al solito, senza distinguere trai commissari, podestà, vicari e quello della comunità e degli altri uffici locali. Il Lupi, mantenendo i criteri ordinativi a suo tempo introdotti, dal cancelliere Guidi, provvide a reinventariare e rinumerare l'intero fondo della giusdicenza a partire dalla prima filza, datata 1553, che risultò formato, a tutto il 1784, di 496 unità. Il fondo della comunità e degli altri uffici fu preliminarmente ripartito secondo i soggetti produttori e il materiale documentario fu sottoposto a rilevamento analitico e distribuito in serie, ciascuna delle quali ebbe una numerazione autonoma45. Complessivamente il fondo contava 372 unità che, sommato alle 496 della giusdicenza davano per l'intero archivio un totale di 868 unità.
L'inventario Lupi innova e migliora profondamente l'inventario Pescetti, poiché corregge la numerazione del fondo giudiziario e crea fondi distinti per gli uffici non giudiziario Nell'inventario compaiono due unità mai rilevate in precedenza, assai antiche, inserite con il n. 1 e il n. 2 nella serie dei "Libbri vari e memorie della comunità", successivamente andate disperse46.
L'archivio della soppressa cancelleria di Lucignano sembrerebbe non aver subito smembramenti tra il 1808 e il 1814, al tempo dell'annessione della Toscana all'impero napoleonico, quando, nel quadro del riassetto istituzionale e amministrativo dell'intero territorio toscano, le cancellerie comunitative vennero soppresse mentre alle mairies furono ricondotte, tra le altre, anche le competenze sulla conservazione degli archivi. Dagli aggiornamenti dell'inventario Lupi e dai carteggi dei maires, parrebbe che a Lucignano, come anche nella maggior parte delle mairies già sede di vicariato o podesteria, non si sia ottemperato alla disposizione che nel 1808 prescrisse il trasferimento delle carte dei giusdicenti dalle vecchie cancellerie ai tribunali di prima istanza competenti per territorio47. In quell'anno, come conseguenza dell'annessione all'impero, la legislazione e i tribunali toscani vennero aboliti e fu introdotto un ordinamento giudiziario analogo a quello vigente in Francia. Il nuovo ordinamento (entrato in vigore il primo ottobre 180848 e rimasto valido fino al 1814) prevedeva a Lucignano, come in ogni altra circoscrizione comunale, una Giudicatura di pace composta da un giudice e da due sostituti. Il giudice di pace, eletto dall'assemblea cantonale, aveva essenzialmente funzioni di conciliazione tra le parti, mentre tutte le altre cause cui serviva un giudizio formale erano di competenza del tribunale di prima istanza insediato nel capoluogo di Circondario che nel caso di Lucignano era quello di Monte San Savino. Non risultano infatti versamenti dalla soppressa cancelleria di Lucignano al tribunale di prima istanza di Monte San Savino.
I mutamenti conseguenti alla restaurazione non modificarono l'assetto dell'archivio di Lucignano fino al 1838, quando, a seguito della riconduzione del Comune di Lucignano alla cancelleria di Monte San Savino49, la situazione fotografata dall'inventario Lupi sarebbe cambiata.
La nuova aggregazione comportò il versamento nell'archivio della cancelleria di Monte San Savino di diverso materiale descritto nell'Elenco dei libri e delle filze che dalla soppressa residenza di Lucignano sono stati trasportati nell'archivio di Monte San Savino, del 1839, che figura fra le appendici dell'inventario dell'archivio della Cancelleria di Monte San Savino redatto nel 183750. Si apprende così che vennero trasferiti 47 filze, dal 1569 al 1838, dei cancellieri e dei gonfaloni eri di Lucignano; pressoché tutto il catasto descrittivo (50 filze di arroti e 19 di giustificazioni di volture, 5 lirette, 6 estimi antichi, 5 campioni nonché alcuni rendiconti catastali, prospetti e repertori di proprietari) e quello particellare (4 campioni e 3 supplementi ai campioni, 3 manuali e 3 supplementi al manuale, 1 tavola indicativa con relativo supplemento, 4 atlanti e alcuni repertori e campioni di livelli e di possidenti); documentazione del Comune (deliberazioni dal 1770 al 1839, saldi dal 1799 al 1740, e, per lo stesso arco di tempo Il dazzaioli della tassa prediale, 9 della tassa di famiglia, 13 delle rendite comunitative, 3 registri del donzello, 3 filze relative all'arruolamento militare; di diversi luoghi pii (poche unità della Fraternita, dell'Eredità Spagna-Stefani, delle compagnie di Carità, Santa Croce, della Santissima Annunziata; di alcuni registri e filze dell'aiuto-ingegnere di Circondario e di 9 filze degli atti civili del podestà a partire dal 180051).
Con la soppressione delle Cancellerie nel 186552, a seguito dell'unificazione dell'Italia, presso il comune di Lucignano furono ricondotte le carte appartenenti alle relative comunità granducale e cancelleria, nonché le filze degli aiuto cancellieri.
Le carte catastali, antiche e moderne, restarono a Monte San Savino, presso l'Agenzia (poi Ufficio distrettuale) delle imposte dirette53 e successivamente versate all'Archivio di Stato di Arezzo54.
Si segnala, infine, che il materiale documentario relativo alle istituzioni della Giudicatura di pace (1808 - 1813), della Podesteria (1813 - 1848) e della Pretura (1848 - 1865) è conservato presso l'Archivio di Stato di Arezzo.

Bruno Gialluca



Nella realizzazione del presente riordinamento si è operato in modo da ristabilire, quanto più fedelmente possibile, i legami esistenti fra la documentazione conservata e i diversi uffici produttori della medesima, coerentemente con i criteri storici sui quali si fonda il metodo archivistico. Nel rapporto costante con le realtà istituzionali di riferimento, l'inventario è stato articolato in otto sezioni, comprensive di uno o più fondi archivistici. Ciascuna sezione è preceduta da una introduzione essenziale, di tipo storico - istituzionale, che attiene ai diversi uffici produttori della documentazione e che si integra con eventuali introduzioni premesse alle singole serie, per chiarirne, se necessario, la struttura e il contenuto.
Nella prima sezione, intitolata Il Comune di Lucignano e il Vicariato di Valdichiana è stata distribuita in primo luogo la documentazione relativa al Comune (1537 - 1776) e alla nuova Comunità (1776 - 1808) di Lucignano, considerata come facente parte di un unico fondo documentario dal momento che la cesura storica rappresentata dalle riforme comunitative leopoldine non ha avuto a Lucignano alcun riflesso sul piano dell'organizzazione della documentazione prodotta. Le serie relative non presentano, infatti, alcuna interruzione o variazione strutturale conseguente alle mutazioni istituzionali intervenute, e ciò anche in conseguenza del fatto che il territorio della nuova Comunità settecentesca venne a coincidere, nel caso specifico, con quello del vecchio Comune e della Podesteria. Nella stessa sezione sono ricompresi i fondi della "Curia del danno dato" e della "Banca attuaria civile", considerati entrambi nella loro natura di organismi giudiziari di emanazione comunale. Seguono, inoltre, gli atti della "Deputazione del Governo provvisorio di Lucignano", conservati tuttora presso l'Archivio nonostante le precise indicazioni della Presidenza del Buon Governo che, nel 1800, aveva disposto l'invio a Firenze di tale documentazione relativa al periodo dell'insorgenza del 179955.
La sezione si chiude con le carte del Vicariato di Valdichiana, l'organismo territoriale di cui, sino al periodo leopoldino, fece parte, assieme ad altre, la Podesteria di Lucignano.
I mutamenti istituzionali avvenuti con la dominazione francese e con la successiva Restaurazione trovano rispondenza, rispettivamente, nella seconda sezione, dove si è riunito il materiale relativo alla Mairie (1808 - 1814), e nella terza dove si è collocata la produzione riguardante la nuova Comunità restaurata (1814 - 1865). È stata inclusa in questa sezione, nella serie "Varie", anche una unità relativa all'"Ingegnere di Circondario" che, pur contenendo un tipo di documentazione prodotta dall'attività di un soggetto autonomo rispetto alla Comunità, si presenta come residuale di un fondo più ampio, conservato altrove.
Seguono, in ordine cronologico, le sezioni quarta e quinta coincidenti con i fondi relativi alla Deputazione comunale per il reclutamento (1829 - 1854) e alla Guardia civica e Guardia nazionale (1847 - 1876).
La sesta sezione è riservata agli archivi delle Compagnie religiose (1563 - 1785), organismi sui quali il cancelliere comunitativo esercitava la sua vigilanza. Si tratta in particolare della "Compagnia della SS. Annunziata", della "Compagnia della S. Croce", della "Compagnia di S. Rocco" e della "Compagnia del Corpus Domini", tutte soppresse da Pietro Leopoldo nel 1785.
La sezione settima è dedicata alla Cancelleria comunitativa e raccoglie la documentazione prodotta dal cancelliere nei suoi rapporti con gli organi centrali del governo fiorentino.
Compongono l'ottava sezione i documenti prodotti dai diversi ufficiali preposti all'amministrazione della giustizia nel territorio di Lucignano: il "Commissario di Valdichiana" (1553 - 1559), il "Podestà di Lucignano" (1559 - 1570), il "Vicario di Valdichiana" (1570 - 1772), il "Vicario regio di Lucignano" (1772 - 1784), il nuovo "Podestà di Lucignano" (1784 - 1808).
In fondo all'inventario è stato sinteticamente descritto, in ordine cronologico, il materiale, anche a stampa, costituito da Leggi, bandi e pubblicazioni utilizzate da diversi ufficiali come strumenti di lavoro.



Relativamente alla descrizione delle singole unità archivistiche sono stati usati i seguenti criteri:

- la data delle unità archivistiche è riportata allo stile comune, specificando, quando possibile, anche il mese e il giorno; fanno eccezione gli estremi gennaio - dicembre che si intendono sottintesi; i mesi sono indicati in forma abbreviata con le prime tre lettere seguite da un punto;
- il titolo originale ed altre altri parti desunte dal documento sono in carattere corsivo (eventualmente integrate in tondo);
- di ogni unità documentaria sono indicati: la datazione o l'eventuale mancanza (s. d.); il tipo di condizionamento (registro, filza, ecc.), la numerazione delle carte o delle pagine precisandone, eventualmente la duplicità (es. cc. 1-20, 1-30), la parzialità (es. cc. s. n., 20), la erronea progressività (numerazione non progressiva) o la mancanza (es. cc. s. n.); l'esistenza di repertori (con repertorio); l'eventuale antica segnatura (Numerazione antica: ... );
- con un asterisco sono stati segnalati lievi danni allo stato di conservazione dell'unità, con due asterischi i danni più gravi;
- le ricostruzioni di date o di nomi assenti nel testo sono riportate fra parentesi quadre.

Per la descrizione delle unità documentarie sono state usate le seguenti abbreviazioni:

b./bb. = bianca, bianche
c./cc. = carta, carte
c. s. = come sopra
n./nn. = numero, numeri
p./pp. = pagina, pagine
s. d. = senza data
segg. = seguenti
s. n. = senza numerazione (relativamente alle carte)
A.POST.L. = Archivio Postunitario del Comune di Lucignano
A.PRE.L. = Archivio Preunitario del Comune di Lucignano
A.PRE.M. = Archivio Preunitario del Comune di Monte San Savino
A.S.A. = Archivio di Stato di Arezzo
A.S.F. = Archivio di Stato di Firenze
A.S.Si. = Archivio di Stato di Siena

Si dà di seguito, in ordine alfabetico, l'indicazione completa delle opere citate con maggior frequenza, preceduta dalla forma abbreviata con la quale compaiono nel testo:

BOLLETTINO DELLE LEGGI = Bollettino delle leggi, decreti imperiali e deliberazioni della Giunta di Toscana, pubblicate nei Dipartimenti dell'Arno, dell'Ombrone e del Mediterraneo, voll. XVIII, Firenze 1808 - 1811
CANTINI = Legislazione Toscana raccolta e illustrata dal dottore Lorenzo Cantini socio di varie Accademie..., voll. I-XXX, Firenze 1800 - 1807
LEGGI E DECRETI = Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, 1861 - 1865



La schedatura delle unità archivistiche è stata realizzata da Silvia Floria relativamente alle unità 1-183, da Cinzia Cardinali per le unità 184-389, 950-1093 e da Bruno Gialluca relativamente alle unità 390-949. Un particolare ringraziamento si deve alla sig.ra Ida Nocentini, responsabile del servizio sociale, scolastico e culturale del Comune di Lucignano, per la preziosa collaborazione offerta nel corso della redazione dell'inventario, al prof. Valeriano Spadini di Lucignano per le segnalazioni bibliografiche, ai dott. Claudia Ercoli, Andrea Maiarelli e Sonia Merli per il sostegno e l'aiuto fornito.



