Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

AST | Recupero e diffusione degli inventari degli archivi toscani
Menu di navigazione
Home » Ricerca guidata » Complessi archivistici - Fondi » Visualizza scheda
stampa

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Documenti relativi a parrocchie

Livello: serie

Estremi cronologici: 1777 - 1846

Consistenza: 9 unità

Con il regolamento emanato dalla Segreteria del Regio Diritto il 26 set. 1788 si cercò di porre un rimedio ad una situazione infausta che da tempo si protraeva : l'incuria dei parroci che aveva portato al deperimento dei fondi documentari, alla rovina degli edifici, nonché alla dispersione degli arredi sacri. Il cancelliere comunitativo veniva incaricato di procedere ad una visita alle fabbriche di chiese e luoghi pii e ai loro beni stabili presenti nel distretto della cancelleria, insieme a periti, i quali dovevano fare una diligente descrizionedello stato delle fabbriche e individuare i confini dei beni stabili e la rendita annua dei medesimi. Nella descrizione dovevano essere elencate tutte le entrate delle parrocchie, sia quelle provenienti da frutti di Luoghi di Monte che da canoni di livelli e da decime, così che potesse immediatamente vedersi a quanto ammontava la rendita di dette parrocchie. Era necessario, secondo il regolamento, inventariare e descrivere in modo sommario anche gli arredi sacri conservati nelle canoniche di tali parrocchie. Nessun parroco poteva esimersi dall'obbligazione di conservare al meglio quanto gli veniva affidato, tanto più che la mancata osservanza di detto regolamento avrebbe comportato una diminuzione della congrua alimentare ad essi assegnata, in favore dei lavori di mantenimento delle fabbriche sacre. Le chiese in cui era presente l'opera parrocchiale erano esentate dal presentare la suddetta descrizione, in quanto l'opera medesima era in obbligo di mantenere e conservare il patrimonio ecclesiastico. Per assicurare la conservazione delle fabbriche, degli stabili e assedi sacri, il cancelliere era tenuto a visitare e riscontrare ogni tre anni il loro stato, per prendere eventualmente atto di deterioramenti cagionati dall'incuria dei rettori. Il cancelliere doveva quindi redigere una relazione in merito a quanto riscontrato durante la visita e inviarne una copia alla segreteria del Regio diritto. Il cancelliere era tenuto a far eseguire dal cancelliere della curia episcopale una copia degli inventari e descrizioni, al fine di conservarle nell'archivio della medesima ed essere così utili in occasione delle visite pastorali.


669 (358; 677)
Inventari, entrate e uscite, affari diversi delle parrocchie della comunità di Bagnone
Filza legata in mezza pergamena cc. 1-226
1777 - 1821
670 (359; 678)
Parrocchia di S. Nicolò di Bagnone
Contiene documenti relativi ad affari diversi della parrocchia di S. Nicolò di Bagnone
Allegato: Conservazione delle Ipoteche di Pontremoli, cc. 1-4.
Filza legata in cartone con lacci in stoffa cc. 1-268 ; cc. 1-4
1789 - 1847
671 (360; 679)
Parrocchia di S. Giacomo di Biglio
È presente il repertorio.
Filza legata in mezza pergamena cc. 1-84 Le cc. 79-84 sono staccate
1789 - 1836
672 (8; 365; 683)
Parrocchia dei SS. Pietro e Paolo di Corlaga
È presente il repertorio
Contiene anche l'inventario della Compagnia del Santissimo Sacramento (già soppressa) di Corlaga, 1785 apr. 27, cc. 1-6.
Filza legata in mezza pergamena con lacci in stoffa cc. 1-46 cc. 1-6
1785 - 1826
673 (366; 684)
Parrocchia di S. Michele Arcangelo di Corvarola
È presente il repertorio.
Filza legata in cartone cc. 1-28
1789 - 1821
674 (368; 686)
Parrocchia di Gabbiana
È presente il repertorio.
Filza legata in cartone cc. 1-34
La coperta è staccata
1789 - 1820
675 (370; 687)
Parrocchia di Lusana
È presente il repertorio.
Filza legata in mezza pergamena cc. 1-89
1789 - 1849
676 (372; 689)
Parrocchia di S. Tommaso di Pastina
È presente il repertorio.
Filza legata in mezza pergamena cc. 1-52
1789 - 1830
677 (373; 690)
Parrocchia dei SS. Ippolito e Cassiano di Pieve
È presente il repertorio.
Filza legata in mezza pergamena cc. 1-84 Le cc. 79-84 sono staccate
1789 - 1846
icona top