Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Imposte e tasse comunali

Livello: serie

Estremi cronologici: 1889 - 1956

Consistenza: 4 unità

L'art.118 della legge comunale e provinciale del 1865 permetteva ai Comuni di istituire il dazio comunale di consumo su alcuni generi come i materiali da costruzione, le bevande, i commestibili, i foraggi, i combustibili. Ciò consentiva di aumentare i dazi governativi che rimasero in vigore fino al 1923 quando, con l'emanazione del R.D. 24 settembre n° 2030 furono aboliti. Il dazio consumo fu tolto solo nel 1930 con il R.D. 30 aprile n° 432. I generi non più gravati dal dazio furono l'energia elettrica, la carne, il vino, le acque minerali, gli alcoloci, il gas e i materiali da costruzione.


icona top