Il Comune di Lucignano e il Vicariato di Valdichiana

Comune e nuova Comunità di Lucignano

Capitoli

Statuti e riforme

Imborsazioni ed estrazioni degli ufficiali

Deliberazioni

Registri dei proventi e dei debitori e creditori

Entrate, uscite e saldi dei camarlinghi

Gabella delle doti

Doti del sale

Curia del danno dato

Atti della banca attuaria civile

Carteggio della Deputazione del Governo provvisorio di Lucignano

Vicariato di Valdichiana

Deliberazioni dei soprassindaci

Suppliche

Bandi

Entrate, uscite e saldi dei camarlinghi

Mairie di Lucignano

Deliberazioni

Carteggio

Copialettere

Decreti e notificazioni

Atti di stato civile

Registri della popolazione

Registro di coscrizione

Registri dei livelli

Documenti di corredo ai conti consuntivi

Comunità di Lucignano

Elezioni comunali

Deliberazioni ed atti magistrali

Carteggio dei gonfalonieri

Istanze diverse

Copialettere dei gonfalonieri

Dazzaioli delle rendite comunitative

Tassa di famiglia e tassa prediale

Bilanci di previsione e rendimenti dei conti

Documenti di corredo ai rendiconti

Varie

Deputazione comunale per il Reclutamento

Deliberazioni

Carteggio e liste

Guardia civica e Guardia nazionale

Carteggio e liste della Guardia civica

Carteggio e liste della Guardia nazionale

Compagnie religiose

Compagnia dell'Annunziata

Statuti

Deliberazioni del priore e del consiglio

Livelli

Inventari dei beni mobili

Entrate, uscite e saldi dei camarlinghi

Compagnia della Santa Croce

Deliberazioni dei rettori e del consiglio

Livelli

Entrate, uscite e saldi dei camarlinghi

Compagnia di San Rocco

Deliberazioni dei consigli

Memorie e livelli

Entrate, uscite e saldi dei camarlinghi

Compagnia del Corpus Domini

Deliberazioni dei rettori e del consiglio

Livelli e censi

Entrate, uscite e saldi dei camarlinghi

Cancelleria comunitativa

Libri di memorie

Carteggio dei cancellieri e degli aiutocancellieri

Registri di copialettere

Obblighi dei camarlinghi

Censi e livelli

Registri di stato civile della popolazione

Inventari

Varie

Gli archivi giudiziari

Commissario di Valdichiana

Atti civili

Atti criminali

Podestà di Lucignano

Atti civili

Atti criminali

Vicario di Valdichiana e podestà di Lucignano

Paci, tregue e levate d'offese del Vicariato

Atti civili di Lucignano

Atti criminali del Vicariato

Specchietti di sentenze criminali del Vicariato

Inventario dei beni dei condannati del Vicariato

Vicario regio di Lucignano

Atti civili

Protocollo degli atti criminali

Atti criminali

Podestà di Lucignano

Atti civili

Varie

Leggi e pubblicazioni dello Stato toscano



Statutari e riformatori di Lucignano

Piero di Biagio Bonastri 1569 giu. 29
Giovanni Battista di Angelo Lambardi 1569 giu. 29
Mariano di Angelo Renzuoli 1569 giu. 29
Giovanni Francesco di Agostino Vannini 1569 giu. 29
Lorenzo di Paolo 1576
Marcantonio Baffi 1576
Fabio di Domenico Picconi 1576
Francesco di Giovanni Bonastri 1576
Angelo di Francesco 1576
Girolamo di Girolamo Feroni 1576
Damiano di Pietro Ciogni 1579 gen. 16
Marcantonio di Niccolo Baffi 1579 gen. 16
Bernardo di Francesco Baccati 1584 apr. 6
Antonio di Francesco Picconi 1584 apr. 6
Marco di Girolamo Bruni 1584 apr. 6

Camarlinghi del Comune

Felice di Giovanni? 1562 lug. 1 - 1563 giu. 30
Lorenzo di Paolo di Stefano 1563 lug. 1 - 1564 giu. 30
... ...
Lacopo Battelli 1567 lug. 1 - 1568 giu. 30
Grifolo di Girolamo Grifoli 1569 lug. 1 - 1571 giu. 30
Antonio di Francesco Picconi 1571 lug. 1 - 1572 giu. 30
Iacopo Verdiani 1572 lug. 1 - 1573 giu. 30
Baccio Guarrini 1573 lug. 1 - 1574 giu. 30
Goro di Antonio Ristori 1574 lug. 1 - 1575 giu. 30
Paesano di Paesano Cantelli 1575 lug. 1 - 1576 giu. 30
Francesco D'Andrea Ciogni 1576 lug. 1 - 1577 giu. 30
Antonio di Francesco Picconi 1577 lug. 1 - 1579 giu. 30
Antonio di Cristallo Bruni 1579 lug. 1 - 1580 giu. 30
Bartolomeo di Arrigo Arrighi 1580 lug. 1 - 1581 giu. 30
Giovanni di Paesano Cantelli 1581 lug. 1 - 1582 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1582 lug. 1 - 1583 giu. 30
... ...
Antonio di Cristallo Bruni 1583 nov. 1 - 1584 giu. 30
Battista di Lorenzo Serbattisti 1584 lug. 1 - 1585 giu. 30
Francesco di Mariano Bonastri 1585 lug. 1 - 1586 giu. 30
Paesano di Paesano Cantelli 1586 lug. 1 - 1587 giu. 30
Giovanni Ciogni 1587 lug. 1 - 1588 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1588 lug. 1 - 1589 giu. 30
Giacomo di Ser Piero Verdiani 1589 lug. 1 - 1590 giu. 30
Bastiano di Tommaso Cenciaioli 1590 lug. 1 - 1591 giu. 30
Giovanni di Francesco Ciogni 1591 lug. 1 - 1592 giu. 30
Marcantonio Baffi 1592 lug. 1 - 1593 giu. 30
Giovanni di Paesano Cantelli 1593 lug. 1 - 1594 giu. 30
Bartolomeo Arrighi 1594 lug. 1 - 1595 giu. 30
Francesco di Mariano Bonastri 1595 lug. 1 - 1596 giu. 30
Giovanni di Francesco Ciogni 1596 lug. 1 - 1597 giu. 30
Ottavio di Matteo Scarmagli 1597 lug. 1 - 1598 giu. 30
Bastiano di Tommaso Cenciaioli 1598 lug. 1 - 1599 giu. 30
Girolamo di Antonio Tornaini 1599 lug. 1 - 1600 giu. 30
Michelangelo di Giovanni di Marco Bruni 1600 lug. 1 - 1601 giu. 30
Giovanni Battista di Pietro Verdiani 1601 lug. 1 - 1602 giu. 30
Mariano di Francesco Bonastri 1602 lug. 1 - 1603 giu. 30
Francesco di Bernardino Baccati 1603 lug. 1 - 1604 giu. 30
Armenio di Matteo Battelli 1604 lug. 1 - 1605 giu. 30
Angelo di Ludovico Renzuoli 1605 lug. 1 - 1606 giu. 30
Girolamo di Antonio Tornaini 1606 lug. 1 - 1607 giu. 30
Angelo di Lodovico Renzuoli 1607 lug. 1 - 1608 giu. 30
Teodoro di Biagio Vannini 1608 lug. 1 - 1609 giu. 30
Francesco di Niccolo Baffi 1609 lug. 1 - 1610 giu. 30
Mariano di Francesco Bonastri 1610 lug. 1 - 1611 giu. 30
Arrigo di Bartolomeo Arrighi 1611 lug. 1 - 1612 giu. 30
Mariano di Francesco Bonastri 1612 lug. 1 - 1613 giu. 30
Camillo Capei 1613 lug. 1 - 1614 giu. 30
Francesco Baffi 1614 lug. 1 - 1615 giu. 30
Ercole di Paesano Cantelli 1615 lug. 1 - 1616 giu. 30
Bernardino Renzuoli 1616 lug. 1 - 1617 giu. 30
Giovanni Antonio di Francesco Minozzi 1617 lug. 1 - 1618 giu. 30
Mariano di Francesco Bonastri 1618 lug. 1 - 1619 giu. 30
Ercole di Paesano Cantelli 1619 lug. 1 - 1620 giu. 30
Girolamo di Giovanni Ristori 1620 lug. 1 - 1621 giu. 30
Mariano di Francesco Bonastri 1621 lug. 1 - 1622 giu. 30
Bruno di Agostino Danielli 1622 lug. 1 - 1623 giu. 30
Francesco Baffi 1623 lug. 1 - 1624 giu. 30
Pietro Serbatisti 1624 lug. 1 - 1625 giu. 30
Camillo di Baldino Capei 1625 lug. 1 - 1626 giu. 30
Mariano di Francesco Bonastri 1626 lug. 1 - 1627 giu. 30
Marcantonio Baffi 1627 lug. 1 - 1628 giu. 30
Mariano di Francesco Bonastri 1628 lug. 1 - 1629 giu. 30
Lorenzo di Giacomo Dini 1629 lug. 1 - 1629 ott. 31
Marcantonio Baffi 1629 nov. 1 - 1630 giu. 30
Francesco di Giovanni Ciogni 1630 lug. 1 - 1631 giu. 30
Cesare di Iacopo Barlozzi 1631 lug. 1 - 1632 giu. 30
Mariano di Francesco Bonastri 1632 lug. 1 - 1633 giu. 30
Francesco di Niccolo Baffi 1633 lug. 1 - 1634 giu. 30
Mariano Dr Bernardo Minozzi 1634 lug. 1 - 1635 giu. 30
Pietro Battelli 1635 lug. 1 - 1636 giu. 30
Francesco Baffi 1636 lug. 1 - 1637 giu. 30
Mariano Minozzi 1637 lug. 1 - 1638 giu. 30
Cesare di Iacopo Barlozzi 1638 lug. 1 - 1639 giu. 30
Cinzio Renzuoli 1639 lug. 1 - 1640 giu. 30
Camillo Capei 1640 lug. 1 - 1641 giu. 30
Andrea di Girolamo Caifassi 1641 lug. 1 - 1642 giu. 30
Francesco di Niccolo Baffi 1642 lug. 1 - 1643 giu. 30
Bernardino di Angelo Renzuoli 1643 lug. 1 - 1645 giu. 30
Francesco Baffi 1645 lug. 1 - 1646 giu. 30
Cinzio Renzuoli 1646 lug. 1 - 1647 giu. 30
Niccolo Baffi 1647 lug. 1 - 1648 giu. 30
Francesco Baffi 1648 lug. 1 - 1649 giu. 30
Pietro Spagna Stefani 1649 lug. 1 - 1650 giu. 30
Francesco Baffi 1650 lug. 1 - 1651 giu. 30
Lodovico Renzuoli 1651 lug. 1 - 1652 giu. 30
Francesco Baffi 1652 lug. 1 - 1653 giu. 30
Pietro di Girolamo Griffoli 1653 lug. 1 - 1654 giu. 30
Francesco Scarpelli 1654 lug. 1 - 1655 giu. 30
Domenico Scarpelli 1655 lug. 1 - 1656 giu. 30
Giovanni Battista Verdiani 1656 lug. 1 - 1657 giu. 30
Ottaviano Ristori 1657 lug. 1 - 1658 giu. 30
Bernardino Renzuoli 1658 lug. 1 - 1659 giu. 30
Francesco Scarpelli 1659 lug. 1 - 1661 giu. 30
Arrigo Arrighi 1661 lug. 1 - 1666 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1666 lug. 1 - 1679 giu. 30
Costantino Ciogni 1679 lug. 1 - 1680 giu. 30
Girolamo Ristori 1680 lug. 1 - 1681 giu. 30
Giovanni Battista Dini 1681 lug. 1 - 1682 giu. 30
Deifebo di Antonio Setti 1682 lug. 1 - 1683 giu. 30
Costantino Bonastri 1683 lug. 1 - 1684 giu. 30
Iacopo di Girolamo Lini 1684 lug. 1 - 1686 giu. 30
Iacopo di Angelo Mecarini 1686 lug. 1 - 1687 giu. 30
Angelo di Giovanni Cantelli 1687 lug. 1 - 1688 giu. 30
Francesco di Costantino Ciogni 1688 lug. 1 - 1691 nov. 24
Arcangelo Cantelli 1691 nov. 25 - 1701 giu. 30
Arcangelo Cantelli 1701 lug. 1 - 1711 giu. 30
Francesco Antonio Arrighi 1711 lug. 1 - 1720 giu. 30
Giovanni Pietro di Niccolo Bruni 1720 lug. 1 - 1722 giu. 30
Matteo di Bartolomeo Arrighi 1722 lug. 1 - 1723 giu. 30
Ottaviano di Bartolomeo Capei 1723 lug. 1 - 1729 giu. 30
Francesco di Gervasio Arrighi 1729 lug. 1 - 1735 giu. 30
Cristofano Minozzi 1735 lug. 1 - 1745 giu. 30
Bartolomeo Arrighi 1745 lug. 1 - 1771 giu. 30
Vincenzo Guglielmi 1771 lug. 1 - 1775 feb. 28
Iacopo Griffoli 1775 mar. 1 - 1777 feb. 28

Camarlinghi della Comunità

Vincenzo Guglielmi 1777 mar. 1 - 1778 feb. 28
Giovanni Cosimo Battelli Renzuoli 1778 mar. 1 - 1781 feb. 28
Angelo Bernardini 1781 mar. 1 - 1783 feb. 28
Angelo Maria Bernardini 1783 mar. 1 - 1784 feb. 29
Felice Griffoli 1784 mar. 1 - 1787 feb. 28
Giovanni Cosimo Renzuoli Battelli 1787 mar. 1 - 1790 feb. 28
Giovanni Ottaviano Capei 1790 mar. 1 - 1793 feb. 28
Felice Bernardini 1793 mar. 1 - 1796 feb. 29
Camillo Vanni 1796 mar. 1 - 1799 feb. 28
Felice Griffoli 1799 mar. 1 - 1802 feb. 28
Camillo di Michele Vanni 1802 mar. 1 - 1805 feb. 28
Enea Arrighi 1805 mar. 1 - 1808 feb. 29

