Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Soggetti conservatori - Ordine alfabetico » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Archivio di Stato di Prato

Palazzo Datini - via ser Lapo Mazzei, 41
59100 - Prato (Prato )

Telefono: 0574.26064
Fax: 0574.445175
Email: as-po@beniculturali.it
Sito web: http://www.archiviodistato.prato.it/

Note storiche:
La Sezione di Archivio di Stato di Prato fu istituita con d.m. 10 genn. 1957; era indicata secondo la legislazione allora vigente con il nome di Sottosezione di Archivio di Stato. Divenne Sezione in base all'art. 57 della 1. 30 sett. 1963, n. 1409. In seguito all'istituzione della provincia di Prato con decreto legislativo n. 254 del 6 marzo 1992, la Sezione é diventata Archivio di Stato con decreto del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali del 24 maggio 1997 (Gazzetta Ufficiale nr. 197 del 25 agosto 1997).
Fin dalla sua istituzione ebbe sede nel palazzo trecentesco che fu un tempo la casa di abitazione di Francesco di Marco Datini, e che venne restaurato appositamente per la nuova destinazione. In occasione dell'apertura ufficiale dell'istituto, Guido Pampaloni compilò un inventario sommario di tutti i fondi conservati salvo l'archivio comunale di Vernio, i fondi della pretura e del commissariato di pubblica sicurezza di Prato e l'archivio della famiglia Vai Guicciardini. Questa pubblicazione è, a tutt'oggi, l'unico strumento che permetta di orientarsi nei fondi archivistici della Sezione, anche se, come del resto afferma il suo autore (p. XXVIII), spesso la descrizione dei medesimi è del tutto sommaria e si concretizza in un sintetico elenco. Carte di provenienza pratese o di specifico interesse pratese vanno ricercate - com'è ovvio - nell'Archivio di Stato di Firenze, in particolare negli archivi notarili e delle corporazioni religiose e nel Diplomatico.
A partire dal 1996 l'Archivio di Stato di Prato, tra i primi in Italia, ha utilizzato il web per far conoscere il patrimonio di documenti conservato e disponibile per gli studiosi. Vari aggiornamenti e progetti sono seguiti da allora.


Informazioni e orari:
La sala di studio dell'Archivio di Stato di Prato osserva i seguenti orari: lunedì e mercoledì dalle 8.30 alle 17.20 - martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 13.55.


Per saperne di più
Direzione Generale Archivi del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo



icona top