Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Serie XX. Mandati di entrata e di uscita icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1865 - 1945

Consistenza: 897 unità

Gli ordini sulla cassa comunale emessi dagli amministratori per pagare i creditori del comune costituiscono i mandati di pagamento. Essi dovevano essere sottoscritti dal sindaco, da un assessore, dal segretario del comune e venire controfirmati dal ragioniere (art. 124 della legge comunale del 1865). In virtù del regolamento 10 giugno 1889, n. 6107, ciascun mandato doveva contenere: titolo, categoria, articolo e lettera su cui venivano emessi; cognome, nome e qualità del creditore o dei creditori, somma stanziata in bilancio, prelevamenti e pagamenti già fatti su di essa e rimanenza disponibile; ammontare del prelevamento; causale e data di emissione; documento in base a cui era emesso.
I mandati di pagamento dovevano essere divisi per articoli di bilancio, dotati di un numero progressivo e ordinati cronologicamente per annata di esercizio finanziario. Dei documenti giustificativi e delle deliberazioni concernenti i mandati era prescritta la conservazione.
Nel caso del comune di Prato le buste dei mandati di entrata contengono, inoltre, i documenti relativi al rendiconto annuale del Dazio consumo e quelli dell'esattore comunale.
Quando è stata segnalata l'esistenza di un'unità interamente dedicata a tale materia si deve intendere che la busta contiene i seguenti fascicoli: 1. Resoconti del Dazio consumo; 2. Ruolo degli abbonamenti; 3. Conto dell'esattore per sovrimposte e imposte comunali.
Al termine delle buste annuali dei mandati di uscita sono state, invece, collocate le unità relative ai mandati e resoconti della Cassa per la refezione scolastica del Comune.
Infine è opportuno ricordare che la documentazione contenuta in questa serie riguarda anche le contabilità speciali, ossia quelle relative ai diversi istituti (legati, pie eredità, ecc.) amministrati dal Comune. Notizie storiche e illustrative di essi si trovano negli Atti del municipio di Prato. Rapporto della Giunta al Consiglio comunale sull'amministrazione dell'anno 1868, Prato 1870, pp. 80-159.


1
Documenti del saldo dell'anno 1865
Busta.
1865
2
Mandati di pagamento degli insegnanti delle scuole comunali
Busta.
1866 - 1895
icona top