Camarlinghi del Vicariato di Valdichiana

Giovanni di Baldo Baldi 1571 gen. 1 - 1571 dic. 31
Toto di Giovanni Tiezi da Foiano 1572 gen. 1 - 1572 dic. 31
Francesco Griffoli da Lucignano 1573 gen. 1 - 1573 dic. 31
Granato Granati da Foiano 1574 gen. 1 - 1574 dic. 31
Francesco di Benedetto Cosimi da Monte S. Savino 1575 gen. 1 - 1575 dic. 31
Mariano di Angelo Renzuoli da Lucignano 1576 gen. 1 - 1576 dic. 31
Gabriele di Renzo da Monte S. Savino 1577 gen. 1 - 1577 dic. 31
Silverio di Andrea Ciogni da Lucignano 1578 gen. 1 - 1578 dic. 31
Toto di Giovanni Tiezi da Foiano 1579 gen. 1 - 1579 dic. 31
Arcangelo di Cristofano Menicucci da Monte San Savino 1580 gen. 1 - 1580 dic. 31
Antonio di Pietro Verdiani da Lucignano 1581 gen. 1 - 1581 dic. 31
Francesco di Bernardino Rampi da Foiano 1582 gen. 1 - 1582 dic. 31
Arcangelo di Cristofano Menicucci da Monte S. Savino 1583 gen. 1 - 1583 dic. 31
Belisario di Iacopo Angeli da Lucignano 1584 gen. 1 - 1584 dic. 31
Angelo di Domenico Pitrelli da Marciano 1585 gen. 1 - 1585 dic. 31
Giovanni Battista di Ottavio Bartoli 1586 gen. 1 - 1586 dic. 31
Silverio di Andrea Ciogni da Lucignano 1587 gen. 1 - 1587 dic. 31
Cesare di Vincenzo Bartoli da Foiano 1588 gen. 1 - 1588 dic. 31
Orazio di Cristofano Veltroni da Monte S. Savino 1589 gen. 1 - 1589 dic. 31
Silverio di Andrea Ciogni da Lucignano 1590 gen. 1 - 1590 dic. 31
Pietro di Pietro Boldi da Foiano 1591 gen. 1 - 1591 dic. 31
Gismondo di Iacopo Guglielmi da Monte S. Savino 1592 gen. 1 - 1592 dic. 31
Silverio di Andrea Ciogni da Lucignano 1593 gen. 1 - 1593 dic. 31
Pietro Boldi da Foiano 1594 gen. 1 - 1594 dic. 31
Federigo di Ridolfo Veltroni da Monte San Savino 1595 gen. 1 - 1595 dic. 31
Biagio di Antonio Vannini da Lucignano 1596 gen. 1 - 1596 dic. 31
Filippo di Tommaso Querci da Foiano 1597 gen. 1 - 1597 dic. 31
Domenico di Primo Valentini 1598 gen. 1 - 1598 dic. 31
Mariano di Marcantonio Baffi da Lucignano 1599 gen. 1 - 1599 dic. 31
Giovanni Battista di Domenico Paffetti da Foiano 1600 gen. 1 - 1600 dic. 31
Giovan Battista di Ottavio Bartoli da Monte San Savino 1601 gen. 1 - 1601 dic. 31
Mariano di Francesco Bonastri da Lucignano 1602 gen. 1 - 1602 dic. 31
Cosimo di Rosado Donnini da Foiano 1603 gen. 1 - 1603 dic. 31
Giovanni Galletti da Monte San Savino 1604 gen. 1 - 1604 dic. 31
Silvano di Cesare Barlozzi da Lucignano 1605 gen. 1 - 1605 dic. 31
Bernardino di Botarelli da Foiano 1606 gen. 1 - 1606 dic. 31
Luca Zinetti da Monte San Savino 1607 gen. 1 - 1607 dic. 31
Pietro di Angiolo Acciaioli da Lucignano 1608 gen. 1 - 1608 dic. 31
Alessandro Tozzetti da Foiano 1609 gen. 1 - 1609 dic. 31
Armenio di Matteo Battelli 1610 gen. 1 - 1610 dic. 31
Cinzio Paffetti da Foiano 1611 gen. 1 - 1611 dic. 31
Teodoro Vannini da Lucignano 1612 gen. 1 - 1612 dic. 31
Angelo di Filippo Guerci 1613 gen. 1 - 1613 dic. 31
Paolo di Bernardino Franceschini da Lucignano 1614 gen. 1 - 1614 dic. 31
Francesco di Niccolo di Vincenzo Vannini da Foiano 1615 gen. 1 - 1615 dic. 31
Alessandro Ciogni da Lucignano 1636 feb. 5 - 1637 feb. 4
Francesco Ciogni da Lucignano 1637 feb. 5 - 1638 feb. 4
Piero di Armenio Battelli 1638 feb. 5 - 1639 feb. 4
Matteo Scarmagli 1639 feb. 5 - 1640 feb. 4
Vincenzo di Ventura Sonnati da Foiano 1640 feb. 5 - 1641 gen. 31
Giovanni Battista Arrighetti da Monte San Savino 1641 feb. 1 - 1642 gen. 31
Mainardo di Giovanni Battista Ciogni da Lucignano 1642 feb. 1 - 1643 feb. 28
Benedetto di Bastiano Mazzarelli da Foiano 1643 mar. 1 - 1644 gen. 31
Antineo di Grazia Baci da Monte San Savino 1644 feb. 1 - 1645 gen. 31
Pietro di Polino Bruni da Lucignano 1645 feb. 1 - 1646 gen. 31
Girolamo di Cristofano Mazzarelli da Foiano 1646 feb. 1 - 1647 gen. 31
Marcantonio Baffi da Lucignano 1647 feb. 1 - 1648 gen. 31
Battista di Domenico Granati da Foiano 1648 feb. 1 - 1649 gen. 31
Cesare di Silvano Barlozzi da Lucignano 1649 feb. 1 - 1650 gen. 31
Giovanni di Simone Granati da Foiano 1650 feb. 1 - 1651 gen. 31
Camillo di Francesco Franceschini da Lucignano 1651 feb. 1 - 1652 gen. 31
Filippo di Giacinto Paffetti da Foiano 1652 feb. 1 - 1653 gen. 31
Domenico Renieri 1653 feb. 1 - 1654 gen. 31
Giovanni di Simone Granati da Foiano 1654 feb. 1 - 1655 gen. 31
Camillo Franceschini da Lucignano 1655 feb. 1 - 1656 gen. 31
Andrea Granati da Foiano 1656 feb. 1 - 1657 gen. 31
Luca Coradi da Lucignano 1657 feb. 1 - 1658 gen. 31
Alfiere Matteo Magi 1658 feb. 1 - 1659 gen. 31
Stefano di Bernardino Stefani 1659 feb. 1 - 1660 gen. 31
Niccolo Neri da Foiano 1660 feb. 1 - 1661 gen. 31
Matteo Scarmagli da Lucignano 1661 feb. 1 - 1662 feb. 28
Bastiano Mazzarelli da Foiano 1662 mar. 1 - 1663 feb. 28
Antonio Spagna Stefani da Lucignano 1663 mar. 1 - 1664 feb. 29
Agnolo Querci 1664 mar. 1 - 1665 feb. 28
Alfiere Arrigo di Alfiere Francesco Arrighi 1665 mar. 1 - 1666 feb. 28
Niccolo Neri da Foiano 1666 mar. 1 - 1667 feb. 28
Consalvo Mattia Spagna Stefani 1667 mar. 1 - 1668 feb. 29
Bastiano Mazzarelli da Foiano 1668 mar. 1 - 1669 feb. 28
Mariano Baffi da Lucignano 1669 mar. 1 - 1670 feb. 28
Bastiano Mazzarelli da Foiano 1670 mar. 1 - 1671 feb. 28
Mariano Baffi da Lucignano 1671 mar. 1 - 1672 feb. 29
Giovanni Mannozzi da Foiano 1672 mar. 1 - 1673 feb. 28
Francesco di Antonio Scarpelli da Lucignano 1673 mar. 1 - 1674 feb. 28
Giovanni di Cristofano Poggi da Foiano 1674 mar. 1 - 1675 feb. 28
Orazio di Pompilio Ristori 1675 mar. 1 - 1676 feb. 29
Luca di Giovanni Paolo Grazi 1676 mar. 1 - 1677 feb. 28
Pompilio Picconi da Lucignano 1677 mar. 1 - 1678 feb. 28
Agnolo Querci da Foiano 1678 mar. 1 - 1679 feb. 28
Francesco Scarpelli 1679 mar. 1 - 1680 feb. 28
Alessandro di Vincenzo Tamagnini 1680 mar. 1 - 1681 feb. 28
Andrea di Antonio Lazzari da Lucignano 1681 mar. 1 - 1682 feb. 28
Agnolo Querci da Foiano 1682 mar. 1 - 1683 feb. 28
Bartolomeo Picconi da Lucignano 1683 mar. 1 - 1684 feb. 29
Alessandro di Vincenzo Tamagnini da Foiano 1684 mar. 1 - 1685 feb. 28
Giovanni Battista di Iacopo di Gino da Lucignano 1685 mar. 1 - 1686 feb. 28
Angelo Querci da Foiano 1686 mar. 1 - 1687 feb. 28
Francesco di Pietro Capei da Lucignano 1687 mar. 1 - 1688 feb. 29
Alessandro Tamagnini da Foiano 1688 mar. 1 - 1689 feb. 28
Francesco Ciogni da Lucignano 1689 mar. 1 - 1690 feb. 28
Anton Carlo Granati da Foiano 1690 mar. 1 - 1691 feb. 28
Girolamo Stefani da Lucignano 1691 mar. 1 - 1692 feb. 29
Anton Carlo Granati da Foiano 1692 mar. 1 - 1693 feb. 28
Arcangelo Cantelli da Lucignano 1693 mar. 1 - 1694 feb. 28
Antonio Sernei 1694 mar. 1 - 1695 feb. 28
Francesco Stefani da Lucignano 1695 mar. 1 - 1696 feb. 29
Antonio Carlo Granati da Foiano 1696 mar. 1 - 1697 feb. 28
Arcangelo Cantelli da Lucignano 1697 mar. 1 - 1698 feb. 28
Girolamo Del Medico da Foiano 1698 mar. 1 - 1699 feb. 28
Francesco Stefani da Lucignano 1699 mar. 1 - 1700 feb. 29
Ventura Sonnati da Foiano 1700 mar. 1 - 1701 feb. 28
Teodoro Bernardini 1701 mar. 1 - 1702 feb. 28
Girolamo Granati da Foiano 1702 mar. 1 - 1703 feb. 28
Arcangelo Cantelli da Lucignano 1703 mar. 1 - 1704 feb. 29
Anton Carlo Granati da Foiano 1704 mar. 1 - 1705 feb. 28
Cristofani Picconi da Lucignano 1705 mar. 1 - 1706 feb. 28
Pietro Granati da Foiano 1706 mar. 1 - 1707 feb. 28
Cristofano Picconi da Lucignano 1707 mar. 1 - 1708 feb. 29
Pier Francesco Seriacopi da Foiano 1708 mar. 1 - 1709 feb. 28
Francesco Grifoli da Lucignano 1709 mar. 1 - 1710 feb. 28
Biagio di Ridolfo Vannuccini da Foiano 1710 mar. 1 - 1711 feb. 28
Fortunio [Detteri] 1711 mar. 1 - 1712 feb. 29
Domenico di Pietro Bruschieri 1712 mar. 1 - 1713 feb. 28
Francesco Gervasio Arrighi 1713 mar. 1 - 1714 feb. 28
Giovanni Vincenzo di Ventura Sonnati da Foiano 1714 mar. 1 - 1715 feb. 28
Alfiere Bernardino Bernardini 1715 mar. 1 - 1716 feb. 29
Francesco di Iacopo Seriacopi da Foiano 1716 mar. 1 - 1717 feb. 28
Giovanni Baffi da Lucignano 1717 mar. 1 - 1718 feb. 28
Angelo Domenico di Bonaventura Sonnati da Foiano 1718 mar. 1 - 1719 feb. 28
Felice di Pietro Griffoli da Lucignano 1719 mar. 1 - 1720 feb. 29
Giuseppe Granati da Foiano 1720 mar. 1 - 1721 feb. 28
Arrigo di Giovan Francesco Arrighi da Lucignano 1721 mar. 1 - 1722 feb. 28
Damanio di Paolo Emilio Spadini da Foiano 1722 mar. 1 - 1723 feb. 28
Niccolo di Vincenzo Verdiani 1723 mar. 1 - 1724 feb. 29
Pier Girolamo di Paolo Neri da Foiano 1724 mar. 1 - 1725 feb. 28
Alfiere Bernardino Bernardini da Lucignano 1725 mar. 1 - 1726 feb. 28
Giovanni Vincenzo di Buonaventura Sonnati da Foiano 1726 mar. 1 - 1727 feb. 28
Stefano Stefani da Lucignano 1727 mar. 1 - 1728 feb. 29
Carlo Seriacopi da Foiano 1728 mar. 1 - 1729 feb. 28
Giovanni Battista Giuseppi 1729 mar. 1 - 1730 feb. 28
Pio Innocenzio Manzi 1730 mar. 1 - 1731 feb. 28
Stefano Stefani da Lucignano 1731 mar. 1 - 1732 feb. 29
Giovanni Botarelli da Foiano 1732 mar. 1 - 1733 feb. 28
Stefano Stefani da Lucignano 1733 mar. 1 - 1734 feb. 28
Domenico di Francesco Bruschieri da Foiano 1734 mar. 1 - 1735 feb. 28
Cornetta Magio di Camillo Meconi da Lucignano 1735 mar. 1 - 1736 feb. 29
Cristofano Granati da Lucignano 1736 mar. 1 - 1737 feb. 28
Cristofano Minozzi 1737 mar. 1 - 1738 feb. 28
Antonio Maria Botarelli 1738 mar. 1 - 1739 feb. 28
Francesco di Pietro Griffoli da Lucignano 1739 mar. 1 - 1740 feb. 29
Giovanni Vincenzo di Buonaventura Sonnati da Foiano 1740 mar. 1 - 1741 feb. 28
Cornetta Magio di Camillo Meconi da Lucignano 1741 mar. 1 - 1742 feb. 28
Pietrangelo di Antonio Botarelli da Foiano 1742 mar. 1 - 1743 feb. 28
Cristofano Minozzi 1743 mar. 1 - 1744 feb. 29
Giovanni Domenico di Anton Carlo Granati da Foiano 1744 mar. 1 - 1745 feb. 28
Teodoro di Alfiere Bernardino Bernardini da Lucignano 1745 mar. 1 - 1746 feb. 28
Giovanni Domenico di Anton Carlo Granati da Foiano 1746 mar. 1 - 1747 feb. 28
Domenico di Antonio Serbatisti 1747 mar. 1 - 1748 feb. 29
Giovanni Battista Daini da Foiano 1748 mar. 1 - 1749 feb. 28
Alfiere Magio Meconi da Lucignano 1749 mar. 1 - 1750 feb. 28
Francesco di Carlo Bartoli 1750 mar. 1 - 1751 feb. 28
Bartolomeo Arrighi 1751 mar. 1 - 1752 feb. 29
Iacopo Del Soldato 1752 mar. 1 - 1753 feb. 28
Antonio Serbatisti 1753 mar. 1 - 1754 feb. 28
Francesco Mattia Bartoli 1754 mar. 1 - 1755 feb. 28
Giovanni Camillo di Alfiere Magio Meconi 1755 mar. 1 - 1756 feb. 29
Iacopo Del Soldato 1756 mar. 1 - 1757 feb. 28
Santi Stefani da Lucignano 1757 mar. 1 - 1758 feb. 28
Angelo Giacinto Seriacopi 1758 mar. 1 - 1759 feb. 28
Giovanni Angeli 1759 mar. 1 - 1760 feb. 29
Giovanni Domenico Magi 1760 mar. 1 - 1761 feb. 28
... Angeli Bruni 1761 mar. 1 - 1762 feb. 28
Antonio Baini 1762 mar. 1 - 1763 feb. 28
... Giuseppi 1763 mar. 1 - 1764 feb. 29
Angelo Leonardo Seriacopi 1764 mar. 1 - 1765 feb. 28
Felice Bernardini 1765 mar. 1 - 1766 feb. 28
Domenico Bonifacio Seriacopi 1766 mar. 1 - 1767 feb. 28
Giuseppe Angeli 1767 mar. 1 - 1768 feb. 29
Gaetano Del Soldato 1768 mar. 1 - 1769 feb. 28
Felice Bernardini 1769 mar. 1 - 1770 feb. 28
Angelo Felice Gaci 1770 mar. 1 - 1771 feb. 28
Camillo Antonio di Francesco Meconi 1771 mar. 1 - 1772 feb. 29
Cristoforo Tornagnini 1772 mar. 1 - 1773 feb. 28
Pietro Bruni 1773 mar. 1 - 1774 feb. 28
Francesco Paltresi 1774 mar. 1 - 1775 feb. 28

