Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Istituzioni di assistenza

Livello: fondo

Estremi cronologici: 1603 - 1971

Consistenza: 47 unità

Con Decreto ducale del 12 luglio 1852, furono riuniti in una sola amministrazione i quattro istituti assistenziali già esistenti nel Comune: l'ospedale di S. Antonio Abate e lo Stato Moderno del Beneficio di S. Vittorio di Mulazzo, l'ex Spedale di Lusuolo e l'Oratorio della Beata Vergine di Groppoli, già amministrato da quella comunità, e a questo scopo fu costituita la "Commissione Amministrativa dei Luoghi Pii".
Patrimonio e finalità di quest'ultima passarono nel 1862 (L. 3 agosto 1862 n. 753) alla Congregazione di Carità cui subentrò nel 1937 (L. 4 giugno 1937 n. 847) l'Ente Comunale di Assistenza soppresso col D.P.R. n. 616 del 1977.
L'Opera Nazionale per la protezione della Maternità e della Infanzia, istituita con L. 10 dicembre 1925 n. 2277, fu soppressa con L. 23 dicembre 1975 n. 698. Per ogni ente il materiale è disposto secondo il seguente schema: statuti, delibere, protocolli, carteggio, atti e contratti, registri finanziari, documenti relativi alle funzioni specifiche.



icona top