Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetto conservatore:

Contenuto della pagina


Serie XVIII. Repertori delle assegnazioni e libri mastri icona

Livello: serie

Estremi cronologici: 1865 - 1944

Consistenza: 167 unità

I «Repertori delle assegnazioni», poi denominati anche semplicemente libri mastri, sono quei registri dove le riscossioni e i pagamenti, insieme con l'indicazione del rispettivo mandato, vengono riportati in maniera distinta per ciascuno dei capitoli su cui è impostato il bilancio preventivo annuale. La tenuta di questi registri divenne obbligatoria fin dal primo regolamento comunale dell'anno 1865.
Presso il comune di Prato venne introdotto, dal 1865 al 1875, l'uso di rilegare insieme i registri annuali dei mandati d'entrata e uscita con i rispettivi repertori delle assegnazioni.
Al fine di avere un quadro più preciso della situazione finanziaria del comune, dal 1885 al 1895 venne anche tenuto un «Libro spese comparativo al bilancio».


icona top