Camarlinghi della Comunità

Fortunio Rettori 1814 lug. 1 - 1814 dic. 31
Giuseppe Lazzeri 1815 gen. 1 - 1817 dic. 31
Tommaso Battelli 1818 gen. 1 - 1820 dic. 31
Francesco Moracci 1821 gen. 1 - 1823 dic. 31
Pasquale Mencarelli 1824 gen. 1 - 1826 dic. 31
Ugo Marchi Della Stufa 1827 gen. 1 - 1829 dic. 31
Iacopo Griffoli 1830 gen. 1 - 1832 dic. 31
Pietro di Pasquale Marcarelli 1833 gen. 1 - 1835 dic. 31
Francesco Arrighi Griffoli 1836 gen. 1 - 1838 dic. 31
Pietro Marcarelli 1839 gen. 1 - 1841 dic. 31
Iacopo Griffoli 1842 gen. 1 - 1844 dic. 31
Lorenzo Focacci 1845 gen. 1 - 1847 dic. 31
Angelo Grandi 1848 gen. 1 - 1850 dic. 31
Giustiniano Gabrielli 1848 gen. 1 - 1848 gen. 27
Gaspero Capei 1848 feb. 1 - 1850 dic. 31
Fabiano Banella 1851 gen. 1 - 1854 dic. 31
Angelo Angeli 1855 gen. 1 - 1858 dic. 31
Giuseppe Moriani 1859 gen. 1 - 1862 dic. 31
Iacopo Lazzeri 1863 gen. 1 - 1865 dic. 31

Gonfalonieri di Lucignano

Giovan Pietro Capei 1814 lug. 27 - 1814 dic. 31
Felice Bernardini 1815 gen. 1 - 1815 dic. 31
Angelo di Ancangelo Renzuoli 1816 gen. 1 - 1816 dic. 31
Giuseppe Griffoli 1817 gen. 1 - 1822 dic. 31
Lorenzo Capei 1823 gen. 1 - 1828 dic. 31
Giuseppe Griffoli 1829 gen. 1 - 1834 dic. 31
Girolamo Spannocchi 1835 gen. 1 - 1840 dic. 31
Tommaso Battelli 1841 gen. 1 - 1846 dic. 31
Angelo Angeli 1847 gen. 1 - 1847 dic. 31
Tommaso Battelli 1848 gen. 1 - 1850 dic. 31
Francesco Capei 1851 gen. 1 - 1857 dic. 31
Enea Arrighi 1858 gen. 1 - 1859 dic. 31
Francesco Capei 1860 gen. 1 - 1860 dic. 31
Enea Arrighi 1861 gen. 1 - 1862 dic. 31
Luigi Moracci 1863 gen. 1 - 1865 dic. 31

Camarlinghi della Compagnia dell'Annunziata

Matteo di Fabiano Arrighi 1581 giu. 1 - 1582 mag. 31
Smeraldo di Niccolo Salvi 1582 giu. 1 - 1583 mag. 31
Girolamo di Giovanni di Marco Bruni 1583 giu. 1 - 1584 mar. 3
Bernardino di Francesco Baccati 1584 mar. 4 - 1584 mag. 31
Angelo di Lazzaro di Francesco 1584 giu. 1 - 1585 mag. 31
Paesano di Paesano Cantelli 1585 giu. 1 - 1586 mag. 31
Smeraldo di Niccolo Salvi 1586 giu. 1 - 1587 mag. 31
Antonio di Pietro Verdiani 1587 giu. 1 - 1588 mag. 31
Girolamo di Giovanni di Marco Bruni 1588 giu. 1 - 1589 mag. 31
Bernardino Baccati 1589 giu. 1 - 1591 mag. 31
Antonio di Pietro Verdiani 1591 giu. 1 - 1592 mag. 31
Girolamo di Giovanni Bruni 1592 giu. 1 - 1593 mag. 31
Matteo di Girolamo Scarmagli 1593 giu. 1 - 1594 mag. 31
Bernardino di Francesco Baccati 1594 giu. 1 - 1596 mag. 31
Ludovico Vicarelli 1596 giu. 1 - 1597 mag. 31
Grifolo Griffoli 1597 giu. 1 - 1598 mag. 31
Pietro Ciogni 1598 giu. 1 - 1599 mag. 31
Antonio di Biagio Vannini 1599 giu. 1 - 1600 mag. 31
Ovidio di Domenico Vicarelli 1600 giu. 1 - 1601 mag. 31
Girolamo di Giovanni Bruni 1601 giu. 1 - 1602 mag. 31
Girolamo di Antonio Tornaini 1602 giu. 1 - 1603 mag. 31
Esmeraldo di Niccolo Salvi 1603 giu. 1 - 1604 mag. 31
Antonio di Antonio Campani 1604 giu. 1 - 1605 mag. 31
Artenio di Fabio Picconi 1605 giu. 1 - 1606 mag. 31
Giorgio di Piero Vicarelli 1606 giu. 1 - 1607 mag. 31
Antonio di Antonio Campani 1607 giu. 1 - 1608 mag. 31
Fabiano di Mariano Bonastri 1608 giu. 1 - 1609 mag. 31
Lorenzo di Iacopo Dini 1609 giu. 1 - 1610 mag. 31
Iacopo di Grifolo Griffoli 1612 giu. 1 - 1613 mag. 31
Girolamo di Antonio Tornaini 1613 giu. 1 - 1614 mag. 31
Francesco di Lorenzo Bardelli 1614 giu. 1 - 1615 mag. 31
Iacopo di Grifolo Griffoli 1615 giu. 1 - 1616 mag. 31
Francesco di Mariano Bonastri 1616 giu. 1 - 1617 mag. 31
Antonio di Antonio Campani 1617 giu. 1 - 1618 mag. 31
Antonio Campani 1623 giu. 1 - 1624 mag. 31
Alessandro di Armenio Battelli 1631 giu. 1 - 1632 mag. 31
Matteo di Ottavio Scarmagli 1632 giu. 1 - 1633 mag. 31
Cinzio di Bernardino Renzuoli 1633 giu. 1 - 1634 mag. 31
Antonio di Antonio Campani 1634 giu. 1 - 1635 mag. 31
Lorenzo Stefani 1635 giu. 1 - 1636 mag. 31
Bartolomeo di Angelo Picconi 1636 giu. 1 - 1637 mag. 31
Agostino Dainelli 1637 giu. 1 - 1638 mag. 31
Cinzio di Bernardino Renzuoli 1638 giu. 1 - 1639 mag. 31
Domenico di Antonio Ranieri 1639 giu. 1 - 1640 mag. 31
Bartolo di Lazzaro Lazzeri 1640 giu. 1 - 1641 mag. 31
Sallustio di Camillo Lambardi 1641 giu. 1 - 1642 mag. 31
Ottavio di Smeraldo Salvi 1642 giu. 1 - 1643 mag. 31
Pietro di Biagio Sanesi 1643 giu. 1 - 1644 mag. 31
Luca di Giovanni Corradi 1644 giu. 1 - 1645 mag. 31
Andrea di Giovanni Caifassi 1645 giu. 1 - 1646 mag. 31
Domenico Renieri 1646 giu. 1 - 1647 mag. 31
Stefano di Bernardino Stefani 1647 giu. 1 - 1648 mag. 31
Angelo di Domenico Lazzari 1648 giu. 1 - 1649 mag. 31
Stefano di Bernardino Stefani 1649 giu. 1 - 1650 mag. 31
Girolamo di Antonio Tornaini 1650 giu. 1 - 1652 mag. 31
Giovanni Francesco Ristori 1652 giu. 1 - 1653 mag. 31
Lorenzo di Paolo Stefani 1653 giu. 1 - 1654 mag. 31
Antonio Besci 1654 giu. 1 - 1655 mag. 31
Domenico Ranieri 1655 giu. 1 - 1656 mag. 31
... 1656 giu. 1 - 1657 mag. 3156
... 1657 giu. 1 - 1658 mag. 3157
Stefano di Bernardino Stefani 1658 giu. 1 - 1659 mag. 31
Domenico Renieri 1659 giu. 1 - 1660 mag. 31
Agostino Danielli 1660 giu. 1 - 1661 mag. 31
Antonio Franceschini 1661 giu. 1 - 1662 mag. 31
Pietro Serbatisti 1662 giu. 1 - 1663 mag. 31
Domenico Renieri 1663 giu. 1 - 1664 mag. 31
... 1664 giu. 1 - 1665 mag. 3158
... 1665 giu. 1 - 1666 mag. 3159
Sallustio di Camillo Lombardi 1666 giu. 1 - 1667 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1667 lug. 1 - 1668 giu. 30
Sallustio di Camillo Lombardi 1668 lug. 1 - 1669 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1669 lug. 1 - 1670 giu. 30
Sallustio di Camillo Lambardi 1670 lug. 1 - 1671 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1671 lug. 1 - 1674 giu. 30
Carlo di Settimio Baffi 1674 lug. 1 - 1675 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1675 lug. 1 - 1676 giu. 30
Carlo di Settimio Baffi 1676 lug. 1 - 1677 giu. 30
Matteo di Ippolito Bracci 1677 lug. 1 - 1678 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1678 lug. 1 - 1679 giu. 30
Carlo di Settimio Baffi 1679 lug. 1 - 1680 giu. 30
Matteo di Ippolito Bracci 1680 lug. 1 - 1681 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1681 lug. 1 - 1682 giu. 30
Domenico Stefani 1682 lug. 1 - 1683 giu. 30
Mariano di Marcantonio Baffi 1683 lug. 1 - 1684 giu. 30
... 1684 lug. 1 - 1685 giu. 3060
Mariano di Marcantonio Baffi 1685 lug. 1 - 1686 giu. 30
Iacopo di Angelo Mecarini 1686 lug. 1 - 1687 giu. 30
Matteo di Ippolito Bruni 1687 lug. 1 - 1688 giu. 30
Giovanni Spoleti 1688 lug. 1 - 1689 giu. 30
Salvatore Stefani 1689 lug. 1 - 1690 giu. 30
Iacopo di Angelo Mecarini 1690 lug. 1 - 1692 giu. 30
Lorenzo Mecarini 1692 lug. 1 - 1693 giu. 30
Teodoro Bernardini 1693 lug. 1 - 1694 giu. 30
Angelo Picconi 1694 lug. 1 - 1696 giu. 30
Giovanni Battista Rimbotti 1696 lug. 1 - 1697 giu. 30
Francesco Stefani 1697 lug. 1 - 1698 giu. 30
Iacopo di Angelo Mecarini 1698 lug. 1 - 1699 giu. 30
Iacopo Mecarini 1700 lug. 1 - 1706 giu. 30
Giovanni Battista Rimbotti 1706 lug. 1 - 1712 giu. 30
Iacopo di Angelo Mecarini 1712 lug. 1 - 1714 giu. 30
Ottavio di Primo Rettori 1714 lug. 1 - 1743 giu. 30
Giovanni Pietro Arrighi 1743 lug. 1 - 1750 giu. 30
Girolamo Grandi 1750 lug. 1 - 1776 mag. 25
Francesco Grandi 1776 mag. 25 - 1785 lug. 31

Camarlinghi della Compagnia della Santa Croce

Francesco di Bernardino Picconi 1579 giu. 1 - 1580 mag. 31
Giacomo Battelli 1580 giu. 1 - 1582 mag. 31
Bernardino di Francesco Franceschini 1582 giu. 1 - 1583 giu. 30
Marcello di Girolamo Ciogni 1583 lug. 1 - 1585 giu. 30
Giacomo Battelli 1585 lug. 1 - i586 giu. 30
Bastiano di Tommaso Cenciaioli 1586 lug. 1 - 1587 giu. 30
Lazzaro di Pietro di Lazzaro Cini 1587 lug. 1 - 1588 giu. 30
Pietro di Francesco Dini 1588 lug. 1 - 1589 giu. 30
Bastiano di Tommaso di Battista Cenciaioli 1589 lug. 1 - 1590 giu. 30
Ottavio di Matteo Scarmagli da Lucignano 1590 lug. 1 - 1591 giu. 30
Antonio di Biagio Tornaini 1591 lug. 1 - 1592 giu. 30
Lorenzo di Paolo Stefani 1592 lug. 1 - 1593 giu. 30
Vincenzo di Giovan Battista Verdiani 1593 lug. 1 - 1594 giu. 30
Battista di Lorenzo Serbatisti 1594 lug. 1 - 1595 giu. 30
Lazzaro di Pietro di Lazzaro 1595 lug. 1 - 1596 giu. 30
Giovanni di Bernardino Franceschini 1596 lug. 1 - 1597 giu. 30
Vincenzo di Giovan Battista Verdiani 1597 lug. 1 - 1598 giu. 30
Battista di Lorenzo Serbatisti 1598 lug. 1 - 1599 giu. 30
Teodoro di Biagio Vannini 1599 lug. 1 - 1600 giu. 30
Biagio di Antonio Vannini 1600 lug. 1 - 1601 giu. 30
Pietro di Francesco Dini 1601 lug. 1 - 1602 giu. 30
Matteo di Andrea Del Berna 1602 lug. 1 - 1603 giu. 30
Teodoro di Biagio Vannini 1603 lug. 1 - 1604 giu. 30
Ercole di Paesano Cantelli 1604 lug. 1 - 1605 giu. 30
Pietro di Francesco Bruni 1605 lug. 1 - 1606 giu. 30
Lazzaro di Pietro di Lazzaro 1606 lug. 1 - 1607 giu. 30
Ercole di Paesano Cantelli 1607 lug. 1 - 1608 giu. 30
Pietro di Francesco Bruni 1608 lug. 1 - 1609 giu. 30
Giacomo di Ventura Ciogni 1609 lug. 1 - 1610 giu. 30
Pietro di Francesco Bruni 1610 lug. 1 - 1611 giu. 30
Girolamo di Marcello Ciogni 1611 lug. 1 - 1612 giu. 30
Michele Ciogni 1612 lug. 1 - 1613 giu. 30
Ercole di Paesano Cantelli 1613 lug. 1 - 1614 giu. 30
Pietro di Francesco Bruni 1614 lug. 1 - 1615 giu. 30
Meo di Giovanni Capei 1615 lug. 1 - 1616 giu. 30
... 1639 lug. 1 - 1640 giu. 30
Ercole di Paesano Cantelli 1640 lug. 1 - 1641 giu. 30
Camillo di Francesco Franceschini 1641 lug. 1 - 1642 giu. 30
Francesco di Pietro Dini 1642 lug. 1 - 1643 giu. 30
Niccolo di Francesco Renzuoli 1643 lug. 1 - 1644 giu. 30
Francesco di Sandro Baffi 1644 lug. 1 - 1645 giu. 30
Lorenzo di Ercole Cantelli 1645 lug. 1 - 1646 giu. 30
Antonio di Lodovico Arrighetti 1646 lug. 1 - 1647 giu. 30
Niccolo di Francesco Renzuoli 1647 lug. 1 - 1648 giu. 30
Giovanni Battista di Lattanzio Baccati 1648 lug. 1 - 1649 giu. 30
Antonio di Lodovico Arrighetti 1649 lug. 1 - 1650 giu. 30
Giovanni Battista di Lattanzio Baccati 1650 lug. 1 - 1651 giu. 30
Giovanni di Sandro Baffi 1651 lug. 1 - 1652 giu. 30
Francesco di Lorenzo Baffi 1652 lug. 1 - 1653 giu. 30
Vincenzo di Prospero Ciogni 1653 lug. 1 - 1654 giu. 30
Gregorio Acciaioli 1654 lug. 1 - 1655 giu. 30
Piero Dini 1655 lug. 1 - 1656 giu. 30
Niccolo di Francesco Renzuoli 1656 lug. 1 - 1657 giu. 30
Francesco Capei 1657 lug. 1 - 1658 giu. 30
Francesco di Antonio Scarpelli 1658 lug. 1 - 1659 giu. 30
Carlo di Antonio Scarpelli 1659 lug. 1 - 1660 giu. 30
Giovanni di Lattanzio Baccati 1660 lug. 1 - 1661 giu. 30
Giovanni Baffi 1661 lug. 1 - 1662 giu. 30
Giovanni di Lattanzio Baccati 1662 lug. 1 - 1663 giu. 30
Francesco di Antonio Scarpelli 1663 lug. 1 - 1664 giu. 30
Francesco di Alessandro Baffi 1664 lug. 1 - 1665 giu. 30
Andrea di Bartolomeo Lazzari 1665 lug. 1 - 1666 giu. 30
Giovanni di Lattanzio Baccati 1666 lug. 1 - 1667 giu. 30
Bernardino Renzuoli 1667 lug. 1 - 1668 giu. 30
Giovanni di Lattanzio Baccati 1668 lug. 1 - 1669 giu. 30
Gregorio Acciaioli 1669 lug. 1 - 1670 giu. 30
Giovanni di Lattanzio Baccati 1670 lug. 1 - 1671 giu. 30
Francesco di Antonio Scarpelli 1671 lug. 1 - 1672 giu. 30
Alessandro Battelli 1672 lug. 1 - 1673 giu. 30
Giovanni Zanobi 1673 lug. 1 - 1674 giu. 30
Andrea di Antonio Lazzeri 1674 lug. 1 - 1676 giu. 30
Carlo di Antonio Scarpelli 1676 lug. 1 - 1677 giu. 30
Francesco di Antonio Scarpelli 1677 lug. 1 - 1679 giu. 30
Domenico di Giacomo Nardelli 1679 lug. 1 - 1681 giu. 30
Francesco di Biagio Cantelli 1681 lug. 1 - 1682 giu. 30
Giovanni Battista Dini 1682 lug. 1 - 1683 giu. 30
Pietro di Francesco Dini 1683 lug. 1 - 1684 giu. 30
... 1684 lug. 1 - 1685 giu. 3061
Andrea di Antonio Lazzeri [1685] lug. 1 - [1686] giu. 30
Salindro di Francesco Bali 1686 lug. 1 - 1687 giu. 30
Niccolo Bruni Priore Poi Camarlingo 1687 lug. 1 - 1690 giu. 30
Arcangelo Cantelli 1690 lug. 1 - 1692 giu. 30
Francesco di Agostino Tiburzi 1692 lug. 1 - 1693 giu. 30
Agostino di Francesco Tiburzi 1693 lug. 1 - 1695 giu. 30
Arcangelo di Giovanni Maria Cantelli 1695 lug. 1 - 1698 giu. 30
Arcangelo Cantelli 1698 lug. 1 - 1701 giu. 30
Agostino di Francesco Tiburzi 1702 lug. 1 - 1703 giu. 30
Arcangelo Cantelli 1703 lug. 1 - 1704 giu. 30
Agostino di Francesco Tiburzi 1704 lug. 1 - 1705 giu. 30
Giacinto di Alessandro Battelli 1705 lug. 1 - 1716 giu. 30
Iacopo Griffoli 1716 lug. 1 - 1717 giu. 30
Seto Maria Setti 1717 lug. 1 - 1720 giu. 30
Giovanni Lattanzio Serbatisti 1720 lug. 1 - 1721 giu. 30
Pietro di Niccolo Bruni 1721 lug. 1 - 1722 giu. 30
Francesco di Agostino Tiburzi 1722 lug. 1 - 1723 giu. 30
Giacinto Battelli Renzuoli 1723 lug. 1 - 1748 giu. 30
Domenico Antonio Serbatisti 1748 lug. 1 - 1771 ago. 24
Cosimo Battelli 1771 ago. 25 - 1776 lug. 13
Camillo di Michele Vanni 1776 lug. 14 - 1785 feb. 23

Camarlinghi della Compagnia di San Rocco

Baldino di Chirico Falzini 1589 lug. - 1590 ago. 25
Michelangelo di Giovanni di Marco Bruni 1590 ago. 26 - 1592 mag. 17
Bernardino Renzuoli 1592 mag. 18 - 1593 ott. 23
Michelangelo di Giovanni di Marco Bruni 1593 ott. 24 - 1594 mag. 8
Antonio di Bernardino Franceschini 1594 mag. 9 - 1600 mar. 31
Francesco di Matteo Arrighi 1600 apr. 1 - 1607 giu. 30
Antonio Franceschini 1607 lug. 1 - 1625 giu. 30
Bastiano di Antonio Stefani 1626 gen. 10 - 1631 giu. 30
Cesare Minozzi E Francesco Minozzi 1631 lug. 1 - 1636 lug. 31
Pietro Spagna di Bastiano Stefani 1636 ago. 1 - 1638 lug. 31
Giovanni Bruschi 1700 ago. 16 - 1701 ago. 15
Giovanni Battista di Francesco Grandi 1701 ago. 16 - 1702 ago. 16
Lorenzo di Francesco Cantelli 1702 ago. 17 - 1702 ago. 16
Giuseppe Giuseppi 1703 ago. 17 - 1704 ago. 16
Francesco Giuseppi 1704 ago. 17 - 1705 ago. 16
Domenico Caifassi 1705 ago. 17 - 1709 ago. 16
Arcangelo Paganelli 1709 ago. 17 - 1710 ago. 15
Domenico di Mariano Caifassi 1710 ago. 16 - 1711 ago. 15
Lorenzo Cantelli 1711 ago. 16 - 1717 ago. 15
Domenico Caifassi 1717 ago. 16 - 1721 giu. 30
Lorenzo Cantelli 1721 lug. 1 - 1723 ago. 15
Giuseppe Giuseppi 1723 ago. 16 - 1724 ago. 15
Domenico Caifassi 1724 ago. 16 - 1738 ago. 15
Bernardino di Lattanzio Baccati 1738 ago. 16 - 1741 ago. 15
Santi Stefani 1741 ago. 16 - 1742 ago. 15
Bernardino di Francesco Grandi 1742 ago. 16 - 1761 ago. 15
Stefano Stefani 1761 ago. 16 - 1782 ago. 31
Francesco Grandi 1782 set. 1 - 1785 ago. 31

Camarlinghi della Compagnia del Corpus Domini

Francesco di Ser Bernardino Baccati 1594 lug. 1 - 1595 giu. 30
Benedetto di Francesco Serbatisti 1595 lug. 1 - 1596 giu. 30
Angelo di Enrico Renzuoli 1596 lug. 1 - 1597 giu. 30
Mariano Bonastri 1597 lug. 1 - 1599 giu. 30
Francesco di Angelo Lazzeri 1599 lug. 1 - 1600 giu. 30
Pietro di Ser Giacomo Verdiani 1600 lug. 1 - 1601 giu. 30
Camillo di Baldino Capei 1601 lug. 1 - 1602 giu. 30
Andrea di Damiano Ciogni 1602 lug. 1 - 1603 giu. 30
Eustachio di Francesco Picconi 1603 lug. 1 - 1604 lug. 31
Fortunato di Piero Felice Bruni 1604 ago. 1 - 1605 lug. 31
Camillo Capei 1605 ago. 1 - 1606 lug. 31
Benedetto di Francesco Serbatisti 1606 ago. 1 - 1607 lug. 31
Angelo di Lodovico Renzuoli 1607 ago. 1 - 1608 lug. 31
Angelo di Leone Picconi 1608 ago. 1 - 1609 lug. 31
Mariano di Bino 1609 ago. 1 - 1610 lug. 31
Fortunato Bruni 1610 ago. 1 - 1612 lug. 31
Angelo Picconi 1612 ago. 1 - 1613 lug. 31
Fortunato Bruni 1613 ago. 1 - 1614 lug. 31
Benedetto di Francesco Serbatisti 1614 ago. 1 - 1615 lug. 31
Agostino di Francesco Lazzeri 1615 ago. 1 - 1616 lug. 31
Angelo Picconi 1616 ago. 1 - 1618 giu. 30
Camillo Capei 1618 lug. 1 - 1620 giu. 30
Fortunio D'ottavio 1620 lug. 1 - 1621 lug. 31
Bernardino di Angelo Bernardini 1621 ago. 1 - 1622 lug. 31
Benedetto di Francesco Serbatisti 1622 ago. 1 - 1623 lug. 30
Giovanni Mannelli 1623 ago. 1 - 1624 lug. 30
Giusto di Francesco Baccati 1624 ago. 1 - 1625 lug. 30
Lattanzio di Paolo Baccati 1625 ago. 1 - 1626 lug. 30
Bernardino di Angelo Bernardi 1626 ago. 1 - 1627 lug. 30
Marcantonio Baffi 1627 ago. 1 - 1628 giu. 30
Camillo Capei 1628 lug. 1 - 1629 giu. 30
Lorenzo di Ottavio Ristori 1629 lug. 1 - 1630 giu. 30
Camillo Capei 1630 lug. 1 - 1631 giu. 30
Lorenzo di Ottaviano Ristori 1631 lug. 1 - 1632 giu. 30
Mariano Bonastri 1632 lug. 1 - 1633 giu. 30
Lorenzo di Ottaviano Ristori 1633 lug. 1 - 1636 giu. 30
Alessandro di Francesco Baffi 1644 lug. 1 - 1645 ago. 3
Alessandro di Francesco Baffi 1644 lug. 1 - 1646 giu. 30
Lorenzo di Francesco Barlozzi da Lucignano 1646 lug. 1 - 1647 giu. 30
Giovanni Battista Lapi 1651 lug. 1 - 1652 giu. 30
... 1652 lug. 1 - 1658 giu. 3062
... 1658 lug. 1 - 1659 giu. 3063
... 1659 lug. 1 - 1660 giu. 3064
... 1660 lug. 1 - 1661 giu. 3065
Giovanni Cosimo Ciogni 1661 lug. 1 - 1664 giu. 30
Giovanni Maria di Bartolomeo Cantelli 1664 lug. 1 - 1668 giu. 30
Francesco di Bartolomeo Lazzari 1668 lug. 1 - 1669 giu. 30
Costantino di Francesco Ciogni 1669 lug. 1 - 1670 giu. 30
Bartolomeo di Antonio Catani 1670 lug. 1 - 1671 giu. 30
Antonio Maria di Bartolomeo Lanesi 1671 lug. 1 - 1672 giu. 30
Bernardino di Antonio Franceschini 1672 lug. 1 - 1673 giu. 30
Costantino di Francesco Ciogni 1673 lug. 1 - 1674 giu. 30
Biagio di Francesco Cantelli 1674 lug. 1 - 1675 giu. 30
Antonio di Bartolomeo Catani 1675 lug. 1 - 1676 giu. 30
Antonio di Giovanni Salvi 1676 lug. 1 - 1677 giu. 30
Lodovico di Francesco Bruschi 1677 lug. 1 - 1678 giu. 30
Bernardino Franceschini 1678 lug. 1 - 1680 giu. 30
Francesco Lazzari 1680 lug. 1 - 1681 giu. 30
Giovanni Battista Ciogni 1681 lug. 1 - 1682 giu. 30
Onorio Moncetti 1682 lug. 1 - 1683 giu. 30
Giovanni Battista di Mainardo Ciogni 1683 lug. 1 - 1684 giu. 30
Francesco Bruni 1684 lug. 1 - 1685 giu. 30
Onorio Moncetti 1685 lug. 1 - 1687 giu. 30
Santi di Biagio Bello 1687 lug. 1 - 1688 giu. 30
Francesco di Bartolomeo Gazzeri e Bernardino Paolozzi 1688 lug. 1 - 1689 giu. 30
Onorio Moncetti 1689 lug. 1 - 1693 giu. 30
Antonio di Bartolomeo Cattani 1693 lug. 1 - 1697 giu. 30
Iacopo di Cristofano di Goro 1697 lug. 1 - 1698 giu. 30
Antonio di Bartolomeo Catani 1698 lug. 1 - 1699 giu. 30
Giovanni Cosimo Battelli 1699 lug. 1 - 1700 giu. 30
Giacinto Minozzi 1700 lug. 1 - 1701 giu. 30
Giovanni Cosimo Battelli 1701 lug. 1 - 1702 giu. 30
Pietro Berrettoni 1702 lug. 1 - 1703 giu. 30
Iacopo di Cristofano di Goro 1703 lug. 1 - 1704 giu. 30
Giovanni Maria Baldini 1704 lug. 1 - 1705 giu. 30
Giovanni Cosimo Battelli 1705 lug. 1 - 1706 giu. 30
Iacopo di Cristofano di Goro 1706 lug. 1 - 1707 giu. 30
Giovanni Maria Baldini 1707 lug. 1 - 1708 giu. 30
Piero Persiani 1708 lug. 1 - 1709 giu. 30
Giovanni Cosimo Battelli 1709 lug. 1 - 1710 giu. 30
Bernardino Bernardini 1710 lug. 1 - 1711 giu. 30
Fortunio Rettori 1711 lug. 1 - 1713 giu. 30
Bernardino Bernardini 1713 lug. 1 - 1714 giu. 30
Francesco Panceschi 1714 lug. 1 - 1715 giu. 30
Fortunio Rettori 1715 lug. 1 - 1716 giu. 30
Bernardino Bernardini 1716 lug. 1 - 1717 giu. 30
Giovanni Maria Baldini 1717 lug. 1 - 1718 giu. 30
Carlo Torelli 1718 lug. 1 - 1719 giu. 30
Giovanni Cosimo Battelli 1719 lug. 1 - 1720 giu. 30
Giovanni Maria Baldini 1720 lug. 1 - 1721 giu. 30
Fortunio Rettori 1721 lug. 1 - 1723 giu. 30
Bernardino Bernardini 1723 lug. 1 - 1726 giu. 30
Iacopo Toti 1726 lug. 1 - 1728 giu. 30
Iacopo Caifassi 1728 lug. 1 - 1729 giu. 30
Iacopo Toti 1729 lug. 1 - 1730 giu. 30
Iacopo Caifassi 1730 lug. 1 - 1731 giu. 30
Iacopo Toti 1731 lug. 1 - 1732 giu. 30
Giovanni Maria Baldini 1732 lug. 1 - 1734 giu., 30
Nicola Minozzi 1734 lug. 1 - 1735 giu. 30
Iacopo Toti 1735 lug. 1 - 1737 giu. 30
Iacopo Caifassi 1737 lug. 1 - 1739 giu. 30
Giuseppe Bruschi 1739 lug. 1 - 1740 giu. 30
Iacopo Caifassi 1740 lug. 1 - 1772 lug. 18
Agostino Dell'Artino 1772 lug. 19 - 1775 giu. 27
Antonio Berardini 1775 giu. 28 - 1780 apr. 1
Girolamo di Santi Brandini 1780 apr. 2 - 1783 giu. 30
Bartolomeo Del Fu Giuseppe Grandi 1783 lug. 1 - 1785 giu. 30

Cancellieri di Lucignano

Iacopo di Pietro di Iacopo 1561 giu. 1 - 1562 mag. 31
Luca Goracci 1562 giu. 1 - 1563 giu. 30
Mariano Renzuoli 1563 lug. 1 - 1564 apr. 30
Luca Goracci 1564 mag. 1 - 1564 giu. 30
Iacopo di Pietro di Iacopo 1564 lug. 1 - 1564 ott. 30
Luca Goracci da Monte San Savino 1564 nov. 1 - 1565 dic. 31
Luca Giovanni Francesco Vanini 1565 gen. 1 - 1565 gen. 31
Orazio di Gregorio 1565 feb. 1 - 1566 ott. 31
Giovanni Francesco Vanini 1566 nov. 1 - 1569 lug. 31
Mariano Renzuoli 1569 ago. 1 - 1572 giu. 14
Girolamo di Ludovico Rosi 1572 giu. 15 - ...
Regolo Regoli 1576 lug. 1 - ...
Paolo Ghetti da Modigliana 1579 ago. 22 - 1582 set. 3
Patrizio Cupers 1582 set. 4 - 1585 mag. 21
Panfilo di Cherubino Contini 1585 mag. 22 - ...
Giovanni Battista Tommasi 1588 mag. - ...
Domenico Pasquini 1685 mar. - 1691 feb.
Pietro Oradini da Pescia 1691 mar. - 1693 gen.
Attilio Casini 1693 gen. - 1696 set.
Agostino Pucci 1696 ott. - 1704 lug.
Temistocle Tommasi 1704 lug. - 1717 dic.
Cosimo Maria Pescetti 1718 gen. - 1726 lug.
Michele Ragazzini 1726 lug. - 1729 giu.
Salvatore Urbani 1729 giu. - 1734 giu.
Innocenzo Porrini 1734 lug. - 1739 ott.
Raffaello Rinieri 1739 nov. - 1744 ago.
Damiano Marchi 1744 set. - 1747 set.
Filippo ... 1747 ott. - 1759 ago.
Niccolo Maria Mannaioni Inghirlani 1759 set. - 1765 lug.
Ottavio Brogiani 1765 ago. - 1768 ott.
Spiridione Sarti 1768 ott. - 1782 feb.
Carlo Franco Manci 1782 feb. - 1783 dic.
Francesco Lapi 1783 dic. - 1798 feb.
Orazio Bassini 1784 nov. 1 - 1784 ago. 3

Cancellieri di Lucignano

Luigi Formichini 1814 giu. 1 - 1819 mag. 31
Francesco Occhini 1[8]19 giu. 1 - 1[8]28 dic. 31
Giovanni Collegi 1829 gen. 1 - 1930 mag. 31
Luigi Minucci 1830 giu. 1 - 1832 apr. 30
Giuseppe Barzellotti 1832 mag. 1 - 1835 lug. 31

Vicari di Monte S. Savino poi di Lucignano

Leonardo di Giovanni Strozzi 1388 feb. 15 - 1388 ago. 14
Marco di Francesco Alberti 1388 ago. 15 - 1389 feb. 14
Guido di Filippo Fagni 1389 feb. 15 - 1389 ago. 14
Giovanni di Giovanni Armaiolo 1389 ago. 15 - 1389 ott. 20
Boninsegna di Filippo Machiavelli 1389 ott. 21 - 1390 apr. 20
Michele di Foligno Medici 1390 apr. 21 - ...

Commissari di Valdichiana

Alessandro Medici 1553 ago. 1 - 1554 ott. 31
Giulio Ricasoli 1554 ott. 1 - 1556 mar. 31
Giulio Medici 1556 apr. 1 - 1557 ago. 31
Francesco Medici 1557 ago. 1 - 1559 gen. 31

Podestà di Lucignano

Francesco di Leonardo di Nero Venturi 1559 feb. 1 - 1560 feb. 21
Francesco di Bernardo di Nicola Soderini 1560 feb. 22 - 1561 feb. 21
Tommaso di Lorenzo di Pietro Salvetti 1561 feb. 22 - 1562 lug. 25
Marsilio di Zenobi di Cherubino Ficini 1562 lug. 26 - 1563 lug. 25
Giuseppe di Andrea di Bonaccursio Pugliesi 1563 lug. 26- 1564 set. 30
Giovanni di Pietro Zenobi di Montauto 1564 ott. 1 - 1565 set. 30
Guido di Francesco di Guido Mannelli 1565 ott. 1 - 1566 set. 30
Benedetto di Lotto di Nicola Busini 1566 ott. 1 - 1567 set. 30
Girolamo di Bernardo di Girolamo Salvetti 1567 ott. 1 - 1568 ott. 26
Pietro di Dino di Simone Lippi 1568 ott. 27 - 1569 ott. 20
Giovanni Battista di Tommaso di Nero Ardinghelli 1569 ott. 21 - 1570 dic. 30

Vicari di Valdichiana

Niccolo di Raffaello Federighi 1571 gen. 1 - 1571 dic. 31
Pietro di Inghilense Lotti 1572 gen. 1 - 1572 dic. 31
Niccolo di Giuntino Giuntini 1573 gen. 1 - 1573 dic. 31
Simone Lippi 1574 gen. 1 - 1574 dic. 31
Andrea di Lorenzo da Verrazzano 1575 gen. 1 - 1575 dic. 31
Pietro di Bencivenne Bencivenni 1576 gen. 1 - 1576 dic. 31
Galeazzo di Filippo Alemanni 1577 gen. 1 - 1577 dic. 31
Angelo di Dionigi da Diacceto 1578 gen. 1 - 1578 dic. 31
Andrea di Antonio Parenti 1579 gen. 1 - 1579 dic. 31
Vincenzo di Simone Del Benino 1580 gen. 1 - 1580 dic. 31
Giulio di Accursio Tarugi 1581 gen. 1 - 1581 dic. 31
Cosimo di Carlo Fei 1582 gen. 1 - 1582 dic. 31
Giovanni Battista Dionigi 1583 gen. 1 - 1583 dic. 31
Aldobrandino di Bernardo Aldobrandini 1584 gen. 1 - 1584 dic. 31
Iacopo di Pietro Cafferecci 1585 gen. 1 - 1585 dic. 31
Lodovico di Pier Giovanni Banchi 1586 gen. 1 - 1586 dic. 31
Giuliano di Pietro Giocondi 1587 gen. 1 - 1587 dic. 31
Cosimo di Giovan Battista Canigiani 1588 gen. 1 - 1588 dic. 31
Niccolo di Feduccio Falconi 1589 gen. 1 - 1589 dic. 31
Francesco di Antonio Fedini 1590 gen. 1 - 1590 dic. 31
Francesco di Duzio Masi 1591 gen. 1 - 1591 dic. 31
Roberto di Giuliano Brandolini 1592 gen. 1 - 1592 dic. 31
Filippo di Antonio Lorini 1593 gen. 1 - 1593 dic. 31
Cosimo di Carlo Fei 1594 gen. 1 - 1594 dic. 31
Leone di Ottaviano Ricasoli 1595 gen. 1 - 1595 dic. 31
Guglielmo di Francesco da Verrazzano 1596 gen. 1 - 1596 dic. 31
Bernardino di Accursio Tarugi 1597 gen. 1 - 1597 dic. 31
Costantino di Francesco Servi 1598 gen. 1 - 1598 dic. 31
Zanobi di Alemanno Acciaioli 1599 gen. 1 - 1599 dic. 31
Giulio di Niccolo Medici 1600 gen. 1 - 1600 dic. 31
Raffaele di Luca Minerbetti 1601 gen. 1 - 1601 dic. 31
Ottaviano di Giovanni Sigismondi 1602 gen. 1 - 1602 dic. 31
Leonardo di Sebastiano Guidotti 1603 gen. 1 - 1603 dic. 31
Ottavio di Giannozzo Attavanti 1604 gen. 1 - 1604 dic. 31
Francesco di Bartolomeo da Verrazzano 1605 gen. 1 - 1606 gen. 14
Bernardo di Antonio Rabatti 1606 gen. 15 - 1607 gen. 14
Girolamo di Cambio Anselmi 1607 gen. 15 - 1608 gen. 14
Orazio di Francesco Rinuccini 1608 gen. 15 - 1609 gen. 14
Piero E Giovanni di Piero di Alessandro Medici 1609 gen. 15 - 1610 gen. 14
Ottaviano di Giovanni di Sigismondo Conti 1610 gen. 15 - 1611 gen. 14
Francesco di Gherardo di Giovanni Guardi 1611 gen. 15 - 1612 gen. 14
Giuliano di Antonio di Guccio Martini 1612 gen. 15 - 1613 gen. 14
Taddeo di Girolamo di Taddeo Dell'Antella 1613 gen. 15 - 1614 gen. 14
Paolo di Iacopo di Paolo Mormorai 1614 gen. 15 - 1615 gen. 14
Pietro di Francesco di Cristoforo Carnesecchi 1615 gen. 15 - 1616 feb. 14
Bernardo di Camillo di Matteo Strozzi 1616 feb. 15 - 1617 feb. 14
Iacopo di Girolamo di Iacopo Seriacopi 1617 feb. 15 - 1617 ago. 20
Leonardo di Carlo di Iacopo Spini 1617 ott. 15 - 1618 nov. 29
Giovanni di Bartolomeo di Giovanni Sabolini 1618 nov. 30 - 1619 nov. 29
Ugolino di Lelio di Ugolino Bonsi 1619 nov. 30 - 1620 nov. 29
Girolamo di Andrea di Raniero Sernigi 1620 nov. 30 - 1621 dic. 4
Costantino di Francesco Servi 1621 dic. 5 - 1622 giu. 27
Francesco di Costantino Servi 1622 lug. 1 - 1622 dic. 4
Pietro di Camillo Pazzi 1622 dic. 5 - 1623 dic. 4
Ferrando di Giovanni Battista di Antonio Albizzi 1623 dic. 5 - 1625 dic. 4
Ugolino di Giuseppe di Carlo Grifoni 1625 dic. 5 - 1626 dic. 4
Iacopo di Alessandro di Iacopo Pucci 1626 dic. 5 - 1627 dic. 5
Pietro di Filippo Filippi Della Luna 1627 dic. 6 - 1628 dic. 4
Giovacchino di Girolamo di Giovacchino Ansaldi 1628 dic. 5 - 1629 dic. 4
Tanai di Lorenzo di Tanai Nerli 1629 dic. 5 - 1630 dic. 4
Andrea di Lorenzo Medici 1630 dic. 5 - 1632 giu. 4
Giovanni di Agostino di Giovanni Fantoni 1632 giu. 5 - 1633 ago. 31
Girolamo di Cambio di Girolamo Anselmi 1633 set. 1 - 1634 ago. 31
Taddeo E Giulio di Lorenzo di Matteo Morelli 1634 set. 1 - 1635 giu. 9
Andrea di Lorenzo Medici 1635 giu. 10 - 1636 giu. 9
Francesco di Zenobio Martini 1636 giu. 10 - 1638 giu. 9
Pietro di Rinaldo Strozzi 1638 giu. 10 - 1639 ago. 31
Filippo di Nicola di Alessandro Ronconi 1639 set. 1 - 1640 ott. 31
Fabio Scarlatti 1640 nov. 1 - 1641 ott. 31
Alessandro di Francesco Marucelli 1641 nov. 1 - 1641 ott. 31
Giovanni Fantoni 1642 nov. 1 - 1644 apr. 30
Antonio di Bartolomeo di Antonio Castellani 1644 mag. 1 - 1645 mag. 31
Orazio di Giovanni di Pietro Landi 1645 giu. 1 - 1646 mag. 31
Pietro di Antonio di Francesco Alemanni 1646 giu. 1 - 1647 mag. 31
Bernardo di Curzio di Bernardo Adimari 1647 giu. 1 - 1648 mag. 31
Ugolino di Filippo di Iacopo Mazzinghi 1648 giu. 1 - 1649 mag. 31
Antonio Giuseppe di Francesco Stendardi 1649 giu. 1 - 1650 mag. 31
Domenico di Giuseppe di Girolamo Anselmi 1650 giu. 1 - 1651 mag. 31
Giacinto di Nicola di Tommaso Mannelli 1651 giu. 1 - 1652 mag. 31
Vincenzo di Iacopo di Rodolfo Zati 1652 giu. 1 - 1653 giu. 25
Zenobio di Giovanni Battista di Vincenzo Masi 1653 giu. 26 - 1654 giu. 25
Leonardo di Francesco di Leonardo Busini 1654 giu. 26 - 1655 giu. 25
Curzio di Lorenzo di Alessandro Altoviti 1655 giu. 26 - 1655 ago. 1
Giovanni Carlo di Lorenzo di Alessandro Altoviti 1655 ago. 24 - 1656 giu. 25
Agostino di Ottavio di Leonardo Libri 1656 giu. 26 - 1657 giu. 25
Girolamo di Alessandro di Giorgio Brandolini 1657 giu. 26 - 1657 ago. 31
Lorenzo di Roberto di Lorenzo da Filicaia 1657 set. 1 - 1658 ott. 7
Nicola di Oreste di Michelangelo Mancini 1658 ott. 8 - 1659 ott. 8
Girolamo di Carlo di Giovanni Corsini 1659 ott. 9 - 1660 nov. 6
Alessandro di Iacopo di Giovanni Maria Baldinucci 1660 nov. 7 - 1661 dic. 6
Francesco Maria di Antonio Giuseppe Stendardi 1661 dic. 7 - 1662 dic. 6
Tommaso di Girolamo di Nicola Bartoli 1662dic. 7 - 1663 set. 5
Ferdinando Maria di Agostino di Giovanni Montelatici 1663 set. 15 - 1663 dic. 6
Alessandro di Amerigo Marzi Medici 1663 dic. 7 - 1664 dic. 6
Ferdinando di Giuliano di Tommaso Brogiotti 1664 dic. 7 - 1665 dic. 6
Luigi di Pandolfo di Nicola Ubaldini 1665 dic. 7 - 1666 dic. 6
Giovanni di Tommaso di Giovanni Canigiani 1666 dic. 7 - 1668 gen. 31
Ferdinando di Orazio Marzi Medici 1668 feb. 1 - 1669 mar. 31
Lorenzo di Vincenzo di Roberto Manieri 1669 apr. 1 - 1670 ott. 31
Giovanni di Bonaccursio di Giovanni Uguccioni 1670 nov. 1 - 1672 giu. 1
Ferdinando di Orazio Marzio Medici 1672 giu. 2 - 1673 dic. 1
Alessandro di Aurelio di Giovanni Battista Portigiani 1673 dic. 2 - 1675 mag. 27
Antonio Filippo di Francesco di Antonio Salvetti 1675 mag. 28 - 1676 nov. 23
Americo di Piero Setticelli 1676 nov. 24 - 1677 nov. 23
Francesco Maria di Ferdinando di Francesco Grifoni 1677 nov. 24 - 1679 ott. 31
Sostegno di Camillo di Vincenzo Allegri 1679 nov. 1 - 1680 ott. 31
Averardo di Diego di Francesco Ambrogi 1680 nov. 1 - 1682 ott. 31
Lapo di Cesare di Lapo Niccolini 1682 nov. 1 - 1684 apr. 30
Giuseppe Ruggiero di Girolamo Lanfranchi - Chiccoli 1684 mag. 1 - 1685 ott. 31
Luigi di Francesco di Luigi Gaetani 1685 nov. 1 - 1686 ott. 31
Girolamo di Filippo Strozzi 1686 nov. 1 - 1689 apr. 30
Benedetto di Nicola di Antonio Gobi 1689 mag. 1 - 1690 ott. 31
Angelo di Francesco di Michelangelo Bandinelli 1690 nov. 1 - 1692 apr. 30
Miniato di Bonagura di Giovanni Miniati 1692 mag. 1 - 1693 apr. 30
Filippo di Benedetto di Luca Nerli 1[6]93 mag. 1 - 1695 apr. 30
Ubaldino di Luigi di Pandolfo Ubaldini 1695 mag. 1 - 1698 apr. 30
Antonio Benedetto di Nicola di Antonio Gori 1698 mag. 1 - 1700 apr. 30
Giulio Cesare di Raffaello Maffei da Volterra 1700 mag. 1 - 1701 apr. 30
Giovanni di Zenobio di Giovanni Maria Lunelli 1701 mag. 1 - 1702 ott. 31
Cesare di Francesco Carlo Marchetti da Pistoia 1702 nov. 1 - 1704 ott. 31
Giulio di Piero di Giulio Mazzoni 1704 nov. 1 - 1706 ott. 31
Salvatore Francesco di Lacopo Tolomei 1706 nov. 1 - 1707 ott. 31
Antonio Gaetano di Girolamo Mori Ubaldini 1707 nov. 1 - 1708 ott. 31
Girolamo di Pompeo di Alessandro Sergiuliani 1708 nov. 1 - 1709 ott. 31
Alessandro di Sebastiano di Vincenzo Antinori 1709 nov. 1 - 1712 nov. 4
Rinaldo di Alessandro di Aurelio Portigiani 1712 nov. 5 - 1714 mag. 8
Roberto di Roberto Pitti 1714 mag. 9 - 1717 ott. 31
Antonio di Costantino Schianteschi Cantagallina 1717 nov. 1 - 1719 gen. 1
Cristofano di Antonio Schianteschi Cantagallina 1719 gen. 10 - 1719 apr. 30
Giovanni Domenico di Antonio di Cosimo Brandi 1719 mag. 1 - 1723 ott. 31
Giannozzo di Alberto di Giannozzo da Cepperello 1723 nov. 1 - 1725 ott. 31
Francesco di Alberto di Lorenzo Bonsi 1725 nov. 1 - 1728 mag. 5
Onorio di Ugolino di Onorio Ugolini da Petrella 1728 mag. 6 - 1728 set. 20
Ugolino di Onorio Ugolini 1728 ott. 12 - 1731 ott. 31
Americo di Francesco di Alfonso Altoviti 1731 nov. 1 - 1734 apr. 30
Francesco di Ippolito di Lorenzo Bolognesi Del Nero 1734 mag. 1 - 1735 ott. 31
Nicola di Egidio di Ferdinando Moresi 1735 nov. 1 - 1739 gen. 11
Giuseppe di Marcello di Giuseppe Laparelli da Cortona 1739 gen. 12 - 1742 apr. 30
Ugolino di Onorio Ugolini da Petrella 1742 mag. 1 - 1745 mag. 27
Pietro Paolo di Averardo Medici 1745 mag. 28 - 1747 mag. 1
Girolamo di Luce Mini 1747 mag. 2 - 1749 mag. 15
Giannozzo di Alberto di Giannozzo da Cepperello 1749 mag. 15 - 1749 nov. 30
Giuseppe di Giannozzo di Alberto da Cepperello 1749 dic. 12 - 1750 apr. 30
Lorenzo di Gaspare Guazzesi 1750 mag. 1 - 1753 ott. 31
Tommaso di Alessandro Minucci da Volterra 1753 nov. 1 - 1757 ott. 31
Lorenzo di Gaspare Guazzesi 1757 nov. 1 - 1759 ott. 31
Giovanni Francesco di Giacomo Rilli Orsini 1759 nov. 1 - 1762 apr. 30
Ugolino di Onorio Ugolini da Petrella 1762 mag. 1 - 1765 apr. 30
Francesco di Orazio Bernardi Della Rena 1765 mag. 1 - 1767 ott. 31
Rinaldo di Muto Angelieri Alticozzi 1767 nov. 1 - 1771 apr. 30
Massimiliano di Antonio Costantini Schianteschi 1771 mag. 1 - 1772 ott. 31

Podestà di Lucignano

Giovanni Battista Benci 1571 gen. 1 - 1571 dic. 31
Pietro di Lorenzo Salvetti 1572 gen. 1 - 1572 dic. 31
Francesco di Pietro Medici 1573 gen. 1 - 1573 dic. 31
Alessandro di Francesco Pandolfini 1574 gen. 1 - 1574 dic. 31
Gaspare di Niccolo Soderini 1575 gen. 1 - 1575 dic. 31
Francesco di Antonio Zati 1576 gen. 1 - 1576 dic. 31
Daniele di Luca Carnesecchi 1577 gen. 1 - 1577 dic. 31
Roberto di Francesco Cortigiani 1578 gen. 1 - 1578 dic. 31
Vincenzo di Francesco Bruni 1579 gen. 1 - 1579 dic. 31
Niccolo di Giovanni Battista Monti 1580 gen. 1 - 1580 dic. 31
Niccolo di Giovanni Geppi 1581 gen. 1 - 1581 dic. 31
Tommaso di Carlo Alessandri 1582 gen. 1 - 1582 dic. 31
Simone di Pietro Biondi 1583 gen. 1 - 1583 dic. 31
Donato di Roberto Rimbotti 1584 gen. 1 - 1584 dic. 31
Iacopo di Luigi Tedaldi 1585 gen. 1 - 1585 dic. 31
Giovanni Francesco di Giovanni Carnesecchi 1586 gen. 1 - 1586 dic. 31
Albizzo di Filippo Fortuna 1587 gen. 1 - 1587 dic. 31
Taddeo di Girolamo Dell'Antella 1588 gen. 1 - 1588 dic. 31
Roberto di Francesco Cortigiani 1589 gen. 1 - 1589 dic. 31
Lorenzo di Lorenzo Medici 1590 gen. 1 - 1590 dic. 31
Lorenzo di Pietro Donati 1591 gen. 1 - 1591 dic. 31
Giuseppe di Antonio Degli Albizzi 1592 gen. 1 - 1592 dic. 31
Tommaso di Bartolomeo Barbadori 1593 gen. 1 - 1593 dic. 31
Vincenzo di Girolamo Del Giocondo 1594 gen. 1 - 1594 dic. 31
Pietro di Cesare Petrucci 1595 gen. 1 - 1595 dic. 31
Baldinaccio di Francesco Martellini 1596 gen. 1 - 1596 dic. 31
Luigi di Cesare Guazzoni 1597 gen. 1 - 1597 dic. 31
Clemente di Niccolo Albizzi 1598 gen. 1 - 1598 dic. 31
Francesco di Benedetto Pitti 1599 gen. 1 - 1599 dic. 31
Andrea di Andrea Cellini 1600 gen. 1 - 1600 dic. 31
Luigi di Otto Niccolini 1601 gen. 1 - 1601 dic. 31
Giuliano di Antonio Martini 1602 gen. 1 - 1602 dic. 31
Antonio di Giovanni Strozzi 1603 gen. 1 - 1603 dic. 31
Francesco di Antonio Ricci 1604 gen. 1 - 1604 dic. 31
Vittorio di Antonio Dovizzi 1605 gen. 1 - 1605 dic. 31
Michele di Roberto Cortigiani 1606 gen. 1 - 1606 dic. 31
Baccio di Gaspare Del Giocondo 1607 gen. 1 - 1607 dic. 31

Podestà di Lucignano

Pietro Bianchi Zenobi Del Bianco 1640 nov. 1 - 1641 ott. 31
Giovanni Gualberto di Simonetto Morelli 1641 nov. 1 - 1641 ott. 31
Francesco di Cesare Agli 1642 nov. 1 - 1643 ott. 30
Pietro Giulio di Vincenzo Chioli 1643 nov. 1 - 1644 apr. 30

Vicari regi di Lucignano

Giovacchino Pescatori da Peccioli 1772 nov. 1 - 1775 ott. 31
Pietro Mordini da Barga 1775 nov. 1 - 1778 ott. 31
Lazzaro Pieraccini da Siena 1778 nov. 1 - 1782 ott. 31
Marziale Dini da Colle Val D'Elsa 1782 nov. 1 - 1783 dic. 14
Gaspare Scaramucci da S. Miniato 1783 dic. 15 - 1784 ott. 31

Podestà di Lucignano

Vincenzo Forzoni 1784 nov. 1 - 1789 dic. 31
Giovanni Rindi 1790 gen. 1 - 1792 dic. 31
Giovacchino Tofani 1793 gen. 1 - 1796 giu. 30
Domenico Salvetti 1796 lug. 1 - 1798 apr. 30



L'indice raccoglie in una sola serie alfabetica i nomi di persona e di luogo e le pagine del volume in cui compaiono, non il numero di unità archivistica: lo spoglio interessa tutte le parti dell'inventario ma senza riportare i nomi che figurano nelle tavole cronologiche degli ufficiali. I lemmi sono in corsivo per i nomi di luogo (Anghiari), in tondo in tutti gli altri casi (Angelini). Quando un nome ricorre più volte le diverse attestazioni seguono sulla stessa riga intervallate da punto e virgola.

Agnano, abbazia
Angelini, Pietro
Anghiari
Anglico, cardinale
Ansaldi, Ansaldo
Arezzo
Arrighi, Enea
Asciano
Asinelli, Giovanni
Babbucci, Camillo
Baccati, Bernardo di Francesco
Bacherelli, Romualdo di Bartolomeo
Badicorte
Baffi, Marcantonio di Niccolò
Bagno
Baldacci, Mariotto
Baldi, Amedeo; Francesco
Baldinotti, Cosimo
Ballanti, Agostino
Ballotti, Giovanni Bastianetto
Bardi, Marco Antonio
Barga
Bartoli, Pietro di Lapino
Bassi, Orazio di Domenico
Bassini, Francesco; Orazio
Battelli, Giovanni Cosimo
Beccari, Giuseppe di Girolamo
Bedronici, Giovanni Giuseppe
Benigni, Giuseppe
Benricevuti, Pietro di Marchionne
Benvenuti, Basilio
Bernardi, Bernardo
Bessi, Antonio Maria; Francesco; Marco di Francesco
Bibbiena
Biffoli, Marcantonio di Alessandro
Biggi, Pier Mariotto
Bindi, Girolamo di Nicola di Domenico; Romolo di Girolamo
Biondi, Giuseppe; Niccolò di Francesco
Blasi, Costantino
Blasio, beato
Bologna
Bolognini, Pierfrancesco
Bonastri, Francesco di Giovanni; Francesco di Mariano; Pietro di Biagio
Borghi, Antonio
Borghigiani, Benedetto
Borghini, Giovanni Domenico
Borgo S. Lorenzo
Borri, Paolo di Scipione
Borromei, Pietro Paolo
Botarelli Cordiani, Isidoro
Bracci, Lorenzo di Giovanni; Paolo Maria
Braccioli, Bracciolo
Brandi, Giovanni Domenico; Giuseppe Gaetano
Brandini, Lorenzo di Antonio; Pier Francesco
Brizi, Cinzio di Brigante; Lucio
Brogiani, Ottavio
Bruni, Mariano di Girolamo; Pier Felice
Bucci, Silvio
Bucine
Buggiano vedi Colle a Buggiano
Buonfanti, Bernardino
Buosi, Giuliano
Burzi, Giovanni Santi di Piero Antonio
Busatti, Buonaventura; Camillo
Cafassi, Mariano
Cagnani, Giuliano di Piero
Calcione
Campani, Antonio
Cancelli, Domenico
Cangialeoni, Antonio Giuseppe
Canigiani, Giovanni
Cantini, Lorenzo
Capei, Francesco
Cardi, Piero di Antonio
Carleschi, Rodolfo
Carrara, Baldassarre
Casentino
Casini, Attilio; Lorenzo
Casprini, Matteo
Castel Fiorentino
Castel Mozzo
Castel S. Niccolò
Castelfranco di Sopra
Castiglion Fibocchi
Castiglion Fiorentino
Castrocaro
Catani, Anton Francesco
Caterini, Francesco
Cavalli, Pietro
Cechi, Tommaso di Michele
Checcacci, Lorenzo
Chiana, fiume
Chiarenti, Francesco
Chiusi
Cicognini, Marcantonio di Iacopo
Ciggiano
Cigoli
Cigoli, Andrea di Carlo
Ciogni, Damiano di Pietro; Giovanni di Francesco; Iacopo di Alessandro
Cipollini, Filippo; Verano
Civitella (Valdichiana)
Cocconi, Leandro
Collagli, Giovanni Battista
Colle
Colle a Buggiano
Colle val d'Elsa
Conti, Giovanni di Sigismondo
Conticini, Ludovico
Cortona
Cosimi, Bernardo di Francesco; Cosimo
Costanzo, beato
Cozzile
Cristofori, Martino di Federico
Cuffi, Antonio di Bartolomeo
Bartolomeo di Francesco
Cupers, Patrizio di Guglielmo
Danielli, Leonardo
De Coucy
De Iuredis, Nicola
De Spenalibus, Giacomo di Giovanni
Dei, Francesco di Domenico
Del Bello, Lorenzo
Del Buono, Tommaso di Eugenio
Del Corso, Michele
Del Monte, famiglia
Del Pala, Giannozzo di Giovanni
Del Riccio, Bartolomeo di Francesco
Del Ventinove, Mattia di Martino
Della Rovere, famiglia; Vittoria
Della Scala, Cesare di Filippo
Della Stufa, famiglia
Denti, Tommaso
Dini, Bartolomeo
Francesco di Pietro
Donati, Francesco
Donato, beato
Doni, Giovanni
Dori, Benedetto
Ducci, Andrea di Giovanni
Durapini, Durapino di Girolamo
Empoli
Ercolani, Giulio di Giulio
Ercolano, beato
Fabbri, Galeazzo di Girolamo; Orazio; Pompeo
Fabbrini, Anton Francesco; Giovanni Battista; Raffaello
Fabbroni, Giuseppe
Fabretti, Quirico
Fabroni, Basilio
Fano
Fantassi, Lorenzo di Antonio
Fantazzini, Carlo
Fantini, Pietro
Fantozzini, Carlo di Ludovico
Farnetella
Federighi, Niccolò
Felice, beato
Felici, Rocco di Antonio
Feroni, Girolamo di Girolamo
Ferracci, Alessandro di Lorenzo
Ferranti, Raffaello
Ferrari, Raffaello
Ferri, Sebastiano
Figline
Filicaia
Finocchi, Cosimo di Giuliano
Fiorenzuola
Firenze
Foenna, fiume
Foiano
Foli, Giovanni Battista
Franceschi, Francesco
Franceschini, Antonio
Francesco, beato
Francia
Fucecchio
Gabrieli, Gabriele Furnio di Giuliano
Gaenna
Gaiole
Galeata
Galeotti, Antonio di Bastiano
Galli, Bartolomeo
Giovanni Battista
Tommaso di Giovanni Battista
Gamucci, Antonio di Domizio
Germani, Matteo di Giacomo
Ghetti, Paolo di Giuliano
Giani, Giovanni Domenico di Giovanni Battista
Gini, Giovanni di Sebastiano
Giorgeschi, Ottavio
Giorgi, Giorgio Mario
Giovagnoli, Paolo di Francesco
Giovanelli, Paolo
Giovanni Battista, beato
Giovanni evangelista, beato
Giuseppe, santo
Giusti, Bernardo
Giusto, santo
Gonnelli, Francesco
Gori, Girolamo
Gozzini, Giulio di Pietro
Grazi, Orazio
Gregorio XI, papa
Griffoli, Aurelio
Grifoni, Aurelio di Ottaviano; Girolamo
Grosseto
Gualterotti, Francesco di Michele di Filippo
Guarguagli, Lodovico
Guarisci, Ippolito di Giovan Battista
Gucci, Giovanni
Guerrieri, Domenico
Guerrini, Benedetto di Giovambattista; Giovanni Battista
Guerrucci, Guerruccio
Guidi, Bastiano; Francesco
Ilariano, beato
Incisa
Inghirlani Mannaioni, Niccolò Maria
Italia
Lambardi, Giovan Battista di Angelo
Landi, Arcangelo
Landini, Francesco; Giovanni di Domenico
Landucci, Antonio; Giuliano
Lapini, Baldassarre di Francesco; Bartolomeo; Domenico di Michelangelo; Francesco di Alessandro; Piero
Laterina
Lensi, Benedetto
Leoni, Pierfrancesco
Levane
Lieti, Sebastiano di Lieto
Livi, Lino
Livorno
Loddi, Francesco Maria
Lorena, Francesco Stefano; Leopoldo II; Pietro Leopoldo
Lorenzo, beato
Loro Ciuffena
Lucignano
Luperi, Ottavio di Bernardo
Lupi, Francesco; Giovanni Battista
Lutroni, Rocco Angelo di Iacopo
Luzi, Luzio
Luzzi, Giovanni Battista; Giovanni Francesco di Giuliano
Maestrini, Lorenzo
Magnani, Francesco
Magnoli, Giovanni
Mainardi, Antonio di Vincenzo
Manci, Carlo Francesco
Mannaioni, ... ; Giusto di Francesco; vedi Inghirlani Mannaioni
Manni, Raffaello
Marchi, Angelo di Nicola; Damiano; Domenico
Marciano
Marescotti, Marco di Marescotto
Marradi
Marsilio, Bruto
Martellucci, Andrea
Martini, Antonio Francesco
Martino, santo
Massa (Valdinievole)
Mazzoni, Aurelio; Pierantonio di Simone
Medici, Alessandro; Cosimo I; famiglia
Mehus, Lorenzo
Mei, Diotisalvi
Melelli, Girolamo Antonio di Lorenzo
Meli, Niccolò di Domenico di Niccolò
Melli, Giovanni di Giovanni
Mellini, Giovanni
Menci, Uliviero
Mencocci, Agostino
Mengacci, Alemanno
Mentucci, Giulio Cesare; Tommaso di Zanobi; Zanobi
Meocci, Francesco
Mesciari, Niccolò di Marco
Michele Arcangelo, beato
Milano
Mirra, Bastiano
Modigliana
Monsummano
Montaione
Montanelli, Pasquale di Domenico
Montarfone
Monte S. Savino
Montecatini
Montefollonico
Monteforcoli
Montemarciano
Monteoliveto
Montepulciano
Monterchi
Montevarchi
Monti, Antonio
Montisi
Montopoli
Montoti
Moracci, Luigi
Morandi, Benedetto di Domenico
Morgalanti, Cesare
Mostardini, Vincenzo
Nannini, Francesco
Nannucci, Biagio
Neri, Ambrosio di Menchino; Lorenzo; Pompeo
Novesi, Antonio
Nuti, Alessandro; Gaspare di Oliviero di Antonio; Pier Filippo; Pietro di Filippo di Giovanni; Pompeo di Giovanni
Occhini, Giuseppe Maria
Oliveto
Oradini, ... ; Pietro
Orlandi, ...
Orlandini Zuccagni, Attilio
Orlandini, Bartolomeo
Orsini, famiglia
Orzalesi, Francesco
Paganelli, Bastiano; Lorenzo
Pagni, Andrea di Giovanni Battista; Angelo di Giovanni; Francesco
Palaia
Palazzuolo
Palei, Dionisio
papa vedi Gregorio XI, Pio II, Urbano V, Urbano IX
Pasci, Francesco di Antonio di Nicola Maria; Tiberio di Iacopo
Pasquini, Domenico; Franco
Patani, Antonio Francesco di Achille
Patriarchi, Costantino di Lorenzo
Peccioli
Persiani, Pietro
Perugia
Pescetti, Cosimo Maria
Pescia
Petrella
Petresi, Francesco; Giovanni
Petroio
Piccolomini, famiglia; Marcantonio
Picconi, Antonio di Francesco; Fabio di Domenico; Francesco
Pieralli, Giovanni di Piero; Pier Filippo
Pierucci, Lorenzo di Michele
Pieve S. Stefano
Pigri, Niccolò di Antonio
Pio II, papa
Pisa
Piscinelli, Antonio
Pistoia
Pittoreggi, Filippo di Giovanni Francesco
Poccini, Francesco
Poggibonsi
Poggio S. Cecilia
Polidori, Polidoro
Pontassieve
Ponterani, Aurone
Pontremoli
Poppi
Porrini, Innocenzo
Portelli, Galeazzo di Bartolomeo
Portico
Portinari, Benedetto di Francesco
Pratesi, Giovanni di Francesco
Prati, Francesco; Giovambattista di Matteo
Prato
Pratomagno
Pratovecchio
Premilcuore
Prunai, Pietro
Prunori, Pietro Sperandio
Pucci, Agostino
Puccini, Alessandro Antonio
Querci, Cosimo
Rabatti, Bernardo
Ragazzini, Michele
Rapallo
Rapolano
Rassina
Ravali, Francesco
Regoli, Andrea
Regolo di Pietro
Renzuoli, Mariano di Angelo
Reti, Lorenzo
Ricasoli, Giulio
Ricci, Giovanni Giuseppe
Riganini, Leone
Rigomagno
Rimbotti, Donato
Rinieri, Raffaello
Ristori, ...; Girolamo di Giovanni
Rocca S. Casciano
Roma
Romagna
Romani, Tommaso di Angelo
Rosi, Antonio
Rosia, Donato di Girolamo; Girolamo di Pier Francesco
Rossi, Girolamo; Luigi
Rossini, Filippo
Rovai, Filippo Maria
Ruggieri, Domenico
S. Croce
S. Francesco, convento
S. Gimignano
S. Giovanni Valdarno
S. Margherita, convento
S. Michele Arcangelo, collegiata
S. Miniato
S. Pietro, convento
S. Sofia
Salvi, Cosimo
Salvini, Francesco
Sancasciani, Clemente; Piero
Tiberio di Piero
Sandini, Francesco
Sani, Cosimo
Sansepolcro
santa, santo vedi Giuseppe, Giusto
Santi, Giovanni Antonio
Santucci, Aurelio; Domenico
Sardegna
Sarti, Spiridone
Sati, Orazio di Iacopo
Savoia, Vittorio Emanuele I
Scannagallo
Scarperia
Scrofiano
Sereni, Niccolò
Serre di Rapolano
Sestino
Severi, Giovanni Battista di Camillo di Piero
Siena
Simoni, Niccolò
Sinalunga
Soldani, Piero
Solinori, Luca di Giovanni Maria
Spadari, Nicola
Spagna Stefani, Eredità; Girolamo; [S]tefani, Pietro
Speziali, Francesco di Bartolomeo
Stefani, Antonio di Lorenzo
Lorenzo di Paolo
Strada
Strozzi, Girolamo
Subiani, Bernardino di Domenico
Talla
Tannucci, Pietro di Lorenzo
Tarlati, Guido
Tassinari, Giovanni Battista
Tavarnesi, Giovanni Battista di Francesco
Tedeschi, Francesco
Teglia, Vincenzo di Giovanni Battista
Tegoleto
Terranuova
Terrosi, Pier Giovanni
Tiburzi, Tiburzio di Amerigo
Tommasi, Cino; Iacopo
Temistocle
Tommasini, Alessandro
Tommasoni, Francesco di Cosimo
Torelli, Lelio
Tori, Paolo di Alessandro
Tornaini, Santa
Torrita
Toscana
Toscani, Michele Andrea
Tozzi, Antonio
Trasimeno, lago
Tredozio
Trequanda
Trinci, Andrea di Antonio
Troconi, Santi di Antonio
Tronconi, Andrea
Turilazzi, Antonio di Piero; Giovan Battista di Piero
Turullazzi, Antonio di Piero
Ugolini, Giuseppe; Niccolò
Urbani, Salvatore
Urbano IX, papa
Urbano papa V; papa IX
Useppi, Cosimo
Uzzano
Vagnucci, Giuseppe
Valdambra
Valdarno
Valdichiana
Valdinievole
Valentini, Domenico
Valtiberina
Vanni, Andrea di Battista; Pietro
Vannini, Giovanni Francesco di Agostino; Giovanni Francesco di Bastiano; Lorenzo; Vannino di Lorenzo
Vannucci, Niccolò
Veltroni, Mattia
Venturi, Francesco
Venturini, Giovanni Antonio; Ludovico
Vercari, Giulio di Filippo
Vertine
Vicchio
Villa, Lorenzo di Francesco
Visconti, Bernabò; famiglia; Gian Galeazzo
Visuccini, Michelangelo
Viviani, Sebastiano di Bartolomeo
Sebastiano di Bastiano
Volterra
Zabagli, Tommaso
Zafferini, Ugolino
Zuccagni vedi Orlandini Zuccagni



Codifica:
Marco De Vita, gennaio - marzo 2010
Paolo Santoboni, revisione, maggio 2010

icona top